Febbre

La febbre è una problematica comunissima con la quale spesso ogni persona si trova a lottare ogni anno ma non per questo deve essere una patologia che può essere trascurata o presa sottogamba specialmente qualora la febbre si manifesti con sintomi pesanti e con temperature elevate, anche perchè la febbre può essere sintomo di qualche altra patologia annessa e non sempre a se stante la cui comparsa è attribuibile ad un semplice virus.

Che cosa fare e cosa non fare per far scendere la febbre? Con il termine febbre si intende l'aumento della temperatura corporea al di sopra dei 37° C, mentre se il termometro misura oltre si parla di temperatura elevata, l'ipotalamo regola la temperatura corporea e ne provoca l'innalzamento quando nell'organismo umano è in corso un'infezione, ed una temperatura corporea elevata, infatti, è quasi sempre causata da infezioni virali o batteriche.

Quando si può definire febbre?

La febbre infatti è definita come una temperatura di 1 grado o più al di sopra del normale (37 gradi Celsius). Se la piressia è bassa, allora si tratta di infezioni lievi, mentre se la febbre è alta invece  può segnalare una sepsi potenzialmente pericolosa. Non è una patologia ma aiuta l'organismo ad uccidere batteri e virus, in quanto non possono vivere a temperature troppo alte.

Febbre

Febbre sintomi e cosa fare?

Ecco uno schema utile per capire quando si parla di febbre:

  • Temperatura normale: 36 a 37,2
  • Febbre bassa: 37,3-38,3
  • Febbre comune: 38,4-39,7
  • Febbre alta: qualsiasi temperatura superiore a 39,8

Se si ha la febbre, è bene misurarla ogni tanto per verificare se la temperatura è salita. In caso di febbre alta, è sempre meglio consultare un medico e ricorrere a dei farmaci per evitare problemi gravi, come il peggioramento dell’infezione in corso.

Cosa fare quando sale la febbre

La febbre è raramente dannosa, ma a temperature molto elevate può causare problemi. Una piressia alta può anche essere il segno di una malattia grave. Chiamare il medico se:

  • Si sospetta un’infezione, per la quale potrebbe essere necessaria un trattamento antibiotico.
  • Si tratta di un bambino molto piccolo
  • Il bambino si addormenta all’improvviso, non risponde o non vuole assumere liquidi.
  • La febbre è superiore a 38,5° C
  • Un bambino o un adulto ha il torcicollo, un’eruzione cutanea o difficoltà respiratorie

Febbre a 38

La temperatura corporea normale può variare ed i diversi fattori incidono come:

  • Esercizio fisico
  • Mangiare
  • Dormire
  • Ora del giorno (la temperatura più bassa si ha di solito verso le 3:00, la più alta alle 18:00).

La temperatura media del corpo misurata in bocca è di 37 º C ma in altre parti del corpo tra 36,5 ° C e 37,2 ° C può essere accettabile. Sotto le ascelle è inferiore di 0,2-0,3 ° C. Se la febbre è 38 º C o superiore è da non sottovalutare ma si dovrebbe misurare nuovamente dopo due o tre ore.

Febbre alta persistente

Una febbre alta persistente può essere utile per scoprire se esistono disturbi pericolosi per la salute. Se la temperatura rimane elevata per diverse ore è necessario consultare un medico. I sintomi della febbre alta persistente sono:

  • Aumento della temperatura
  • La piressia sale di nuovo appena termina l’effetto di un farmaco
  • Vomito
  • Nausea
  • Mal di testa
  • Perdita di appetito
  • Dolori
  • Brividi
  • Convulsioni
  • Irritabilità
  • Stanchezza
  • Stipsi (per l’assunzione di antibiotici o di alcuni medicinali)

La febbre continua può avere diverse cause:

  • Infezioni virali accompagnate da gravi sintomi influenzali, tosse e occhi arrossati possono essere la causa dell’aumento di temperatura. Sono comuni mal di testa e irrequietezza.
  • Infezioni batteriche come tonsillite e del tratto urinario possono causare febbre alta persistente in bambini e adulti. Il batterio, infatti, può proliferare nell’organismo.
  • Varicella: è possibile che si stia contraendo la varicella. Essa si presenta mediante pustole in tutto il corpo con febbre e prurito costante. Finché c’è il virus, la febbre non scompare.
  • Infezioni all'orecchio causate dall’acqua che penetra nelle orecchie quando si fa il bagno possono provocare la febbre e continuare per un lungo periodo.
  • Avvelenamento da cibo: di solito i bambini non sono attenti a ciò che mangiano, quindi possono avere un’infezione di questo tipo. Anche agli adulti può succedere perché a volte sono negligenti e non prestano abbastanza attenzione.
  • Costipazione: se non si va in bagno regolarmente per 4-5 giorni, la temperatura può salire. Il corpo, infatti, si sente debole in una situazione del genere e non si ha voglia di mangiare come al solito.
  • Colpi di calore: giocare fuori al sole per molto tempo può far star male e provocare diarrea e febbre persistente.
  • Pancreatite: è una condizione mediante la quale il pancreas s’infiamma. I sintomi sono febbre, dolori addominali e diarrea.
  • Meningite: si verifica soprattutto nei bambini ma raramente anche negli adulti. Le membrane che circondano il cervello e il midollo spinale possono infiammarsi e quindi compare la febbre per un bel po’ di tempo.

Se la temperatura non diminuisce, si dovrebbe chiamare il medico che prescriverà il farmaco adatto, come ibuprofene e paracetamolo. È importante seguire le dosi consigliate.

Febbre virale

Il termine comprende una vasta gamma d’infezioni virali, alcune delle quali possono essere riconosciute grazie a determinati sintomi come:

  • mal di testa
  • Dolori muscolari e articolari
  • eruzione cutanea
  • Stanchezza
  • Malessere
  • Infiammazione della laringe
  • Naso che cola
  • Congestione nasale
  • Occhi irritati
  • Tosse

La maggior parte delle infezioni virali si diffonde per:

  • Inalazione di particelle di aerosol
  • Assunzione di acqua o alimenti contaminati
  • contatto diretto.

La sepsi si diffonde a livello locale e successivamente nella circolazione sanguigna o mediante i canali linfatici. Alcune delle infezioni virali possono essere trasmesse sessualmente o direttamente nel flusso sanguigno. Il virus entra nel corpo e si moltiplica causando l’infezione. Anche se la febbre scende, è possibile che il microrganismo continui a riprodursi e causare una sepsi persistente. Se l’infezione non è curata, è possibile che si presenti polmonite, diarrea e vomito, e, nei casi più gravi, la morte. Per la febbre virale sono consigliati antipiretici e analgesici. Se l’infezione è molto grave, il medico prescrive antibiotici e farmaci specifici in caso di complicazioni come la polmonite o gastroenterite.

Febbre e denti bambini

Durante la dentizione, è possibile che alcuni bambini abbiano una febbre persistente. Altri invece non presentano alcun aumento di temperatura. Quando i denti crescono, però la piressia  non supera i 38-38.2 C. È stato dimostrato che la febbre da dentizione è generalmente innocua poiché leggera. Se si presentano temperature più elevate, ciò significa che esiste una qualche forma d’infezione, come un herpes virus, molto comune tra i bambini. È quindi importante consultare un pediatra.

Febbre da stress

Lo stress può causare un lieve aumento della temperatura. La tensione aumenta in maniera significativa le attività del corpo e di conseguenza si manifestano funzioni anomale. Per affrontarle, l’organismo ricorre alla febbre. Si può fare un bagno di acqua tiepida per alleviare lo stress ed eventuali dolori in modo da abbassare la temperatura.

I sintomi della febbre

I sintomi dipendono dalla causa scatenante della febbre ed i segni più comuni includono:

  • Eccessiva sudorazione
  • Brividi
  • Mal di testa.

Altri sintomi sono:

  • dolori muscolari
  • Dolori generici
  • Debolezza
  • Stanchezza
  • Tosse
  • mal di gola
  • eruzioni cutanee
  • congestione mammaria.

Cause della febbre

Quasi tutte le infezioni possono provocare la febbre. Alcune comuni sono:

  • Problemi respiratori come raffreddori o malattie influenzali, mal di gola, infezioni dell'orecchio e del seno nasale, mononucleosi infettiva e la bronchite
  • Sepsi delle vie urinarie
  • Gastroenterite virale e batterica
  • Infezioni più gravi come la polmonite, sepsi delle ossa (osteomielite), appendicite, tubercolosi, infezioni della pelle o cellulite, e la meningite.

I bambini possono avere una febbre leggera per uno o due giorni dopo alcune vaccinazioni. Come già detto, la dentizione può causare un aumento moderato della temperatura di un bambino. Anche le malattie autoimmuni o infiammatorie possono provocare la febbre.

Alcuni esempi sono:

  • Artrite o malattie del tessuto connettivo come l'artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico
  • La colite ulcerosa e morbo di Crohn
  • Vasculite o periarterite nodosa

Il primo sintomo di un cancro può essere la febbre.

Questo è il caso di:

  • malattia di Hodgkin
  • Linfoma non Hodgkin  
  • Leucemia.

Altre possibili cause sono:

  • coaguli di sangue o tromboflebite
  • farmaci, come alcuni antibiotici e antistaminici
  • momento della giornata (la temperatura corporea è più alta di solito la sera)
  • nella seconda parte del ciclo mestruale di una donna, la sua temperatura può salire di 1 grado o più.
  • attività fisica
  • una forte emozione
  • mangiare
  • vestiti pesanti
  • temperatura elevata e
  • alta umidità.

Cure contro la febbre

Ecco alcune linee guida per assumere in maniera corretta i farmaci in caso di febbre:

  • Paracetamolo e ibuprofene contribuiscono a ridurre la temperatura nei bambini e negli adulti. A volte i medici consigliano di utilizzare entrambi i tipi di medicina.
  • assumere il paracetamolo ogni 4 - 6 ore. Funziona abbassando termostato del cervello.
  • Prendere l’ibuprofene ogni 6 - 8 ore. Non usare l’ibuprofene per curare bambini di età inferiore ai 6 mesi.
  • L'aspirina è molto efficace per il trattamento della febbre negli adulti. Non dare l'aspirina a un bambino a meno che il pediatra non lo dica espressamente.
  • Conoscere il peso del proprio bambino è importante per scegliere il giusto dosaggio. A questo proposito è bene leggere sempre le istruzioni riportate sulla confezione.
  • Nei bambini sotto i 3 mesi di età, chiamare il pediatra prima di decidere quale farmaco usare.

Rimedi contro la febbre

In caso di febbre leggera, questi rimedi naturali possono aiutare a mantenere il corpo fresco e provare sollievo

  • Primo rimedio: non fare a. Sembra strano, ma la febbre può effettivamente fare al corpo qualcosa di buono. Non è un problema da curare, ma è una reazione a un problema del corpo. L'eccessivo calore prodotto dal corpo è il risultato del duro lavoro che il sistema immunitario combattere le infezioni. Tuttavia, lasciare che la febbre faccia il suo corso può non essere una buona idea per i bambini e gli anziani. La  temperatura alta potrebbe portare a danni cerebrali. Se la febbre persiste, è bene intervenire in ogni caso.
  • Fare un bagno in acqua tiepida. Questa temperatura sembra molto fredda quando si ha la febbre e il bagno dovrebbe contribuire a diminuire la temperatura del corpo. Non cercare di abbassare la febbre immergendosi in acqua fredda: non fa bene al corpo in una situazione del genere.
  • Concedersi un bagno di spugna. Passarla sulle zone critiche come ascelle e inguine imbevuta di acqua fredda può contribuire a ridurre la temperatura, perché l'acqua evapora.
  • Quando non si sta facendo il bagno, poggiare un asciugamano umido e freddo sulla fronte e la parte posteriore del collo. preparare una tazza di tè all’achillea. Questa erba apre i pori e innesca la sudorazione in modo da interrompere l’aumento di temperatura. versare un cucchiaio di quest’erba in una tazza di acqua bollente per 10 minuti. Lasciare raffreddare. Berne una tazza o due fino a quando si inizia a sudare.
  • Anche un’altra erba, i fiori di sambuco, aiuta a sudare. Ed è adatta anche ad altri problemi come l'influenza e il raffreddore, perché evita la sovrapproduzione di muco. Per fare il tè ai fiori di sambuco, versare due cucchiaini di quest’erba in una tazza di acqua bollente e lasciare in infusione per 15 minuti. Scolare i fiori di sambuco. Bere tre volte al giorno fino a quando la febbre è presente.
  • Bere una tazza di tè caldo allo zenzero è un altro modo per provocare la sudorazione. Per fare il tè, versare mezzo cucchiaino di zenzero tritato in 1 tazza d'acqua bollente. Filtrare e poi bere.
  • Spolverare pepe di Caienna sul cibo quando si ha la febbre. Uno dei suoi componenti principali è la capsaicina, che provoca la sensazione di caldo. In questo modo il corpo suda e inoltre migliora la circolazione del sangue.
  • Provare il trattamento del calzino bagnato: è un rimedio popolare per la febbre. Prima immergere i piedi in acqua calda, poi un paio di calze sottili di cotone in acqua fredda. Strizzare e indossare le calze prima di andare a letto. Mettere un paio di calze di lana asciutte su quelle bagnate. Questo processo diminuisce la temperatura prelevando il sangue dai piedi, aumentando così notevolmente la circolazione.
  • Un altro modo per prelevare il sangue dai piedi è con un pediluvio alla senape. In una bacinella dalle dimensioni adatte a contenere i piedi, aggiungere due cucchiaini di senape in polvere e quattro tazze di acqua calda, poi bagnare i piedi.
  • Un vecchio rimedio popolare per curare la febbre è quello di immergere un lenzuolo in acqua fredda e avvolgersi in esso. Oggi, i medici sconsigliano di abbassare la temperatura corporea rapidamente, quindi se si prova questo rimedio, è bene usare acqua fresca, non fredda. Coprire il lenzuolo bagnato con un asciugamano grande da spiaggia o una coperta, poi sdraiarsi per circa 15 minuti. Togliere il lenzuolo  quando inizia a scaldarsi.
  • Quando si ha la febbre, è facile disidratarsi. Bere 8-12 bicchieri di acqua al giorno o abbastanza da rendere l’urina pallida. Una bevanda per lo sport come il Gatorade può essere utile. Non reintegra solo i liquidi persi ma anche i minerali.
  • Il succo d'arancia e altri succhi di frutta ricchi di vitamina C sono ottimi quando si ha la febbre, dal momento che la vitamina C aiuta il sistema immunitario nel combattere le infezioni.
  • Anche l’acqua calda è ottima in questo caso.
  • Evitare l’alcol poiché  può essere assorbito dalla pelle, provocando intossicazione e disidratazione.
  • L’uva fredda permette di idratare e rilassare il corpo.
  • Indossare qualcosa di comodo e leggero. Meno si è vestiti, più velocemente la febbre scenderà perché le ghiandole sudoripare saranno in grado di rilasciare umidità. Non coprirsi se si hanno i brividi. Togliere anche le coperte in eccesso. La stanza deve essere confortevole: non troppo calda o fredda. Provare abiti e coperte leggeri. Se la stanza è calda e soffocante, può essere utile usare un ventilatore.
  • Essere gentili con gli altri. Sentirsi male non è un motivo per essere scortesi. Rilassarsi è importante.
  • Mangiare solo se si ha voglia di farlo.
  • Il riposo è fondamentale.

Considerazione finale sulla febbre

In breve, la febbre non sempre è pericolosa ma è bene tenerla sotto controllo perché può essere indice di un problema grave. È anzi utile all’organismo poiché è una forma di protezione contro un problema. Consultare il proprio medico per avere i farmaci adeguati soprattutto in caso di temperatura alta. A volte la febbre non può essere evitata ma in alcuni casi è possibile, come ad esempio per lo stress o in caso di costipazione. Inoltre è bene cercare di condurre uno stile di vita sano ed evitare le situazioni che provocano la tensione per vivere meglio.

Suggerimenti, consigli e rimedi per diagnosticare i sintomi della febbre e favorire la guarigione.