Febbre e influenza

Febbre ed influenza rappresentano le due malattie più comuni che ci possano essere nelle stagioni fredde.

Febbre ed influenza vanno di pari passo, l’influenza, infatti, è un’infezione che provoca piressia (cioè febbre), brividi, tosse, dolori muscolari, mal di testa e a volte d'orecchi. Essa è causata dal virus influenzale. Un virus è un microrganismo, il che significa che è così piccolo che non si può vedere senza un microscopio adatto. Quando vi svegliate con starnuti, tosse, doloranti e febbricitanti, come fate a sapere se avete i sintomi del raffreddore o dell'influenza? Essa solitamente colpisce la gola, i polmoni e il naso. È più facile che la contraiate fra novembre a marzo. È particolarmente contagiosa a causa degli starnuti e della tosse. Gli antibiotici sono inutili in questo caso.

Febbre e influenza

Febbre e influenza

Differenza tra influenza e raffreddore

È importante che conosciate la differenza tra influenza e raffreddore. Un raffreddore è una malattia respiratoria più leggera rispetto all'influenza. Mentre i sintomi del raffreddore possono darvi fastidio per alcuni giorni, quelli influenzali possono farvi stare piuttosto male per giorni o settimane. L'influenza - sia che si tratti della tipica influenza stagionale sia di altri virus - può anche causare problemi di salute gravi come la polmonite e può essere necessario il ricovero in ospedale. Un semplice raffreddore o altre infezioni virali possono a volte causare una febbre alta (38,9-40° C). Questo non significa che abbiate sempre un problema serio.  Alcune infezioni gravi possono manifestarsi senza febbre o con una temperatura corporea molto bassa, specialmente nei bambini.

Sintomi dell’influenza e della febbre

I sintomi più comuni dell’influenza sono:

  • Febbre
  • Naso che cola
  • mal di testa
  • Tosse
  • Congestione nasale
  • Stanchezza eccessiva
  • Dolori muscolari alle gambe
  • Mal di gola
  • Vomito
  • diarrea.

Il naso che cola è più frequente nei bambini piuttosto che adulti. Di solito, i sintomi scompaiono dopo pochi giorni se state a riposo a letto e bevete molta acqua. La tosse può persistere per qualche altro giorno o due settimane. A volte però i sintomi possono essere gravi. In tal caso è bene che consultiate un medico. Di solito, l'influenza provoca una tosse secca che si verifica poiché il virus irrita i polmoni. La tosse è ricorrente e potrebbe causarvi dolore e fastidio alla gola e al petto. Se tossendo notate del muco, allora dovreste farvi visitare da un medico perché questo genere di tosse può indicare che è in corso un’infezione secondaria come la polmonite. Tuttavia, di solito le persone si preoccupano maggiormente per la febbre durante l’influenza. Quasi sempre insieme all’influenza è presente la piressia. Questo è normale: non è altro che la risposta del corpo al virus. Grazie alla febbre, il corpo aumenta la temperatura interna a danno del virus. Potete affermare di avere la piressia se la temperatura è superiore a 37,7 gradi, ma solitamente nel caso dell’influenza migliora dopo tre o quattro giorni.

Oltre alla febbre, potete soffrire di:

  • Dolori al corpo
  • Brividi
  • Sudorazione.

Se la febbre passa dopo 3-4 giorni, potete stare tranquilli. In caso contrario, chiamate immediatamente un medico. Di solito se avete l’influenza, è possibile che sia presente un mal di testa fastidioso per 1 o 4 giorni. Non è sicuramente piacevole e può durare per tutto il corso dell’infezione. Esso può impedire di svolgere le normali attività quotidiane, come lavorare o andare a scuola, e i rumori forti potrebbero darvi parecchio fastidio. Una soluzione c’è: andate in farmacia e comprate il paracetamolo. È un farmaco da banco, quindi non avete nemmeno bisogno di andare dal medico per la ricetta. Se siete genitori, non somministrate l’aspirina al vostro bambino in caso di febbre influenzale, dolori muscolari e mal di testa. Potreste provocare l’insorgenza della sindrome di Reye e di conseguenza la possibile morte. Se non riuscite proprio a sopportare i sintomi dell’influenza perché sono particolarmente gravi, il medico può consigliarvi un anti-virale per ridurre la durata dell’infezione. Badate bene però: l'anti-virale deve essere preso entro le 12 e le 48 ore dei sintomi iniziali.

Complicazioni dell'influenza

Non trascurate l’influenza perché sono possibili varie complicazioni della malattia come:

  • Asma
  • anemia falciforme
  • Polmonite
  • Infezioni
  • etc.

Quando contattare il medico

È importante che chiamiate il medico se:

  • Avete la tosse secca da molto tempo e state peggiorando.
  • Vostro figlio ha la febbre superiore a 37,7 gradi ed è di età compresa tra 3-6 mesi.
  • Il bambino ha difficoltà a respirare e ha probabilmente sviluppato una malattia come la polmonite.

Cosa fare e Come trattare la febbre

Ecco alcuni consigli utili se avete la febbre durante l’influenza

  • Indossate abiti leggeri o togliete gli indumenti in modo da consentire la perdita di calore attraverso la pelle. Le calze, le pantofole, o i cappelli non devono essere di seconda mano perché il calore si disperde da un lato all'altro della testa e dei piedi.
  • Usate una coperta leggera se sentite freddo o se state tremando. È importante, però, che lasciate i piedi scoperti.
  • State a riposo perché le attività normali aumentano la temperatura del corpo.
  • Assumete liquidi extra per prevenire la disidratazione o la perdita di grandi quantità d’acqua, come acqua, bibite fresche e dissetanti, ghiaccioli, succhi di frutta. Preferire bevande senza zuccheri aggiunti, ma bere liquidi perché la disidratazione può verificarsi molto rapidamente.
  • Paracetamolo o ibuprofene sono utili per ridurre la febbre alta e sono raccomandati dal medico. Di solito invece il medico non consiglia l’aspirina.

Rimedi casalinghi per l’influenza

Ecco un elenco di alcuni rimedi casalinghi utili in caso d'influenza

  • La tisana allo zenzero aiuta a eliminare il muco che si accumula. Tutto quello che dovete fare è far bollire 2 cucchiai di zenzero in 230 ml di acqua, lasciate raffreddare l'acqua e bere.
  • I gargarismi con l'acqua salata aiutano ad alleviare il mal di gola.
  • L'aglio aiuta a combattere l'influenza agendo sull’infezione batterica.
  • Bere molta acqua permette di avere il corpo idratatato ed eliminare il virus rendendolo muco.
  • Lo zinco è un minerale che aiuta a stimolare il sistema immunitario. Potete assumerlo se sentite che sta per arrivare l’influenza.
  • L’estratto di sambuco è un agente anti-virale che combatte l'influenza. Dovreste prenderlo quando sentite che state per contrarre l’influenza  e anche quando +è in corso.
  • Il salice bianco è utile contro il dolore e riduce la febbre.  È paragonabile all'aspirina, solo che è naturale.
  • Il marrubio aiuta a fermare la tosse persistente: è un espettorante naturale.
  • La radice di ciliegio selvatico è ottima per combattere la tosse e ha un buon sapore.

Come prevenire l’influenza

Forse lo sapete già ma esiste un vaccino contro l’influenza. È molto utile come misura preventiva. Ci sono due tipi di vaccinazione contro l'influenza:

  • Il vaccino mediante spray nasale
  • Quello mediante iniezione.

Il vaccino contro l’influenza mediante iniezione è molto efficace per uccidere il virus. Chi si sottopone al vaccino, subisce l’iniezione mediante un ago piccolo. È effettuato su persone che hanno patologie croniche e su quelle sane. Il vaccino mediante lo spray nasale non è indicato in gravidanza. È molto utile per ridurre i virus influenzali.
Dopo che curate il vostro bambino o una persona affetta da influenza, lavatevi le mani con acqua e sapone neutro per evitare di trasmettere la malattia ad altre persone. Se siete genitori, è importante che teniate vostro figlio lontano da persone che soffrono d’influenza. Inoltre è importante che evitiate il trasporto pubblico infantile.

Considerazione finale sulla febbre ed influenza

In breve, febbre ed influenza sono collegate. Spesso la febbre è presente durante il corso dell’influenza. Non sempre dovete preoccuparvi: può succedere che l’infezione guarisca da sola o con dei farmaci, altre volte è sintomo di un problema più grave. In ogni caso, è sempre meglio consultare un medico.

Febbre ed influenza nelle stagioni fredde sono molto comuni.

Malattie

Lascia il tuo commento: