Febbre e temperatura corporea

La febbre viene diagnosticata grazie alla misurazione della tempetatura corporea, ed il termine “temperatura corporea” si riferisce al grado di calore all’interno dell’organismo. Essa deve essere mantenuta nella media per garantire le normali funzioni vitali, come il cervello, gli organi interni e le arterie principali.

Febbre e temperatura corporea

Febbre e temperatura corporea

Temperatura corporea e febbre

Quella normale è di 37 gradi C. Se è superiore a 37,5, si tratta di febbre. Se è di 37,2-37,5, potrebbero manifestarsi i sintomi di quella che si chiama “febbre di basso grado” o “piressia lieve o leggera”: di solito si sente caldo, soprattutto sulle guance, e a volte sulla fronte. La febbre è la risposta del corpo a una malattia, o un'infezione. È un meccanismo di difesa dell’organismo attivato dal sistema immunitario. La piressia compare quando il “termostato” interno del corpo aumenta la temperatura dell’organismo oltre il livello normale. Questo termostato si trova nella parte del cervello chiamata ipotalamo. L’ipotalamo sa qual è la temperatura normale del corpo e manda dei messaggi all'organismo per mantenere la temperatura a livelli ottimali. In caso d’infezioni, l’ipotalamo “resetta” la temperatura normale del corpo per fare in modo che rimanga alta e uccida così i germi. Può capitare che la temperatura corporea aumenti in modo casuale a 37,7-38,3 gradi per brevi periodi, quando ci si fa la doccia, durante l’esercizio fisico, per il caldo, se si hanno troppi vestiti addosso, si è disidratati, quando si mangia o si piange. Toccando diverse parti del corpo, ci si accorge che alcune parti sono calde e altre fredde. Esse possono essere influenzate dalla saliva, dall’umidità e dal sudore. La temperatura normale non è quindi la stessa per ogni individuo. Può variare con l'età, e anche in base all’ora del giorno. Di solito è più bassa di mattina, più alta nel pomeriggio e leggermente inferiore quando si va a letto. È importante sapere qual è la propria temperatura normale quando si sta bene per capire se si ha la febbre o no.

Perché misurare la temperatura corporea?

E’ molto importante misurare la temperatura dell’organismo. Infatti, diverse malattie manifestano febbre tra i sintomi. Allo stesso modo, il corso di alcune malattie può essere monitorato attraverso la misurazione della temperatura corporea, e il medico può scegliere il trattamento adeguato da adottare.

Cos’è importante durante la misurazione della febbre?

In sostanza, è vero che la temperatura del corpo cambia a seconda di dove si misura. Pertanto, contrariamente all’opinione generale, non esiste una semplice temperatura “normale”. Inoltre, quella di una persona sana varia a seconda delle attività e dell’ora della giornata. Controllando la temperatura rettale, di nota una differenza tipica di 0,5 ° C tra le temperature più alte della sera. La temperatura corporea è generalmente elevata dopo l'attività fisica. in parole povere, è fatta una distinzione tra la temperatura interna e quella superficiale: quest’ultima è misurata sulla pelle esterna ed è un misto fra quella dentro il corpo e la temperatura dell’ambiente. Il grado di calore interno può essere verificato inserendo un termometro in una cavità del corpo, così da ricavare la temperatura del tessuto mucoso.

Quanto è preciso il termometro?

Fondamentalmente deve essere fatta una distinzione tra la precisione tecnica del termometro stesso e l'accuratezza clinica mediante la quale si misura la temperatura. La prima è determinata in condizioni ideali per garantire la qualità dello strumento, prendendo in considerazione le relative norme tecniche. I termometri di alta qualità garantiscono una precisione del +/- 0,1° C. è bene non confondere la precisione tecnica con l’accuratezza con cui si usa. Le temperature del corpo umano, che dipendono da dove e quando si misura il grado di calore, sono dovute a cause fisiologiche e sono provocate da un malfunzionamento del termometro. Usandolo correttamente, il valore sarà più preciso. È meglio quindi seguire le istruzioni per l’uso.

Dove si misura la temperatura?

  • Temperatura rettale: La temperatura interna più affidabile si ottiene inserendo un termometro nel retto (misurazione rettale). Questo valore è accurato e presenta una dispersione bassa dei risultati. La misura normale è di circa 36.2° C - 37.7° C.
  • Grado di calore orale: La misurazione per via orale può essere eseguita nella guancia o sotto la lingua. Entrambe le misure sono inferiori di circa 0,3 ° C - 0,8 ° C rispetto alla temperatura rettale. Quella sublinguale è preferibile alla mascellare.
  • Temperatura ascellare: Nella pratica clinica il grado di calore superficiale del corpo è misurato sotto le ascelle (misura ascellare) e nell'inguine. In entrambi i casi, l’arto relativo è premuto contro il corpo per ridurre qualsiasi influenza della temperatura ambientale. Tuttavia, questo è efficace solo in misura limitata e presenta uno svantaggio: ci vuole più tempo. Negli adulti, il valore della temperatura ascellare è inferiore a quello rettale di circa 0,5° C - 1,5° C. Nei neonati, queste misure sono molto inferiori rispetto alla temperatura rettale.

Gradi della febbre – Valori delle temperature

Qualsiasi temperatura elevata in un bambino, soprattutto nei neonati, deve essere segnalati immediatamente al pediatra o all'ostetrica per avere supporto medico. Può essere addirittura necessario il ricovero. È importante intervenire anche se un adulto presenta una piressia particolarmente elevata.

  • Febbre lieve: 37,2/37,5 - si possono continuare le attività normali con cautela.
  • Febbre media: 37,5/38,8 - fare il minimo indispensabile, stare a casa, dormire e riposare.
  • Febbre moderata: 38,8/39,3 - bere molti liquidi (alla temperatura ambiente di 22,2 gradi C) per evitare la disidratazione, dormire e riposare, non assumere farmaci per diminuire la temperatura sempre che non sia raccomandato esplicitamente dal medico.  Seguire una dieta normale come frutta e verdura per fornire fibre e prevenire la stipsi per la leggera disidratazione.
  • Febbre grave: 39,4/40,5 – chiamare un medico, usare farmaci per abbassare la temperatura con parsimonia (mantenerla fra i 37,7-38,8 gradi per dare modo al corpo di combattere la malattia), riposare tanto, mangiare quantità normali di cibi sani contenenti fibre in modo da garantire all’organismo una buona digestione ed evitare la disidratazione bevendo molti liquidi.
  • Febbre pericolosa: 40,5/41,4 – chiamare il 118 per avere un controllo medico immediato.
  • Febbre molto pericolosa a rischio di vita: superiore a 41,5 – è possibile che il paziente vada in coma o muoia, chiamare il 118 e consultare subito un medico. L’iperpiressia e altri disturbi e malattie possono essere i responsabili di quest’aumento eccessivo del grado di calore.

Misurazione orale della temperatura (espressa in gradi centigradi Celsius)

  • Febbre normale: 36,1-37,1
  • Febbre lieve:  37,2-37,5
  • Febbre/piressia: 37,5-38,2
  • Febbre alta: superiore a 38,3

Misurare la temperatura sotto l'ascella

  • Febbre normale: 35,5-37
  • Febbre di basso grado:  37-37,1
  • Febbre/piressia: 37,2-37,9
  • Febbre alta: superiore a 38

Valori rettali (solo per i bambini):

  • Febbre normale: 36,6-37,2
  • Febbre leggera:  37,7-37,9
  • Febbre/piressia: 38-38,8
  • Febbre alta: superiore a 38,8

Misurazione della fronte (nuovo metodo):

  • Febbre normale: 36,4-37,5
  • Febbre lieve:  37,5-37,7
  • Febbre/piressia: 37,8-38,1
  • Febbre alta:  superiore a 38,7

Misura nell’orecchio (la meno precisa):

  • Febbre normale: 36,5-37,5
  • Febbre di basso grado:  37,5-37,9
  • Febbre/piressia: 38-38,9
  • Febbre alta: superiore a 39

Considerazione finale sulla febbre e la temperatura del corpo

In breve, la temperatura varia a seconda di diversi fattori. La febbre può essere grave o meno grave in base al valore che appare sul termometro. È molto importante prestare attenzione a questi valori poiché più è alta la febbre, più è pericolosa per la salute. Una febbre bassa è utile al corpo per combattere un’infezione o una malattia. Una febbre troppo alta può far rischiare la vita. È meglio chiamare subito un medico se la temperatura raggiunge livelli preoccupanti. Seguire lo schema presentato può essere utile per capire in base a quali valori intervenire a seconda di dove si misura la temperatura.

Consigli utili per imparare le zone migliori dove misurare la temperatura corporea.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo febbre e temperatura corporea

salve, io ho sempre portato la mia temperatura corporea da 34,8 a 35,03 è piu' di una settimana che la mia temperatura è di 37 37,4 mi sento come se avessi la febbre a 40 nn riesco a muovermi, è normale come per gli altri avere questa temperatura o dovrei recarmi in ospedale. Una volta un medico mi ha detto che portando la temperatura normale cosi' bassa quando arriva a 38 diventa preoccupante aspetto vostri chiarimenti grazie mille.

Salve, ultimi tre anni la mia temperatura corporea da 34,6 a 35,8 (ho 43 anni) e sempre ho avuto febbre normale 36,6. Il momento di malattia mi sento molto male, febre non sale ma dentro di me sembra febbre 40, nn riesco a muovermi, ho mal di ossa. E normale ? Aspetto chiarimenti. Grazie mille

Febbre corporea e controllo valori

Ciao! Scusate, ma con una temperatura così bassa, ho il forte sospetto che siate ipotiroidee. Avete mai controllato i vostri valori?
E' importante, mi raccomando!

Lascia il tuo commento: