Esercizi pettorali alti

Esercizi per tonificare al meglio i pettorali alti.

Prima di descrivere gli esercizi appositi per tonificare i pettorali alti è bene precisare che per quanto riguarda la possibilità di reclutamento differenziato nell’ambito dei singoli gruppi muscolari, questa deve essere ricercata nelle caratteristiche anatomo-morfologiche del gruppo muscolare in oggetto.

Esercizi pettorali alti

Pettorali alti

Si vuole ricordare che la fibra muscolare si sviluppa (cioè cresce muscolarmente) sempre e solo in funzione della sua estensione.

Le fibre muscolari hanno una forma cilindrica. Pertanto, in risposta ad un processo ipertrofico, la loro crescita sarà sempre e solo longitudinale.

Con questo si vuol far luce sul concetto che indipendentemente dalla direzione che abbia il movimento col quale si vuole stimolare un certo distretto muscolare, la crescita avverrà sempre e solo in funzione della direzione longitudinale con la quale la fibra muscolare si estende sul suo territorio anatomico di competenza e non, quindi, in funzione della direzione del movimento inflitto a tale gruppo o ventre muscolare.

Quindi, se si vuole conoscere la direzione nella quale il muscolo si svilupperà una volta adattato agli stimoli allenanti, questa la si deve ricercare nell’osservazione morfologica della direzione delle sue fibre e non a partire dal tipo di movimento erogato.

Una volta accertata la direzione di estensione delle fibre del muscolo in oggetto si sceglierà l’apposito esercizio il cui movimento ricalcherà la direzione delle sue fibre.

Inoltre, il reclutamento di una certa porzione muscolare di un determinato gruppo muscolare è da ricercare nelle sue caratteristiche anatomiche e cioè se il gruppo muscolare in questione presenta o meno più punti di “origine prossimale”.

Il Grande Pettorale presenta tre origini prossimali che danno luogo a 3 ventri muscolari:

  1. Fascio clavicolare o pettorale alto.
  2. Fascio sterno-clavicolare o pettorale medio.
  3. Fascio costo-sternale o pettorale basso.

La differenza nel loro reclutamento selettivo non la fa il tipo di movimento (poiché trattasi in tutti e 3 i casi di fibre muscolari con una disposizione in direzione medio-laterale), ma il rapporto spaziale tra tronco ed arti superiori nell’ambito di un medesimo movimento.

Ad esempio, il noto esercizio di “distensioni con bilanciere su panca” implica uno stesso movimento sia che lo si esegua su una panca inclinata, orizzontale o declinata.

Ma lo stesso movimento eseguito con inclinazioni diverse relativamente alla panca sulla quale si svolge l’esercizio determina effetti di reclutamento muscolare diversi.

Esempio di esercizi per la parte alta del petto:

Distensioni con 2 manubri su panca inclinata

Distensioni con bilanciere su panca inclinata

Croci con 2 manubri su panca inclinata

Per riassumere, gli esercizi qui sopra elencati stimolano il reclutamento selettivo delle fibre del ventre clavicolare (petto alto) del muscolo Grande Pettorale per i 2 seguenti motivi:

  1. Il movimento eseguito su panca inclinata ricalca esattamente la direzione anatomica delle fibre clavicolari del Grande Pettorale.
  2. Il reclutamento selettivo del “petto alto” è possibile poiché presenta un origine prossimale differente da quelle degli altri 2 ventri muscolari del Grande Pettorale (petto medio e petto basso).

Esercizi pettorali alti

Esercizi palestra allenamento fitness

Lascia il tuo commento: