Extrasistole sintomi

Avete sintomi dell’extrasistole? Non sapete nemmeno cos’è l'extrasistole? Continuate a leggere per saperne di più su questo problema e cosa fare. Tenete a mente che non sempre l’extrasistole provoca sintomi evidenti, quindi controllate periodicamente il vostro cuore per sapere se siete in buona salute.

extrasistole sintomi

Extrasistole sintomi e consigli vari

I sintomi in generale della extrasistole

In molti casi, non compaiono sintomi ma quando si manifestano sono:

  • Sentite il battito del cuore (palpitazioni)
  • Avvertite un battito cardiaco saltato o assente.

In molti casi, non compaiono sintomi ma quando si manifestano sono:

  • Sentite il battito del cuore (palpitazioni)
  • Avvertite un battito cardiaco saltato o assente.

Se soffrite di malattie cardiache, l’extrasistole può diminuire il flusso sanguigno dal cuore ad altre parti del corpo e causare capogiri e svenimenti.

Nessun sintomo

Se le extrasistoli sono lievi e infrequenti, non è detto che compaiano dei sintomi. In questo caso si parla di extrasistole asintomatica. Potete scoprire se soffrite di questa condizione solo con un elettrocardiogramma (ECG) di routine fisica o in caso di valutazione preoperatoria.

Palpitazioni

È possibile che sentiate palpitazioni nel torace e nel collo. Le palpitazioni sono fastidiose perché i battiti cardiaci sono forti: la pulsazione del cuore subito dopo un’extrasistole di solito è più energica (il ventricolo si contrae con più vigore) del normale. Potreste avvertire la sensazione che il cuore si sia fermato brevemente perché vi è solitamente una breve pausa del battito cardiaco dopo un’extrasistole quando il sistema elettrico del cuore si regola. Inoltre, potreste non sentire l’extrasistole in corso poiché il cuore non ha avuto il tempo di riempirsi di sangue prima di battere: questo è il motivo per cui potreste avere la sensazione che i battiti siano "saltati" o "assenti".

Extrasistole con bigeminismo, coppie o triplette

Nel caso di extrasistoli frequenti, come con bigeminismo (ogni altro battito cardiaco è un’extrasistole), coppie (due consecutive) o con triplette (tre extrasistoli di seguito) spesso non si manifestano sintomi. In rare occasioni però potreste avvertire debolezza, vertigini o svenimento perché spesso le extrasistoli diminuiscono la capacità del cuore di pompare sangue agli altri organi (ridotta gittata cardiaca), con conseguente pressione sanguigna bassa.

Tre extrasistoli o più di seguito

Se avete tre o più extrasistoli consecutive, soffrite di tachicardia ventricolare. La tachicardia ventricolare prolungata può portare a:

La tachicardia ventricolare può anche degenerare in fibrillazione, che è un ritmo cardiaco fatale.


Che cos’è l’extrasistole?

L’extrasistole è un battito cardiaco in più causato da un’attività elettrica anomala. Inizia nei ventricoli (le camere inferiori del cuore) prima che si verifichi un normale battito cardiaco. L’extrasistole interferisce con il normale ritmo del cuore e provoca una pausa prima del battito cardiaco successivo. Potreste quindi per questo avere la sensazione che sia saltato un battito cardiaco.

Epidemiologia

Sia l’extrasistole atriale che quella ventricolare sono comuni a tutte le età.

Extrasistole atriale

  • è comune nelle persone sane con cuori normali
  • Può verificarsi anche quando vi è una maggiore pressione sugli atri come nel caso d’insufficienza cardiaca o disturbi della valvola mitrale e può manifestarsi prima dello sviluppo della fibrillazione atriale. È aggravata dall'alcol e dalla caffeina

Extrasistole ventricolare

  • è comune e può verificarsi a qualsiasi età.
  • è più frequente nelle persone con una malattia cardiaca strutturale. È il tipo più comune di aritmia che si verifica dopo un infarto miocardico. Può comparire anche se avete una grave ipertrofia ventricolare sinistra, la cardiomiopatia ipertrofica e insufficienza cardiaca.

Extrasitole nei Bambini

  • L’extrasistole atriale è molto comune e solo raramente associata a qualche malattia.
  • Anche l’extrasistole ventricolare è diffusa.  In un cuore strutturalmente normale, è di solito benigna.
  • Entrambi i tipi d’extrasistole di solito scompaiono praticando attività fisica.


Cause extrasistole

Le cause dell’extrasistole comprendono:

  • Stress fisico o emotivo
  • esercizio fisico
  • Caffeina, alcool, tabacco e altre droghe (per esempio cocaina, anfetamine)
  • Alcuni farmaci, specialmente quelli che stimolano il cuore
  • Disturbi cardiaci 

Disturbi cardiaci che possono provocare l’extrasistole

  • infarto
  • Coronaropatia
  • Patologie che ingrandiscono i ventricoli (a es. insufficienza cardiaca)
  • Disturbi delle valvole cardiache
  • malattia cardiaca congenita

Fattori di rischio per l’extrasistole

  • Può verificarsi in cuori normali, dove la prevalenza di extrasistoli aumenta con l'età
  • Ipertensione
  • Malattie cardiache, tra cui infarto miocardico acuto, cardiopatia valvolare, cardiomiopatia, ipertrofia ventricolare e insufficienza cardiaca
  • Disturbi elettrolitici, tra cui ipopotassiemia, ipomagnesiemia, ipercalcemia
  • Farmaci tra cui digossina, aminofillina, antidepressivi triciclici, cocaina, anfetamine
  • Eccesso di alcol
  • Infezione
  • Stress
  • Chirurgia
  • Ipertiroidismo
  • Forse l’apnea centrale del sonno è legata all’extrasistole
  • Stimolanti come la caffeina possono avere un ruolo, anche se questo non è stato dimostrato per l’extrasistole ventricolare.


Diagnosi

Il medico vi farà domande sui vostri sintomi e la storia medica ed eseguirà un esame fisico. Se soffrite di una malattia cardiaca, dovreste vedere un cardiologo.

Esami per verificare le extrasistole

I test possono includere:

  • test di laboratorio: Per controllare i livelli di elettroliti (in particolare potassio e magnesio) ed i livelli dei farmaci (ad esempio se assumete medicinali che possono influenzare il ritmo cardiaco).
  • Elettrocardiogramma (ECG): Consente di visualizzare l'attività elettrica del ritmo cardiaco e la frequenza.
  • Elettrocardiogramma dinamico secondo Holter Il medico potrebbe usarlo se avete sintomi, ma il disturbo del ritmo cardiaco non è visualizzato su un ECG. Questo tipo di monitoraggio è utile perché misura l'attività cardiaca per un periodo più lungo.
  • Ecocardiogramma: Mostra un'immagine e la funzione delle strutture del cuore utilizzando gli ultrasuoni (onde sonore ad alta frequenza).


Prevenzione

Per cercare di evitare l’extrasistole:

  • È meglio smettere di fumare, se lo fate
  • Consumate alcool e caffeina con moderazione.

Come trattare l'extrasistole

Nella maggior parte dei casi, non è necessario alcun trattamento tuttavia, può essere utile ridurre lo stress ed evitare caffeina, alcol e tabacco. Se pensate che un farmaco che state assumendo possa essere la causa dell’extrasistole, chiedete al medico se è necessario ridurre la dose o cambiare medicinale. Forse il medico vi consiglierà dei farmaci se avete sintomi indicativi dell’extrasistole, soffrite di una malattia al cuore o se il modello dell’extrasistole indica un rischio di sviluppare problemi più gravi del ritmo cardiaco. 

Farmaci

  • I beta-bloccanti sono in genere il primo tentativo poiché sono medicinali relativamente sicuri. 
  • Potreste utilizzare anche i farmaci antiaritmici ma aumentano anche le probabilità di sviluppare ritmi cardiaci pericolosi. 
  • Altri farmaci che potrebbe consigliarvi il medico includono i calcio-antagonisti. 

Parlate con il vostro medico per sapere qual è il trattamento migliore per voi.

Complicazioni

Se le extrasistoli sono frequenti forse avete qualche problema ed è bene intervenire perché a volte, anche se non sempre, causano, nel peggiore dei casi, un arresto cardiaco.


Trattamento naturale o alternativo

La ricerca in questo campo è ancora in alto mare: non si sa ancora molto riguardo alle erbe o ai nutrienti che aiutano a prevenire o curare l’extrasistole. I rimedi seguenti potrebbero essere utili ma sono necessari altri studi:

Oli di pesce

Gli oli di pesce possono ridurre la frequenza e la gravità delle palpitazioni cardiache. Gli oli di pesce e gli acidi grassi omega-3 sono stati studiati per l’extrasistole più di ogni altro integratore naturale. Gli oli di pesce stabilizzano le membrane delle cellule cardiache.

Olio di semi di lino

Anche l’olio di semi di lino ha acidi grassi omega 3 e può aiutare.

Carnitina

Potete prendere la carnitina in quantità inferiore a 100 mg al giorno.

Coenzima Q10

Il Coenzima Q10 in quantità inferiore ai 30 mg al giorno può essere utile.

Magnesio

Il magnesio è stato utilizzato per le palpitazioni cardiache e molti medici credono che questo minerale sia molto valido assumendone una quantità di 200-400 mg al giorno inizialmente e poi ridotto a 100 a 200 mg al giorno.

Resveratrolo

Il resveratrolo è un antiossidante naturale ma le ricerche sono scarse per quanto riguarda la sua influenza sul ritmo cardiaco o le palpitazioni.

Berberina e berbamina

Sono agenti potenziali da prendere in considerazione.

Biancospino

È stato testato nei roditori e sembra che abbia potenziali benefici contro l’extrasistole.

Conclusioni:

In breve, non sempre si presentano i sintomi dell’extrasistole. State attenti in ogni caso ai segnali che il vostro corpo invia, così sarete pronti a intervenire. Consultate il medico per evitare complicazioni se avvertite i sintomi descritti e fate comunque controlli di routine regolari in modo da rilevare un’eventuale extrasistole asintomatica.

Sintomi precisi e caratterizzanti della extrasistole.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo extrasistole sintomi

Extrasistole

chiaro e molto ben comprensibile. Grazie

extrasistole sintomi

abbastanza comprensile e soddisfacente.

Utilissime informazioni sulle extrasistole

Grazie infinite, sono stati più utili queste informazioni di tutti i colloqui e le visite fatte con i cardiologi.

ottime precisazioni grazie

molto chiaro comprensibile e soddisfacente

descrizione molto chiara

tachicardia ventricolare

Soffro di tachicardia ventricolare da alcuni anni e mi riconosco nelle descrizioni, nei sintomi e nelle cure... il mio medico mi ha diagnosticato un probabile fattore scatenante in una infezione trascurata...in effetti sono risalito al periodo iniziale ed ho ricordato una puntura di zecca che mi ha mandato al pronto soccorso....da lì non ho più finito! Ora ne ho dalle 15.000 alle 18.000 al giorno, sono molto preoccupato, ho 46 anni, ero sempre stato sano come un pesce, invece ora....non più. Voglio reagire, finchè posso!

Molto chiaro e comprensibile ,e' stato utile !!

Lascia il tuo commento: