Che cosa è la febbre?

Le cause e i tipi di febbre sono variegati ed è importante conoscerli.

La febbre è una elevazione della temperatura corporea, che in normali condizioni è di 36-37°, la febbre è provocata dall'azione di sostanze di natura tossico-infettiva, ma possono anche trarre origine dalla decomposizione e riassorbimento di sostanza proteiche (stravasi di sangue, sieri proteici...) o da traumi, la costanza della temperatura corporea (isotermia) è assicurata dai meccanismi della termoregolazione che sono sotto controllo del sistema nervoso.

Che cosa è la febbre?

La Febbre

Quando inizia la febbre:

La temperatura corporea dell'uomo oscilla tra i 36-37°, mentre la temperatura rettale è di circa mezzo grado superiore a quella ascellare.

  • Temperatura sul febbrile: 37-37,5°
  • Febbre Lieve: 37,5-38°
  • Febbre moderata: 38-38,5°
  • Febbre elevata: 38,5-40°
  • Febbre altissima: 40° ed oltre.

La febbre assume denominazioni diverse a seconda delle caratteristiche dell'andamento giornaliero:

  • febbre continua: la temperatura si mantiene elevata con differenze nella giornata minori di 1 grado
  • febbre remittente: quando la temperatura ha oscillazioni nella giornata superiori al grado, senza raggiungere mai lo sfebbramento
  • febbre intermittente: quando si hanno accenni febbrili e sfebbramento nel corso della giornata (es. nella malaria)
  • febbre ricorrente: quando a periodi di febbre di alcuni giorni, si alternano periodi di alcuni giorni senza febbre.
  • febbre ondulante: in cui si hanno periodi febbrili, di alcuni giorni o settimane con incremento della temperatura, poi discesa di questa e seguiti da periodi di modesta elevazione termica.
  • febbricola: elevazioni quotidiane della temperatura di modesta entità per lunghi periodi.

La febbre può cadere in modo rapido, cioè per crisi o gradualmente in più giorni: per lisi.

L'andamento della temperatura produce un aumento della frequenza dei battiti del polso (circa 10 battiti per ogni grado di temperatura in più), ma questo comportamento non è costante e dipende da varie cause (nell'ileotifo ad esempio non si ha tale aumento del polso).

Le febbri molto elevate non possono essere considerate utili per l'organismo e questo per i disturbi che causano ai centri nervosi ed al cuore.

Può essere considerata utile, entro certi limiti, in quanto con l'aumento della temperatura si ha un'accelerazione dei processi metabolici e quindi vengono eliminati più facilmente le sostanze tossiche: si ha inoltre un aumento delle globuline, cioè degli anticorpi.

Come si misura la febbre:

La temperatura va rilevata sempre in modo corretto: se si determina ponendosi il termometro nel cavo ascellare, questo deve essere ben asciutto, altrimenti il rilievo è errato.

Quando va misurata la febbre:

Inoltre va misurata in prevalenza al mattino ed alla sera, sempre lontano dai pasti.

Eventualmente più volte al giorno, avendo cura di segnarla in modo corretto nella grafica.

Febbre (cosa è)

Malattie

Lascia il tuo commento: