Eupatorium cannabinum: Canape di acqua

Canapa d'acqua eupatorium cannabinum sono piante della famiglia delle compositae Asteraceae, il loro habitat preferiti sono le: paludi, terreni umidi, fossi e si possono trovare in Europa, Asia mediterranea, Africa settentrionale. L'Eupatorium cannabinum è un' erbacea perenne, alta 60-150 cm, con rizoma strisciante di odore nauseante, fusto eretto, tomentoso, rossiccio e foglie pu bescenti, a margine dentato.

Eupatorium cannabinum: Canape di acqua

Canape d'acqua

L’eupatorium cannabinum è una pianta il cui impiego risale ancora all’età greca ed egizia le cui proprietà erano già ben note ancora all’epoca quando veniva impiegata come rimedio per numerosi trattamenti previsti dalla medicina popolare che utilizzava tutte le parti della pianta come soluzione omeopatica: fatta eccezione per le foglie che possono essere raccolte prima della fioritura della pianta ed essiccate i fiori ed il busto possono essere utilizzati freschi senza compromettere la loro efficacia nei confronti della salute dell’intero organismo.

Le capacità della canapa d’acqua nei confronti delle difese del corpo e della sua capacità di mantenersi in forma sono ben note, dato che le sue proprietà sono molto famose per:

  • Curare le infiammazioni sia interne che esterne.
  • Sono utili per trattare l’anemia in quanto promuovono la salute del sangue e del suo corso.
  • Gli erboristi di tutto il mondo consigliano l’eupatorium cannabinum per curare i problemi digestivi come la sindrome dell’intestino irritabile, ulcere dello stomaco e diarrea; l’erba secca della canapa d’acqua può venir tranquillamente utilizzata tramite infusione e consumo orale per promuovere la digestione ed il passaggio del cibo lungo il tratto gastrointestinale e può essere combinato con la camomilla per lenire possibili infiammazioni dell’apparato: questo è un rimedio adatto a tutti, giovani ed anziani, approfittatene!
  • La pianta della canapa d’acqua è ben nota anche per le sue proprietà antibatteriche che fa si che venga utilizzati da migliaia di anni per curare mal di gola, tosse, bronchite e diversi altri tipi di problemi respiratori. Un impiego abbastanza comune dell’infuso di canapa indiana è fatto dai cantanti che svolgono dei semplici gargarismi con il composto per rilassare gola e corde vocali, mentre nella medicina tradizionale veniva utilizzata anche per permettere al corpo di espellere catarro e muco naturalmente.
  • Un impiego comune della canapa d’acqua riguarda la guarigione da emorragie sia interne che esterne, dato che nei trattamenti tradizionali cinesi veniva utilizzata addirittura per trattare il sanguinamento durante il periodo mestruale.
  • La canapa indiana può aiutare anche reni e fegato a liberarsi di tossine e altri composti dannosi per la loro struttura formatisi durante la digestione, che assieme ai radicali liberi possono venir considerati come un vero e proprio pericolo per l’intero organismo.
  • L’infuso di canapa d’acqua è impiegato anche come un famoso collirio per pulire gli occhi e combattere le infezioni come la congiuntivite, alquanto comune al giorno d’oggi visto il numero di virus presenti nell’aria. Non dovete fare altro che infondere una corretta dose di canapa d’acqua in una tazza d’acqua bollente e lasciar raffreddare il composto per ricevere i benefici!
  • Un impacco preparato con le foglie di canapa d’acqua può rivelarsi utile per trattare i casi di mal di testa ed emicrania cronica.
  • La canapa d’acqua è uno degli ingredienti principali della maggior parte dei prodotti cosmetici per curare gli inestetismi della pelle così come per le creme e pomate cicatrizzanti visto che è ricca di proprietà astringenti.
  • Se aggiunta all’acqua del vostro bagno quotidiano la canapa d’acqua risulta davvero utile per alleviare i dolori articolari come l’artrite e lenire i disturbi che affliggono i tessuti muscolari.

Sebbene la canapa d’acqua non preveda alcun effetto collaterale particolarmente grave per la salute ci sono alcune persone che dovrebbero evitarne l’uso, come ad esempio  le donne incinta o durante il periodo di allattamento o durante il trattamento con altri farmaci specifici.

La canapa d’acqua può aiutarvi a contrastare diversi problemi di salute, basta seguire sempre i consigli proposti dal vostro medico specialista in modo da evitare le possibili controindicazione del rimedio omeopatico in questione, l’eupatorium cannabinum.

Parti usate:

  • rizoma,
  • foglie,
  • sommità fiorite.

Raccolta:

  • radice: primavera;
  • foglie e fiori: durante la fioritura.

Componenti:

  • eupatorina (amaro principale),
  • olio volatile,
  • tannino,
  • inulina,
  • resina

Azione farmacodinamica:

  • diuretica,
  • emetica,
  • astringente bronchiale,
  • stimolante,
  • lassativa,
  • antiscorbutica,
  • anodina,
  • aperitiva,
  • sudorifica,
  • vulneraria.

Impiego:

Il rizoma risulta utile nella cure di psoriasi, bronchite cronica, idropisia ed inerzia biliare, mentre foglie e fiori per problemi come idropisia, idrocele, itterizia, bronchite cronica, atonia gastrica, scorbuto.

Canapa d'acqua

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: