Farmaci beta bloccanti: cosa sono ed effetti collaterali

I beta bloccanti sono farmaci comunemente usati per trattare varie problematiche come: Ipertensione (pressione alta), angina (dolore toracico causato dal flusso sanguigno limitato al cuore), scompenso cardiaco (in cui il cuore non pompa il sangue nel corpo in maniera efficace), fibrillazione atriale (battito cardiaco irregolare), infarto anche se mento frequentemente vengono utilizzati anche per:

  • prevenire l'emicrania
  • il trattamento della tiroide iperattiva
  • trattamento dell'ansia condizioni
  • curare il tremore
  • trattamento del glaucoma
Farmaci beta bloccanti: cosa sono ed effetti collaterali

Farmaci beta bloccanti

I più comuni beta bloccanti sono:

  • Acebutololo (Sectral)
  • Atenololo (Tenormin)
  • Bisoprololo (Cardicor, Emcor)
  • Carvedilolo (Eucardic)
  • Celiprolol (Celectol)
  • Labetalolo (Trandate)
  • Metoprololo (Betaloc, Lopresor)
  • Nadololo (Corgard)
  • Nebivololo (NEBILOX)
  • Pindololo (Visken)
  • Propranololo (Inderal)
  • Sotalolo (Beta-Cardone, Sotacor)
  • Timololo (Betim)

Impieghi più comuni dei farmaci beta bloccanti

Esistono diversi tipi di beta bloccanti ciascuno con le proprie caratteristiche, tutti ugualmente efficaci e specifici per ogni trattamento, agiscono bloccando il rilascio di noradrenalina in alcune parti del corpo.

Esempio, la noradrenalina è una sostanza chimica rilasciata dai nervi quando sono stimolati, passa i messaggi alle altre parti del corpo, come, muscoli, vasi sanguigni e il cuore, ciò significa che i beta-bloccanti possono diminuire l'attività del vostro cuore bloccando il lavoro della noradrenalina, rallentando il lavoro fuori dal cuore, esso non ha bisogno tanto di pompare sangue in tutto il corpo, questo farmaco è particolarmente importante per le persone con angina o insufficienza cardiaca, o per coloro che hanno avuto un attacco di cuore, aiuta a prevenire gli attacchi di angina e di ridurre il rischio di avere un ulteriore attacco di cuore, se già precedentemente accaduto.

I beta bloccanti per il controllo battito cardiaco irregolare, bloccando gli impulsi nervosi elettrici che stimolano il cuore, questo diminuisce l'attività del cuore e può rallentare la frequenza cardiaca oppure trattamento dell'ipertensione arteriosa (pressione alta), i beta-bloccanti riducono la pressione sanguigna rallentando la frequenza cardiaca e la forza di pompaggio del cuore.

Nel trattamento dell'ipertensione arteriosa (pressione alta), i beta-bloccanti riducono la pressione sanguigna rallentando la frequenza cardiaca e la forza di pompaggio del cuore.

Glaucoma, collirio beta-bloccante può essere usato per il glaucoma, alleviano la pressione all'interno del globo oculare, riducendo la produzione di umore acqueo (il liquido all'interno del bulbo oculare).

Considerazioni particolari, si deve di norma evitare di assumere beta bloccanti in caso di:

  • Una storia di asma o di restringimento delle vie aeree (alcuni beta-bloccanti possono essere occasionalmente usati nelle persone con queste condizioni, ma solo sotto la supervisione di un medico)
  • Blocco cardiaco (in cui il cuore batte in modo irregolare o più lentamente del solito)
  • Peggioramento, insufficienza cardiaca instabile (anche se i beta-bloccanti possono essere usati per trattare l'insufficienza cardiaca stabile)
  • Grave malattia arteriosa periferica (blocco parziale o totale di un'arteria, di solito uno che porta ad una gamba o un braccio)

I beta-bloccanti si devono utilizzare con cautela quando si ha:

  • Diabete (soprattutto nei diabetici che hanno frequenti episodi di ipoglicemia)
  • Miastenia gravis (una condizione che causa debolezza muscolare)
  • Frequenza cardiaca
  • La pressione sanguigna bassa
  • Feocromocitoma (alta pressione sanguigna causata da un tumore della ghiandola surrenale)
  • Acidosi metabolica (alti livelli di acido nel sangue)
  • Angina di Prinzmetal (tipo di dolore toracico)

In gravidanza e allattamento alcuni beta bloccanti possono essere adatti per uso terapeutico, può sicuramente essere consigliato dal medico di famiglia, il trattamento con beta-bloccanti non deve essere interrotto improvvisamente senza il consiglio del medico, la sospensione improvvisa del farmaco può causare la sua condizione a peggiorare, ad esempio se si sta assumendo per curare l'angina o in seguito ad un attacco di cuore.

Gli effetti collaterali dei beta-bloccanti :

Stanchezza eccessiva, mani e piedi freddi, rallentamento del battito cardiaco, diarrea e nausea, effetti indesiderati meno comuni sono: disturbi del sonno, incubi, impotenza.

Interazioni con altri farmaci ovvero quando due o più farmaci vengono prese allo stesso tempo, gli effetti di uno dei farmaci può essere modificato dagli altri.

Questo è noto come interazione farmaco-farmaco, i beta-bloccanti (inclusi i colliri beta-bloccanti) possono interagire con altri farmaci, alcune delle interazioni più comuni sono elencati (in parte) di seguito:

  • Antiaritmici Antiaritmicisono, farmaci che controllano il battito cardiaco irregolare, vi è il rischio di depressione miocardica (insufficienza del cuore) e aritmie (battiti irregolari) quando i beta-bloccanti sono prese con questi medicinali.
  • Antiipertensivi Antiipertensivi, (farmaci somministrati per abbassare la pressione) può causare la pressione sanguigna bassa quando viene preso con beta-bloccanti.
  • Antipsicotici, sono farmaci usati per curare gravi problemi di salute mentale, alcuni tipi di beta-bloccanti (per esempio, sotalolo) possono aumentare il rischio di aritmie quando somministrato a persone che assumono farmaci antipsicotici.
  • Clonidina Clonidina, è un farmaco utilizzato per trattare la pressione alta ed emicrania, rebound "(un aumento marcato e repentino della pressione sanguigna) può verificarsi se si interrompe il trattamento con clonidina durante l'assunzione di un beta-bloccante.
  • Diltiazem e digossina Diltiazem e digossina può causare il blocco cardiaco e un battito cardiaco lento quando viene preso con beta-bloccanti.
  • Meflochina Meflochina, può causare un ritmo lento cuore quando utilizzato con beta-bloccanti.
  • Verapamil, nifedipina e nisoldipina, questi farmaci possono provocare gravi la pressione bassa e di insufficienza cardiaca quando assunto con i beta-bloccanti.

Nb. Se avete sbagliato dosi o se si dimentica di prenderne una, il consiglio generale è il seguente; se si tratta di meno di due ore di ritardo, prendere la dose non appena se ne ricorda e continuare normalmente oppure per più di due ore di ritardo, prendere la dose non appena se ne ricorda, a condizione che la dose successiva non sia entro poche ore, poi continuare normalmente, se si prendono due dosi più vicini rispetto al normale, è possibile ottenere più effetti collaterali, se non siete sicuri di cosa fare per la dose, controllare il foglietto illustrativo informazioni fornite con il farmaco, su cui vi è riportato cosa fare ed ovviamente per ulteriori consigli, contattare il medico o il farmacista.

Naturale benessere

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo farmaci beta bloccanti: cosa sono ed effetti collaterali

Con terapia betabloccante, in caso di infarto per spiazzare il betabloccante che antagonista possiamo usare? grazie di una vostra risposta.

Io prendo abitualmente Carvedilolo a seguito di attacco cardiaco. Vorrei sapere se questo può essere causa della mia quasi impotenza e se posso eventualmente usare dei medicinali per aiutarmi o è sconsigliato.

Assumo ogni giorno mg. 20 di Pritor plus e vasexten per curare l'ipertensione. Possono essere causa di impotenza? Grazie Stenos

Io prendo Carvedilolo e cardioaspirina a seguito di un'angioplastica coronarica (con applicaz. di uno stent medicato). Vorrei sapere se questo può essere causa della mia disfunzione erettile e se posso eventualmente usare dei medicinali per aiutarmi o è sconsigliato.

Salve , ho 57 anni ,sono ipertesa da circa 22 anni,in quel tempo,fui colta improvvisamente da forte capogiro,dolore alla testa,vomito a getto,sudorazione fredda bagliori agli occhi(non ci vedevo più)caddi a terra in uno stato di torpore,dove le voci erano molto lontane. Ero in ambulanza che (mi diranno poi) correva forte.Mi desto dallo stato comatoso e mi dicono i medici,che poteva andare peggio,i valori pressori erano:148 diastolica e, 205 di sistolica.Ero (e sono malata ) di ipertensione arteriosa !A dirlo cosi sembra niente ma per me è un calvario :non uso sale,ho dimezzato attività pesanti, non faccio più subaquea perchè il medico iperbarico non mi rinnova più il pass.In estate soffro come non mai la calura mi abbassa la PA ed io cado per terra.Sono aumentata di peso almeno25 kl,in inverno quando c'è il gelo,devo stare attenta perchè mi aumenta forte la PA e inizia a girarmi la testa.Da quando avevo 35 anni all'insorgere del male, prendo :al mattino,h9 Sectral 400 ml,alle h 10 paroxetina(il medico curante dice che è ansia)alle h 13 una cp di triatec hct 2,5,alla sera una cp di Norvasc da10 ml che ho tolto da sola perche avevo gli arti infer. che mi scoppiavano oltre che doloranti.Tutto questo è invalidante per un aragazza di 35 anni si immagini che secondo me dovrebbero inserire questa patologia nelle pensioni di invalidità ed io, non percepisco niente nonostante stia male 365 giorni all'anno.Domando cortesemente alla Sua esperienza a cosa vado incontro anche perchè, se al mattino non avessi quella compressa di Sectral, mi sentirei morire la ringrazio. Lucchesi Raffaella da Lucca

Assumo Cardicor tutti i giorni, a seguito di un infarto, fatta un'angioplastica con inserimento di stent non medicato, però il farmaco mi provoca dolore alla spalla destra con bruciore alla parte alta dei seni, è un dolore fastidioso mi dura tra i 5 e 10 minuti solo in mattinata quando assumo il farmaco, che cosa posso fare per ovviare a questo fastidio? Grazie per la risposta.

Mi chiamo Silvia e il giorno 09/03/2012 compirò 43 anni, soffro di Emicrania Emiplegica e mi curo con inderal da 40mg 2 volte al giorno, la sera, e isoptin da 120mg 2 volte al giorno, la mattina; per cui vorrei sapere che tipo di dieta posso associare, essendo io una persona obesa, portatrice di bendaggio gastrico, e se effettivamente essa può funzionare; in quanto so che l'isoptin, soprattutto, fa ingrassare. Premetto che non posso fare tanto movimento perché le medicine mi causano stanchezza e debolezza muscolare, ma ho anche dolore ai muscoli; ed il chirurgo plastico al fine di effettuare un'operazione di liposuzione e lifting delle braccia e delle gambe e in più la liposuzione dell'addome con addominoplastica correlata, mi ha detto che devo perdere altri 10 kg e che devo rivolgermi ad un dietologo, quando io da 102kg sono solo con il movimento arrivata a pesare 70kg, anche se adesso ne peso 90kg,e inoltre che devo cambiare le medicine, cosa qust'ultima impossibile da farsi, perché esse sono il mio salvavita, in quanto senza queste ultime avrei emiparesi bilaterali multiple tutti i giorni, ed io sono sposata e ho una casa da mandare avanti, per cui non posso passare la mia vita a letto. Adesso vorrei sapere da Voi, visto che i vari medici, tra cui il suddetto chirurgo plastico, sembrano non capire le innumerevoli difficoltà e sofferenze alle quali sono sottoposta giornalmente, se è possibile avere un qualche consiglio sul da farsi per ottenere una qualità di vita migliore. Grazie della Vostra cortesia e disponibilità. Resto in attesa di una risposta. Cordiali saluti.

Metto una goccia di Timogel (Timololo) da 1mg in entrambi gli occhi, ogni giorno, per il tono un po' elevato (al limite). Ho reazioni molto fastidiose agli occhi e poichè dopo tre mesi di cura il tono si è normalizzato, vorrei smettere il trattamento. Ma come fare? Nelle indicazioni è detto di non interrompere improvvisamente, potrebbe danneggiare la retina. Allora ? Aumentare il tempo di somministrazione? Diminuire la dose (che è già minima...) Il mio medico oculista non mi dice nulla. E io sono nervosa e spaventata. Vorrei un aiuto, per favore.

Possibili effetti collaterali betabloccanti?

Assumo da circa dieci anni Amlodina (5mg)/d , Metoprolol (100 mg)1/2 x 2/d, Ramipril (10mg)1/2x2/d. A letto avverto sensazione di freddo/caldo ai piedi e punzecchiature ai piedi e agli arti superiori e inferiori. Può essere in relazione alla terapia? Graziie

Tenormin per tachicardia

Aiutatemi prendo il tenormin per tachicardia ma quando arriva il freddo le estremita' diventano fredde e non hanno piu' sensibilita' cosa posso fare

Timololo ed effetti collaterali

uso il timololo da molti anni per il glaucoma. gli effetti collaterali sono stanchezza,pesantezza alle gambe, insicurezza nel deambulare, ecc. non posso evitare il farmaco per evitare maggiori problemi....ultimamente uso il collirio GANFORT . nelle istruzioni si raccomanda dopo la somministrazione di tenere l'occhio chiuso per 2 minuti premendo con un dito sull'angolo interno(verso il naso). si eviterebbe cosi che il beta bloccante
se ne vada in giro a...fare danni. ci sto provando da pochi giorni (non avevo letto bene le istruzioni)

Duotrav a base di timololo per il glaucoma bilaterale

uso da 6 mesi "duotrav" a base di timololo per il glaucoma bilaterale e gli effetti sono stanchezza e forti dolori alle gambe e alle mani. non credo di poter resistere ancora a lungo spero di poter risolvere con cure naturali. qualcuno puo' darmi suggerimenti?

Lopresor per il battito irregolare

Io ho un battito in regolare che mi anno definito come exstasistoli ventricolare e assumo una compressa al giorno di lopresor.

Lopresor

Ciao a tutti, anche a me Carmela hanno prescritto il Lopresor, per lo stesso sintomo, tu come ti trovi?
Grazie

I farmaci betabloccanti possono portare impotenza?

uso una compressa di beta bloccante tutte le sere alla mattina prendo invece un farmaco per abbassare la pressione. ho la sensazione che il betabloccante mi stia rendendo impotente ...è una tragedia....con quale farmaco posso ovviare a questa situazione umiliante a 49 anni. ???

Farmaci betabloccanti e salvavita

I betabloccanti sono farmaci salvavita non smettete mai di prenderli io ne so qualcosa.

I farmaci betabloccanti sconvolgono il fisico

Ciao e buona fortuna a tutti. I farmaci sono necessari ma fanno male. I betabloccanti sconvolgono l'organismo addirittura. Io ho provato più volte a prenderli (prescritti dal cardiologo ovviamente) ma ho sempre dovuto smettere per gli effetti collaterali che mi hanno dato. Quando avremo farmaci innocui? Come possiamo curare l'ipertensione senza dover subire una quantità di malesseri che ti rovinano l'esistenza?

I farmaci betabloccanti mi fanno vivere una vita normale

Ho 50 anni e dall'età di 16 prendo un betabloccanti 3 volte al giorno, fortunatamente NESSUNA controindicazione e devo dire che grazie a questo vivo una vita normalissima niente tachicardia, ora i miei battiti sono regolarizzati a 70/75 al minuto mentre senza il beta bloccante vanno a 140 invivibile.............è la pressione arteriosa normalissima tranne in estate che si abbassa un po' ma niente di importante. Quindi vorrei dire........GRAZIE iNDERAL!!!!

il farmaco betabloccante cardicor

Devo ringraziare il Mio cardiologo perchè da quando prendo il cardicor la qualità della Mia vita è cambiata in meglio

La mia esperienza personale sui farmaci betabloccanti

La verità sui beta-bloccanti (esperienza personale): innanzitutto vanno presi solo in presenza di accertata e seria insufficienza cardiaca altrimenti sono solo un placebo psicologico per il paziente ed il......cardiologo. Nel caso di maschio giovane la casa più insopportabile è la certezza di impotenza sessuale che compare già dopo due/tre mesi di somministrazione dell'osceno farmaco. Compare anche ansia e sensazione di leggero stordimento. Insomma un farmaco da ridimensionare. Non a caso è tollerato solo da donne ed...anziani.

Lascia il tuo commento: