Esami delle urine: Gli esami delle urine

L'esame delle urine è un esame importante per poter diagnosticare eventuali patologie.

A cosa serve l'esame delle urine completo? L'esame delle urine è un esame che viene comunemente richiesto dal professionista al fine diagnostico, nel quale vengono riportati dei valori che per interpretazione possono eventualmente indicare la presenza di eventuali problematiche nel soggetto. I valori possono essere diversi e indicare numerose patologie e per questo tale esame viene affiancato successivamente ad ulteriori esami mirati.

Esami delle urine: Gli esami delle urine

Esami delle urine

Ecco in sintesi come avviene e soprattutto di cosa si tiene conto nell'esame delle urine:

Quantità delle 24 ore = CC. 1500-2000 si considerano quantità patologiche sotto i 500 cc. i 3.000 cc.

Il volume è aumentato: nel diabete melito, nel diabete insipido, nelle nerti croniche, nelle fasi di regressione degli edemi.

Il valore è diminuito: nelle nefriti acute, nell'uremina, nella eclampsia, calcoli o tumori del rene, malattie di cuore dei polmoni, nella febbre, diarrea e vomito.

Composizione normale dell'urina: acqua; sali; sostanze proteiche (urea, acido urico, creatina, creatinina).

colore: (varia con la concentrazione) citrino,giallo paglierino, giallo oro, ambra, lavatura di carne, itteriche, marsala.

aspetto: limpido, sublimpido, torbido.

peso specifico: 1010-1025

Reazione: acida (normale); alcalina; neutra; anfotera (quando la cartina rossa o azzurra diviene debolmente scura)

albumina: valori normali = assente

glucosio:

valori normali = assente
sangue: " = "
pigmenti biliari: " = "
acetone " = "
cloruri " = gr. 15 - 18%

Ricerca dei più comuni elementi patologici

1) Ricerca dell'albumina

a) ricerca qualitativa:

1° metodo - con stricia reattiva (Albustik)

2° metodo - si filtra l'urina in una provetta, si riscalda la parte superiore alla fiamma, si aggiunge qualche goccia di acido acetico al 10%.
Se vi è albumina, si vedrà formarsi un intorbidimento più o meno intenso nella parte superiore riscaldata.

b) ricerca quantitativa:
(dosaggio con albuminometro di Esbach) Si mette l'urina fino al segno U e si aggiunge reattivo Esbach fino al segno R; si agita e si lascia depositare per 24 ore, quindi si leggono i valori per mille dell'albumina.
La presenza dell'albumina nelle urine può essere data da diverse cause:

a) albumina fisiologica
(dopo strapazzi fisici, ingestioni abbondanti di uova e carni).

b) albumina ciclica o intermittente
lordotica o ortostatica.

c) albumina vera - aventi origine dal rene (lesioni del glomerulo renale per cui esso prende la funzione di bariera nei confronti delle proteine del sangue) ; in caso di gravissime lesioni tubulari (tubulo-necrosi) la perdita proteica si verifica massimamente anche dai tubuli.
le proteine urinarie possono provenire anche dalle paeti delle vie escretrici, ad esempio in caso di pielite, cistite, ecc., per formazione di abbondante essudato infiammatorio e di numerosi leucociti.

2) Ricerca di glucosio:

a) ricerca qualitativa:

1°metodo - con triscia reattiva (clinistix)

2°metodo - con reattivo feling A e B
si mettono in una provetta ccl di Feling A e cc. l di feling B, poi cc. 2 di urina ; si agita e si fa bollire. se vi è presenza di glucosio il contenuto della provetta assume un colore rosso mattone

b) ricerca quantitativa: In una provetta si mettono cc.0.5 di Feling A più cc.0.5 di Feling B più cc.4 di acqua e un pizzico di feerrocinauro di potassio; si porta ad ebollizione e si aggiunge l'urina a goccia a goccia con una pipetta graduata a decimo.
Si divide il numero fisso che è di 50 per i decimi di urina occorsi per la decolo reazione; il risultato si divide per 10 e si troveranno i grammi di glucosio per mille.

Le glicosurie possono essere divise in due grandi categorie

glicosurie da iperglicemia - ossia aumenta concentrazione di glucosio nel sangue oltre il tasso di l.70-l.80%; rappresentante la soglia renale di eliminazione di glucosio (ossia il tasso minimo al di sopra del quaale vi è passaggio di glucosio dal sangue nelle urine, attraverso il filtro renale).

Glicosurie da iperglicemia sono:

a) glicosuria da diabete mellito

b) " alimentare (per esagerata ingestione di zucchero)

c) " adrenalinica (provocata da iniezione di adrenalie - l'adrenalina libera il glicogeno dai tessuti muscolari e dal fegato).

glicosurie senza iperglicemia - nelle quali il passaggio del glucosio dal sangue nelle urine è da attribuirsi ad un abbassamento della soglia renale di eliminazione per il glucosio, per cui questa sostanza riesce a passare nelle urine anche senza essere aumentata di concentrazione nel sangue (glicosuria da diabete renale).

1° metodo con striscia reattiva (hemastix)
2° metodo con reattivo Meyer.

Si mettono cc.2-3 di urina in una provetta si aggiungono cc.1-1.5 di reattivo di Mayer, si stratifica con acqua ossigenata.

Se la reazione è positiva compare un anello rosso.

Gli esami delle urine

Corpo umano anatomia organi

Lascia il tuo commento: