Esercizi kettlebell

Esercizi ed allenamento con i kettlebell sono l'ultima riscoperta del mondo fitness e del benessere.

Esercizi kettlebell? E’ proprio il caso di dirlo “ a volte ritornano ”, stiamo parlando del kettlebell training, ma che cosa sono le kettlebell e quali vantaggi offrono? Le kettlebell sono delle palle in ghisa con una maniglia al centro, in commercio si trovano kettlebell di varie pezzature; allenarsi con questi strumenti consente di migliorare sia atleticamente e sia dal punto di vista coordinativo.

Esercizi kettlebell

Esercizi kettlebell

I Girya, il nome con cui le kettlebell venivano chiamate nell’antica Russia, venivano infatti utilizzate per migliorare forza fisica, resistenza, potenza, coordinazione muscolare; il concetto alla base di questo sistema di allenamento è quello del costante impiego e reclutamento di molti distretti muscolari nello stesso esercizio .

Allenarsi con i kettlebell comporta come prima cosa massima attenzione la concentrazione deve essere sempre al massimo, bisogna cercare di percepire ogni singolo muscolo che si vuole far lavorare, ma cosa ben più importante cercare di sentirlo in relazione alla catena muscolare che si sta utilizzando.

Difficilmente gli esercizi eseguiti con questi attrezzi avranno a che fare con il concetto di allenamento selettivo che si può vedere in una sala pesi classica; i muscoli sono sempre inseriti nel concetto di catena cinetica, nella quale i muscoli si aiutano l’un l’altro al fine di ottenere un risultato comune, si tratta di educare il proprio sistema neuro-muscolare ad una sinergia talmente intima da creare un meccanismo perfetto di efficienza ed efficacia fisica.

Le capacità che si sviluppano con questi attrezzi hanno alla base il costante utilizzo di tutta la muscolatura posturale, di fondamentale importanza il lavoro sulla catena cinetica posteriore ovvero :polpacci, ischio-crurali, glutei, quadrato dei lombi, lunghissimi del dorso, gran dorsali, romboidei, solo per citarne alcuni.

Possiamo identificare in questo tipo di lavoro il segreto del kettlebell training, ovvero creare una muscolatura estensoria forte che consente al corpo di stare ben eretto e di costruire delle fondamenta solide antigravitarie; sappiamo infatti che il nostro corpo è alla costante ricerca di un equilibrio dinamico in un ambiente in cui vige la forza di gravità, la quale tende a schiacciarci al suolo.

Infatti senza il nostro sistema muscolo-ligamentoso-articolare posteriore, il quale oppone resistenza nei confronti della gravità, ci sarebbe probabilmente un ritorno alla quardupedia, ma grazie ad esso e grazie inoltre agli appoggi idraulici anteriori dovuti alle pressioni dei visceri del torace e dell’addome, contenuti e tenuti in sede dai muscoli addominali, il risultato è quello apparentemente semplice ma alquanto ingegnoso della postura bipede .

Con il kettlebell training si allenano non soltanto i muscoli in quanto tali, ma anche il loro controllo e la loro elasticità; molti degli allenamenti e degli esercizi proposti sono infatti capaci di sviluppare grande mobilità e soprattutto stabilità articolare; i Girya sono il punto di congiungimento dell’attività con i pesi, dell’attività cardio e di attività di coordinazione motoria;
insomma un allenamento ad alto impatto metabolico, il quale tramite l’impiego di molti distretti muscolari, mette in gioco l’apparato respiratorio e quello circolatorio, incrementando in maniera esponenziale il consumo calorico di ogni singolo allenamento.

Un allenamento molto dinamico con una grande componente balistica, favorita dal caratteristico carico decentrato che i kettlebell possiedono rispetto ai normali manubri e bilancieri.

Altro segno particolare è la componente di monolateralità di molti degli esercizi con i kettlebell, molti di questi prevedono l’utilizzo alternato degli arti e molti quello alternato e combinato tra arti superiori ed inferiori, questo consentirà di sviluppare forza nei termini di ottimizzare il vostro lato “debole”, senza dover per forza ricorrere ad utilizzare carichi più pesanti.

Molto adatto per l’allenamento femminile in quanto il reclutamento simultaneo della componente muscolare e di quella respiratoria e circolatoria, consente di ottenere un ottimo mix di attività cardio e di tonificazione, questo determina una risposta ormonale di gran lunga superiore rispetto ad una normale seduta in palestra, il che soprattutto per una donna risulta essere determinante per poter essere incisivi e performanti nel proprio allenamento.

I tre esercizi base dell’allenamento con i kettlebell sono gli SWING, i CLEAN e gli SNATCH; stiamo parlando dei tre capisaldi del mondo kettlebell, “l’ABC“ da cui non si può non prescindere, sono gli esercizi che più identificano il concetto di allenamento funzionale e metabolico racchiuso in queste palle di ghisa .

Il minimo comune denominatore di questi tre esercizi è il lavoro a carico del bacino, in particolare bisogna essere sicuri di una perfetta attivazione della muscolatura glutea, il lavoro del bacino si effettua prevalentemente sul piano antero-posteriore e non su quello frontale.

Massima attenzione va, inoltre, al rispetto della fisiologica curva lombare, bisogna rispettare l’arco lombare in modo che le pressioni sui dischi intervertebrali siano ben ripartite; l’addome deve essere tenuto ben contratto per coadiuvare il lavoro dei glutei; per meglio percepire questo lavoro è opportuno che la spinta sia effettuata a partire dal tallone del piede in modo da meglio predisporre il corpo all’attivazione di tutta la catena posteriore.

Insomma, come si può ben capire stiamo parlando di un sistema di allenamento molto efficace, in grado di dare risultati garantiti, allo stesso tempo si parla di un allenamento molto tecnico capace di dare grande soddisfazione nell’apprendimento, proprio per questo motivo il consiglio più grande è sicuramente quello di avvalersi di un buon personal trainer per farvi guidare in maniera professionale al lavoro con i kettlebell.

Esercizi kettlebell e come si usano.

Esercizi palestra allenamento fitness

Lascia il tuo commento: