Erbe officinali piante medicinali

Erbe e piante officinali vengono da sempre utilizzate dall'uomo come rimedio naturale utile per favorire il benessere dell'organismo in determinati momenti o particolari situazioni.

  • Polygonum bistorta L., Bistorta

    Polygonum bistorta - Bistorta
    La Bistorta è una pianta che per le sue proprietà viene usata in erboristeria per infusi e decotti, sia per uso esterno sia per quello interno, il modo migliore di utilizzare la Bistorta è quello di inghiottire direttamente la polvere dei rizomi, poiché la cottura altera i principi attivi contenuti.
  • Cisto pianta e fiore

    Cisto pianta e fiore cisto rosso - Cistus incanus proprietà
    Proprietà della pianta erbacea ed il fiore del cistus incanus detto anche Cisto rosso o Cisto villoso appartenente alla nota famiglia delle Cistaceae, l’estratto acquoso delle parti aeree è ricco della componente polifenolica e flavonoidica (miricetina, quercetina, kaemferolo, epigallocatechine, procianidine).
  • Piscidia erythrina L., Piscidia piscipula

    Piscidia piscipula - Piscidia erythrina l
    La piscidia piscidia erythrina è una pianta fasosa in omeopatia per la sua proprietà antispasmodica ed è considerata sedativa e calmante nell'insonnia nervosa e per questo la pianta di piscidia viene tradizionalmente miscelata in parti uguali alla Melissa oltre a venir utilmente suggerita anche nei casi di dismenorrea e come antalgico dell'apparato utero-ovarico.
  • Alchemilla

    Infuso di alchemilla come rimedio per disturbi mestruali
    L' infuso di alchemilla è un buon rimedio naturale contro i distrurbi mestruali, versare 150 ml d'acqua bollente su 3-4 cucchiaini di foglie essiccate, lasciare riposare 10 minuti e poi filtrare. In alternativa lasciare macerare le foglie in acqua fredda per più ore mentre in caso di dissenteria, disturbi mestruali o impurità della pelle berne 1 tazza 3 volte al giorno, lontano dai pasti.
  • Tiglio

    Tilia platyphyllos - Tiglio
    Il Tiglio per le sue proprietà è usato per curare arrossamenti cutanei, raffreddori ed influenze ed il suo nome scientifico è Tilia Platyphyllos Scop. ed appartiene alla famiglia delle Tiliaceae. I componenti attivi del tiglio sono: mucillagine, sostanze tanniche, grassi, zuccheri, erperidina e fitosterina.
  • Radice di eleuterococco

    Tintura madre di eleuterococco - Eleuterococco tintura madre
    Esempio di preparazione della tintura madre di eleuterococco inizio: in una bottiglietta di vetroscuro versare 100 g di etanolo al 40% su 100 g di polvere dì radice di eleuterococco, lasciare macerare per 5 giorni in un luogo al riparo dal sole a temperatura ambiente, scuotere di tanto in tanto ed infine filtrare. Spremere il deposito e conservare per 5 giorni al fresco, aggiungere poi altro alcol.