Esercizi addominali uomo

Esistono esercizi addominali appositi per l'uomo? Alcuni esercizi sono più indicati per l'uomo, altri per la donna, vediamo assieme il perché.

Esercizi addominali appositi per l'uomo? Prima di descrivere gli esercizi addominali uomo è necessario fare una premessa all’uopo doverosa, una muscolatura tonica o meglio ipertrofica dei muscoli della regione antero-laterale dell’addome è sicuramente sinonimo, da un punto di vista psicologico, della cura di sé e, da un punto di vista anatomo-funzionale, di un individuo forte ed atletico.

Esercizi addominali uomo

Esercizi addominali uomo

Fondamentalmente questi sono i motivi per cui gli uomini dedicano molto tempo all’esercizio di tutti quei muscoli che contribuiscono al raggiungimento di una parete addominale forte e muscolosa anche se su diversi livelli.

Benché l’accanirsi verso il lavoro addominale sia testimonianza di quanto si tenga all’aspetto di tale area muscolare, a lato pratico tale approccio ha più una valenza di appagamento psicologico piuttosto che fisiologico nella qualità del raggiungimento del risultato ambito.

Mi spiego: da un punto di vista psicologico, la grande mole di lavoro che normalmente si dedica alla muscolatura addominale deriva dalla convinzione (albergante nell’immaginario comune dei tanti) legante tale aspetto verso il raggiungimento di risultai migliori.

Invece da un punto di vista fisiologico i muscoli della parete addominale presentano caratteristiche analoghe ad altri gruppi muscolari che presentano una analoga o simile popolazione nella tipologia delle fibre muscolari che li compongono.

Pertanto, la domanda nasce spontanea: perché stressare con elevati volumi di lavoro la parete addominale rispetto ad altri gruppi muscolari?

La risposta è semplice e duplice:

1)Perchè si crede che più si allena un muscolo maggiore sarà il suo grado di trofismo muscolare.
2)Perché si è ancora convinti che attraverso un maggior volume quantitativo di esercizio addominale è possibile debellare le indesiderate adiposità localizzate su tale area.

In risposta al prima punto, l’eccesso di lavoro che stressa il muscolo al posto di stimolarlo favorisce l’effetto opposto a quello desiderato, cioè, il catabolismo proteico = perdita di massa muscolare.

I muscoli per crescere necessitano di essere stimolati in modo appropriato attraverso l’allenamento e non certo stressati con volumi abnormi di lavoro.

Tanto peggio se gli addominali li allenate tutti i giorni. Verrebbe meno il rispetto del secondo principio, ossia del riposo.

E’ durante il riposo che i muscoli recuperano e crescono e l’allenamento dei muscoli della regione addominale su base giornaliera non predispone certamente al recupero ottimale.

Invece, per ciò che concerne il secondo punto è bene chiarire che non ha senso sovra allenare gli addominali ai fini lipolitici (cioè ai fini dimagranti).

Infatti, stando a quanto dice la letteratura scientifica in merito non esiste testimonianza sperimentale che possa validare l’effettività della capacità di un esercizio per produrre dimagrimento relativamente alla zona anatomica del corpo sulla quale esso viene eseguito.

Detto questo, vediamo un esempio di protocollo di lavoro addominale (esercizi, volume di lavoro, tempo di recupero tra le serie) che è possibile riprodurre all’interno della sala pesi delle palestre e/o dei centri fitness:

Crunch inverso su panca inclinata 3x12
Crunch con torsione (a destra ed a sinistra) su panca inclinata 3x12
Crunch su Swiss Ball 3x12

Oppure

Crunch inverso alle parallele 3x12
Doppio crunch 3x12
Crunch con torsione su Swiss Ball 3x12

Fate 60 secondi di pausa tra le serie.

Esercizi addominali per l'uomo

Esercizi palestra allenamento fitness

Lascia il tuo commento: