Erbe officinali piante medicinali

Erbe e piante officinali vengono da sempre utilizzate dall'uomo come rimedio naturale utile per favorire il benessere dell'organismo in determinati momenti o particolari situazioni.

  • Ginkgo Biloba

    La pianta anzi l'albero di Ginkgo Biloba
    Ginkgo biloba, quali proprietà ha la pianta di ginkgo biloba? Le foglie della pianta del Ginkgo Biloba vengono impiegate nelle turbe vascolari della microcircolazione periferica e, in particolare, nell'insufficienza circolatoria cerebrale accrescendo il flusso sanguigno cerebrale e la tolleranza all'ipossia attiverebbe il metabolismo cellulare, migliorando l'utilizzazione del glucosio e dell'ossigeno.
  • Pianta officinale Aristolochia

    Pianta officinale Aristolochia
    La pianta era tradizionalmente impiegata come regolatore del ciclo mestruale nell'amenorrea, oligomenorrea e nei disturbi della menopausa e come ossitocico. Erano riconosciute anche proprietà drastiche purgative e diuretiche.
  • Polline delle api cosa contiene?

    Polline delle api composizione e cosa contiene di preciso
    Il polline delle api cosa contiene? Diversamente dal miele, che è il più importante e noto prodotto dell’alveare, il polline non può vantare lo stesso richiamo per il consumatore e nemmeno in minima parte eguagliare la forza attrattiva che il miele, prodotto dell’alveare per eccellenza,suscita specie nei consumatori più piccoli, in forza della sua dolcezza che lo pone da sempre tra le cose più buone, al punto da essere definito il “nettaredegli Dei”.
  • Essenza di verbena

    Essenza di verbena
    L'essenza di verbena è composta principalmente da citrale, geraniolo, nerolo e mircene. Tutte queste sostanze svolgono un'azione rinfrescante, rivitalizzante e antisettica che aiutano a favorire l'accelerazione del processo di guarigione delle ferite. Il geraniolo ha un effetto tonificante sulla pelle ed è un'essenza spesso contenuta nei prodotti di bellezza.
  • Tisane

    Tisane di erbe e piante officinali
    Bere una tisana è il modo più antico per somministrare i principi attivi di piante e erbe officinali ed è anche il modo più efficace in quanto l'acqua è il miglior solvente naturale. La tisana può essere sotto forma di infuso, decotto, semicupio o cataplasma.
  • Staphysagria

    Staphysagria - La Staphysagria è molto utilizzata in omeopatia
    A cosa serve la Staphysagria in omeopatia? La Staphysagria ha controindicazioni ed effetti collaterali?La staphysagria è una delle più famose piante che vengono introdotte nell'immenso mondo dell'omeopatia, ma nonostante il suo grandissimo uso nei nostri tempi moderni dovete sapere ha radici ben più antiche. La staphysangria, infatti, viene utilizzata nel corso degli anni per un grandissimo numero di trattamenti e benefici per la salute, tra cui la pulizia delle viscere o come unguento per lievi ferite e nel settore dell'omeopatia, gli usi e le applicazioni della staphysagria sono davvero moltissimi, gli uni completamente diversi dagli altri.