Erbe per aumentare il seno

Secondo la tradizione olistica ed erboristica alcune tipologie di piante ed erbe possono essere utili per aumentare e tonificare il seno in modo naturale.

Erbe per aumentare il seno? Quali sono le erbe o piante più efficaci? Se anche voi non volete dover ricorrere alla chirurgia e volete sapere le erbe per aumentare il seno, state facendo la scelta giusta per veder qualche taglia in più al vostro petto, provate allora a seguire i nostri consigli, in quanto si sono dimostrati efficaci per molte donne che, prima di voi, volevano conoscere le erbe per aumentare il seno.

Ci sono molti fattori essi determinano le dimensioni del seno di una donna e solitamente quelle che vogliono conoscere le erbe per aumentare il seno lo desiderano aumentare per sentirsi più attraenti e sicure di sè stesse.


Erbe per aumentare il seno

Di erbe per aumentare il seno naturalmente ce ne sono diverse e molti prodotti che ne contengono sono sono pubblicizzati in televisione, su riviste femminili e non, su internet, etc.

Questa propaganda è dovuta al fatto che molte donne insicure della grandezza del loro seno richiedono come fare per portare o anche mantenere il loro seno a dimensioni migliori, soprattutto dopo il parto, dopo una consistente perdita di peso o dopo la rimozione delle protesi mammarie.

Molte di queste donne, infatti, ricercano un'alternativa alla chirurgia del seno, cercando pillole, lozioni e creme a base di erbe che favoriscono l’aumento delle dimensioni del seno.

Questo avviene perché alcune di queste erbe hanno effetti estrogeni, un po’ come la pillola anticoncezionale che aumenta temporaneamente le dimensioni del seno in quanto gli estrogeni in esso contenuti provocano ritenzione di liquidi nelle mammelle che di conseguenza possono avere un effetto sul tessuto mammario.

A parte la genetica, la nutrizione è uno dei principali fattori che determinano le dimensioni del busto, basta pensare che quando una ragazza si avvicina alla pubertà, il seno inizia a crescere, e una dieta nutriente e ben equilibrata in tenera età aiuta ad aumentare le probabilità che sviluppi una misura diversa in età più adulta.

Inoltre gli squilibri ormonali durante determinati periodi, come la gravidanza e la menopausa, sono altri fattori comuni che possono portare a mutamenti nella dimensione del seno. Ecco perché molte donne, di qualsiasi età, spesso si lamentano del proprio seno e/o ricercano metodi e prodotti per cercare di migliorarlo esteticamente.

Esistono molti metodi chirurgici come le protesi e il trattamento laser che molte donne hanno sfruttato per aumentare le dimensioni del loro seno, ma sono operazioni che possono essere dolorose e potrebbero anche portare ad effetti spiacevoli se non si sceglie un bravo chirurgo. Infine c’è da sottolineare che sono metodi molto costosi.

Altra considerazione da fare è che oltre a prodotti di vario genere e operazioni, l’attività fisica con alcuni esercizi mirati come ad esempio i piegamenti può aiutare molto. Fare degli esercizi per tonificare e sollevare il seno esistono. Ad esempio fare piegamenti aiuta a mantenere il seno più tonico e sodo, ma di certo non può fare il miracolo sulle ragazze con un seno piccolo.

Ecco perché spesso si valutano le erbe per aumentare il seno che sono naturali e decisamente non invasive come un’operazione. Alcune erbe possiedono un alto contenuto di fitoestrogeni che sono sostanze vegetali simili agli estrogeni che regolarizzano e riequilibrano la funzione ormonale nel corpo.

Questi fitoestrogeni hanno anche proprietà benefiche nel curare la sindrome premestruale ed i sintomi della menopausa (es. oscillazioni dell'umore e vampate di rossore), ecco perché se ne sente molto parlare e spesso troviamo prodotti che ne contengono: aiutano l’organismo ad affrontare meglio i disturbi del ciclo, della menopausa e della sindrome premestruale.

Inoltre, diverse erbe come fieno greco, finocchio, borragine, cardo mariano, galega e verbena sono note per la loro proprietà galattogena, cioè di stimolo alla produzione del latte materno, stimolando la produzione dell'ormone della prolattina.

Nelle donne in generale questa proprietà legata alla funzione ormonale si trasforma in una semplice azione di regolazione della produzione di estrogeni, che ha un effetto diretto sullo sviluppo del seno.


Ecco alcune erbe per aumentare il seno:

Galega Officinalis: tra le diverse proprietà legate alla Galega si può sottolineare la presenza dei flavonoidi, composti naturali estratti dal legume di soja, che hanno azione estrogenica ma privi degli effetti collaterali degli estrogeni di sintesi. Questi flavonoidi agiscono come regolatori della produzione naturale di ormoni femminili, che vengono naturalmente captati dalle cellule dei recettori nelle ghiandole mammarie, portando così ad un aumento del volume del seno ed un miglioramento della circolazione della ghiandola mammaria.

Luppolo: noto per essere usato nella fermentazione della birra, contiene un potente fitoestrogeno e sostanze tonificanti. Queste caratteristiche portano a dire che il suo regolare impiego compensa le eventuali carenze fisiologiche di estrogeni, agendo direttamente sullo sviluppo del seno.

Pueraria mirifica (o Kwao Krua): si trova in Thailandia e Birmania e contiene fitoestrogeni, in particolare isoflavoni, pertanto come altre erbe con tali caratteristiche viene utilizzata come ingrediente per prodotti per aumentare il seno in modo naturale. Inoltre aiuta a tonificare il seno e prevenire delle malattie cardiovascolari, l'osteoporosi e migliora pelle e capelli.

Fieno greco: ha una lunga storia come ingrediente presente nei prodotti per aumentare il volume del seno. Contiene la diosgenina, usata per produrre estrogeni sintetici, promuove la crescita della ghiandola mammaria, completando i fitoestrogeni e la quantità di produzione ormonale. E’ noto in erboristeria anche per trattare i sintomi problematici della menopausa e del ciclo mestruale.

I semi di finocchio: sono una fonte ricca di flavonoidi che hanno effetti estrogenici, che portano al potenziamento della secrezione e conseguente formazione di nuove cellule del seno e dei tessuti. Per le mamme che hanno appena dato alla luce il suo bambino, si consiglia di prendere finocchio per promuovere e valorizzare la produzione di latte per il nutrimento del suo bambino.

Cardo Benedetto: è usato in erboristeria per trattare una serie di problemi femminili come mestruazioni dolorose e dolori associati. Inoltre è usato come regolatore ormonale, per aiutare la digestione e la circolazione, per alleviare l'infiammazione causata da una cattiva digestione e per stimolare la memoria. Per la sua potente proprietà estrogenica viene usato per prodotti destinati alle madri che allattano perché stimola la formazione del latte materno.

Angelica chinesis: è un’erba cinese chiamata anche Dong Qui. E’ nota per le sue proprietà che aiutano nel trattamento di alcuni sintomi della menopausa e della sindrome premestruale (PMS). Ha un effetto rilassante sui muscoli ed è stato usato come agente analgesico e antinfiammatorio. Promuove la sintesi del progesterone naturale, quest’ultimo è un altro ormone la cui produzione declina in menopausa. I nutrienti vegetali possono aiutare a lavare questi fuori del sistema, contribuendo ad aumentare la salute del tessuto mammario. E’ usata anche come il ginseng, in quanto migliora la circolazione sanguigna, favorisce una vita sessuale attiva, aiuta a purificare il sangue e fluidi corporei.

Tarassaco (Taraxacum officinales): è nota per promuovere la formazione di bile e togliere l'acqua in eccesso dal corpo in condizioni derivanti da problemi al fegato. Favorisce il potenziamento della secrezione, chiave per la formazione di nuove cellule del seno e dei tessuti ed aiuta nella pulizia dei siti recettori degli estrogeni che si “intasano” da tossine ambientali che imitano gli estrogeni. Inoltre agendo per eliminare le tossine agisce anche come tonico e stimolante. Un infuso di radice fresca si dice essere un bene per i calcoli biliari, ittero, problemi al fegato e di altri svariati problemi. Inoltre, ha un effetto che tende a valorizzare i fluidi lattici necessari per le mamme durante l'allattamento del loro bambino.

Alga kelp: più che un’erba è un’alga molto famosa anche per i prodotti destinati a contrastare la cellulite e nel dimagrimento generale. Promuove le secrezioni ghiandolari ed è ricca di concentrazione di iodio. Inoltre contribuisce a stimolare la formazione del latte materno, aiutando in tal modo durante il periodo di allattamento naturale.

Crescione: è una delle erbe comuni solitamente usata come ingrediente culinario, ma possiede anche proprietà molto utili alla salute in quanto viene ampiamente utilizzato dalle donne per affrontare disturbi ginecologici e migliora la produzione di latte materno per le madri che allattano. Non solo: il crescione ha anche proprietà antidolorifiche ed è utile nella cura di problemi della pelle come eczemi e dermatiti.

Serenoa Repens: contiene estrogeni di origine vegetale, come la diosgenina, pertanto viene usata per trattare i sintomi della menopausa e alleviare la sindrome premestruale (PMS). In realtà sono bacche e sembra possano avere un effetto volumetrico sul seno di una donna, cioè di aumentare il seno.

Trifoglio rosso: presente in Europa, Nord Africa ed alcune zone dell'Asia, è usato per produrre una cura a base di erbe per la cura di bronchite, osteoporosi, asma, malattie della pelle, ferite aperte, dolori e problemi legati al periodo mestruale e la menopausa e premenopausa. Contiene una sostanza che tende aiuta a promuovere la formazione di latte materno e di migliorare il seno dandone tonicità e volume.

Diverse erbe e piante officinali possono essere utili per aumentare il seno

Prodotti bellezza estetica donna

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo erbe per aumentare il seno

Grazie mille ! Ha funzionato, ho preso 2 taglie in 2 mesi ! :)

Credo che il mezzo più efficace per assumerle siano le capsule non le tisane. Come le capsule di fieno greco, di trifoglio rosso, ecc.. Sopratutto se unite al massaggio, che già da solo aiuta.

Lascia il tuo commento: