Esercizi per perdere peso velocemente

Con quali esercizi si perde più peso? Per perdere peso, svolgere quotidianamente anche i più semplici esercizi è l'attività migliore che una persona possa fare.

Quali sono gli esercizi più efficaci per perdere peso velocemente? Ecco una raccolta di semplici esercizi per perdere peso velocemente anche stando a casa, perché l’unico modo per perdere grasso corporeo e peso superfluo in modo effettivo è seguire un corretto regime nutrizionale associato inevitabilmente ad un altrettanto appropriato regime di esercizio fisico.

Essere costanti nel perseguire un programma d’esercizio fisico può essere, a volte, difficile per la maggior parte delle persone. Ma c’è sempre una soluzione per allenarsi, se ciò rientrasse tra le proprie priorità. Bisogna, quindi, volerlo ad ogni costo perhè se non foste realmente motivati, basterebbe un minimo appiglio per farvi perdere la costanza nella sua pratica.

Esercizi per perdere peso velocemente

Esercizi per perdere peso

Per iniziare, la semplice camminata vi aiuterà moltissimo ai fini del dimagrimento. Con la sola attività fisica della camminata si conciliano due condizioni metaboliche e funzionali: si bruciano calorie e si tiene in allenamento il cuore. Una camminata a passo sostenuto può arrivare a farvi bruciare ben 500kcal all’ora.

L’aspetto più allettante della camminata è che si tratta di esercizio fisico, innanzitutto, corroborante e poi che è possibile eseguire in qualsiasi posto: vicino casa, vicino il proprio posto di lavoro, etc.

Inoltre, piccoli accorgimenti possono fare veramente la differenza. Ad esempio, se dovete fare delle compere presso uno shopping center, parcheggiate l’auto lontano dal suo ingresso. In questo modo mettere il vostro corpo sotto esercizio fisico anche se non state compiendo una vera e propria seduta di esercizio fisico mirata!

Oppure, se il vostro uffico non è troppo distante da casa vostra, non usate l’autovettura ma recatevi sul posto di lavoro e tornate a casa a piedi. Ancora, se abitate in un palazzo, non usate l’ascensore ma le scale! Si fatica di più ma il cuore e la salute generale vi ringrazieranno.

Vi sono, inoltre, numerosi altri esercizi che abbinati ad un programma aerobico (come quello della camminata appena discusso) aiutano notevolmente ad incrementare il metabolismo di base, quindi, amplificando notevolmente il processo di dimagrimento.

Uno di questi esercizi è lo squat. Si tratta di un esercizio che presuppone un appoggio dei piedi distanziato quanto la larghezza delle spalle, il piegamento delle ginocchia e la flessione dell’anca mantenendo il busto il posizione eretta. Il movimento riflette la caratteristica azione di sedersi ed alzarsi dalla sedia.

Per una corretta esecuzione, è necessario arrivare, durante il piegamento delle ginocchia e contemporanea flessione delle anche (fase discendente o negativa del movimento) con le cosce, almeno, parallele rispetto al suolo. Inoltre, è estremamente necessario - al fine di scongiurare stress sul tendine rotuleo - che durante la fase discendente le ginocchia non avanzino oltre l’immaginaria linea orizzontale congiungente la punta dei piedi.

Sempre in riferimento alla fase discendente è fondamentale tenere inalterate le fisiologiche curve rachidee. Molte persone nel tentativo di eseguire lo squat cifotizzano (curvano in avanti) rachide toracico e lombare con la conseguente perdita di resistenza della colonna vertebrale verso le compressioni assiali.

Ultimo accorgimento: non flettete il tronco eccessivamente in avanti durante la fase discendente del movimento, altrimenti, i muscoli fortemente interessati durante la successiva fase ascendente, cioè di ritorno alla posizione di stazione eretta di partenza saranno gli erettori spinali e meno la muscolatura degli arti inferiori.

Questo esercizio è fondamentale per migliorare il tono-trofismo del muscolo quadricipite femorale. Il buon condizionamento trofico-funzionale di tale muscolo è molto utile per coloro che soffrono di dolori alle ginocchia.

Degli altri esercizi che facilmente si possono eseguire in casa senza, pertanto, doversi per forza recare presso una palestra, sono i piegamenti a terra.

Questi si possono eseguire con un appoggio manuale a terra che sia più largo della larghezza delle spalle oppure inferiore rispetto alla larghezza delle spalle.

La prima soluzione favorisce il reclutamento selettivo del muscolo Grande Pettorale, invece, la seconda è responsabile di un prevalente reclutamento del tricipite brachiale.

Se foste alle prime armi con l’esecuzione di quest’ultimo esercizio vi consiglio vivamente di adottare la presa larga.

Con la presa stretta affaticheresti troppo precocemente il tricipite e quindi le vostre capacità di proseguire con ulteriori serie nell’ambito della stessa sessione d’allenamento sarebbe preclusa!

Altro esercizio facilmente eseguibile tra le mura domestiche sono gli affondi sagittali. Si tratta di disporre, partendo dalla posizione di piedi paralleli, alternativamente un arto inferiore in avanti mentre l’altro rimane sul posto. L’esercizio consiste nel piegare in modo sincrono le ginocchia dei due arti, sia quello posizionato anteriormente che quello posizionato posteriormente.

A piegamento compiuto, il ginocchio dell’arto disposto anteriormente sarà rivolto verso l’avanti mentre, invece, quello dell’arto inferiore disposto in posizione arretrata sarà rivolto verso terra.

La fase negativa del movimento, cioè la fase discendente, si reputa compiuta quando il ginocchio relativo all’arto disposto posteriormente arriva a sfiorare il pavimento.

La fase positiva consiste nel ritorno alla posizione di stazione eretta iniziale.

Si procede alternando il posizionamento degli arti inferiori nelle rispettive posizioni, avanti ed indietro; cioè se durante la prima ripetizione l’arto inferiore disposto in posizione avanzata era il sinistro, nella seconda ripetizione sarà, invece, il destro e così via alternando in modo successivo il posizionamento dei due arti inferiori al procedere delle ripetizioni.

Attenzione: così come nello squat, durante la fase discendente, il ginocchio in piegamento relativo all’arto disposto anteriormente non deve superare la punta del piede omolaterale.

Raccolta pratica di esercizi semplici ma efficaci per perdere peso più velocemente

Perdere peso dimagrire velocemente

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo esercizi per perdere peso velocemente

Consigli per perdere peso velocemente

Consigli magnifici

Lascia il tuo commento: