Erbe officinali piante medicinali

Erbe e piante officinali vengono da sempre utilizzate dall'uomo come rimedio naturale utile per favorire il benessere dell'organismo in determinati momenti o particolari situazioni.

  • Equisetum o coda di cavallo

    Equisetum - Proprietà della pianta di equisetum coda cavallina
    La coda cavallina o equiseto è una erba dalle proprietà curative da ritenersi tra gli organismi più antichi della Terra, in quanto il ritrovamento di resti fossili di alcune specie dell'ordine delle Equisetales indicano che erano piante diffuse già alla fine del Devoniano (395 – 345 milioni di anni fa). Dal punto di vista filogenetico sono piante più primitive delle angiosperme, infatti sono senza organi sessuali distinti, si propagano e si riproducono per mezzo di spore. Al genere Equisetum appartengono circa 20 o 30 specie (a seconda dei vari autori), delle quali una decina sono proprie della flora italiana.
  • Santolina chamaecyparissus

    Santolina chamaecyparissus proprietà
    La pianta dalle proprietà officinali Santolina santolina chamaecyparissus è una pianta aromatica della famiglia delle compositae asteraceae ed il suo habitat corrisponde a incolti aridi e colline assolate, la Santolina è una pianta aromatica alta circa 30-60 cm, legnosa alla base; foglie piccole, strettamente lineari, grigiastre; fiori tutti tubulosi, gialli, raccolti in capolini solitari; foglie e fusti hanno odore fortemente aromatico e sapore amaro che aumentano nei capolini.
  • Radice di eleuterococco

    Tintura madre di eleuterococco - Eleuterococco tintura madre
    Esempio di preparazione della tintura madre di eleuterococco inizio: in una bottiglietta di vetroscuro versare 100 g di etanolo al 40% su 100 g di polvere dì radice di eleuterococco, lasciare macerare per 5 giorni in un luogo al riparo dal sole a temperatura ambiente, scuotere di tanto in tanto ed infine filtrare. Spremere il deposito e conservare per 5 giorni al fresco, aggiungere poi altro alcol.
  • Aneto

    Aumentare la diuresi con infuso di aneto
    Infuso di aneto è adatto in caso di disturbi della digestione e per aumentare la diuresi. Berne una tazza dopo i pasti e prima di coricarsi può essere una toccasana in questi casi. Per preparare l'infuso di aneto è sufficiente versare 100 ml d'acqua bollente su 2 g di semi o foglie di aneto pestati, lasciare riposare qualche minuto ed infine filtrare.
  • Tisana di valeriana

    Tisana di valeriana
    La valeriana è una pianta rustica dalla fioritura perenne, che sboccia con fiori rosa o bianchi caratterizzati da un profumo davvero intenso ed il termine “valeriana” significa in latino "essere forte e sano”, sicuramente a causa della natura resistente di questa pianta che offre numerose opzioni terapeutiche dei suoi principi attivi. La tisana di valeriana può essere di aiuto contro l'ipertiroidismo in quanto svolge un'azione armonizzante su coloro che sono spesso tesi.
  • Il mandarino

    Olio essenziale mandarino
    Olio essenziale di mandarino contiene limonene, terpineolo ed aldeide, il limonene, grazie al suo aroma pungente e fresco, aiuta a superare la depressione e la tristezza, gli aldeidi invece depurano il sangue e favoriscono la secrezione biliare, aiutando il corpo a purificarsi. Infine gli altri componenti dell olio essenziale stimolano il metabolismo e combattono la pigrizia di stomaco e intestino.