Erbe officinali piante medicinali

Erbe e piante officinali vengono da sempre utilizzate dall'uomo come rimedio naturale utile per favorire il benessere dell'organismo in determinati momenti o particolari situazioni.

  • Benefici ed effetti della liquirizia

    Benefici liquirizia - Effetti e benefici della radice di liquirizia
    Benefici ed effetti della liquirizia quali sono e a cosa serve? La Glycyrrhiza glabra o liquirizia comune, è una pianta conosciuta e apprezzata fin dai tempi dell'antica Grecia, al punto da essere, ai giorni nostri, uno dei 'dolci medicinali' più comune e diffuso. La forma più diffusa di consumo a scopo medicinale, prevede che la radice della pianta venga prima bollita, poi essiccata. La liquirizia viene quindi mangiata pura.
  • La camomilla

    Infuso di camomilla utile anche per gargarismi
    Preparare un Infuso di camomilla è semplice, in una tazza versare su 2 cucchiaini di fiori di camomilla essiccati 1/4 di litro d'acqua calda ed affinché l'olio essenziale non perda la sua efficacia, coprire, lasciare in infusione ed infine filtrare. Bere a sorsi 2-3 tazze al giorno. L'infuso può essere utilizzato anche per gargarismi
  • Tisane

    Tisane di erbe e piante officinali
    Bere una tisana è il modo più antico per somministrare i principi attivi di piante e erbe officinali ed è anche il modo più efficace in quanto l'acqua è il miglior solvente naturale. La tisana può essere sotto forma di infuso, decotto, semicupio o cataplasma.
  • Enotera, Oenothera biennis Scopoli

    Enotera - Proprietà pianta oenothera biennis
    L'olio della pianta di enotera biennis per le sue proprietà medicinali rientra nella formulazioni di preparatitopici indicati per preservare l'elasticità cutanea e prevenire la comparsa di rughe, è usato anche nel trattamento dell'acne e dei comedoni che compaiono durante il periodo premestruale.
  • Lycopodium Clavatium

    Lycopodium clavatum - Lycopodium clavatum omeopatia
    A cosa serve il Lycopodium Clavatum? Per le loro proprietà le sommità di lycopodium Clavatum erano utilizzate in omeopatia come rimedio omeopatico e famose per la loro attività lassativa, diuretica ed antireumatica, ma ormai l'uso è desueto così come desueto è l'utilizzo della polvere ottenuta dalle sole spore.
  • Harpagophytum o Artiglio del diavolo

    Harpagophytum procumbens - Artiglio del diavolo pianta e radice
    Harpagophytum procumbens detto anche artiglio del diavolo è una pianta originaria della Namibia e utilizzata dalla popolazione indigena come amaro-tonico, nelle febbri e nei disturbi digestivi e veniva impiegata anche sotto forma di pomata, preparata dalla pianta fresca e applicata sull'addome per favorire le contrazioni nei parti difficili.