Termometro per la febbre

Il termometro per la febbre è un dispositivo che misura la temperatura. Un termometro è dotato di due elementi importanti: il sensore di temperatura (ad esempio il bulbo di un termometro a mercurio) in cui si verifica qualche cambiamento fisico con il grado di calore, oltre ad alcuni mezzi per la conversione di questo cambiamento fisico in un valore (per esempio la scala di un termometro a mercurio).

Il modo migliore per misurare la febbre è utilizzare un buon termometro, quello che forse non sapete è che tipo di termometro usare. Non temete: questa guida vi aiuterà a conoscere tutti i termometri esistenti in commercio, in modo da scegliere quello adatto alle vostre esigenze. Alcuni sono più precisi, altri economici, altri ancora più comodi, per non parlare di quelli preferibili per una determinata fascia d’età. Tutto dipende da quello che cercate.

Termometro per la febbre

Termometro per la febbre

Tipi di termometri

Potete trovare diversi tipi di termometri in farmacia e nei negozi di forniture mediche.  Esistono i termometri:

  • In vetro con mercurio (oggi non più in vendita)
  • Digitali.

Termometro in vetro

I termometri in vetro contengono di solito mercurio o un liquido rosso, ma oggigiorno non sono più in commercio e sono stati sostituiti al 100% da quelli digitali. Si trovavano di tre tipi:

  • Orale (con una punta sottile),
  • Rettale (con una punta più spessa),
  • Ascellare.

Le temperature misurate nel retto sono le più precise: si avvicinano di più alla temperatura interna del corpo. I termometri in vetro sono precisi ma bisogna prestare attenzione in quanto possono rompersi facilmente e, in caso di rottura, il mercurio e il vetro rotto sono molto pericolosi. Ecco perché sono stati sostituiti dai termometri digitali: più sicuri del mercurio che risulta nocivo per l'uomo e l'ambiente. Essi sono precisi come quelli in vetro. Il mercurio deve essere smaltito come rifiuto pericoloso. È una neurotossina che avvelena il sistema nervoso, danneggiando:

  • Il cervello
  • Il midollo spinale
  • Le reni
  • Il fegato.

Termometro digitale

  • Il termometro digitale è di plastica. È quindi infrangibile diversamente da quello in vetro.
  • Non avete bisogno di scuotere un termometro digitale prima dell'uso: basta semplicemente che lo accendiate.
  • È presente un display.
  • Alcuni modelli emettono brevi segnali acustici appena hanno rilevato la temperatura.
  • Altri hanno una funzione di memoria che registra l'ultima temperatura misurata.
  • Altri ancora sono dotati di un involucro monouso, per ridurre la diffusione dell'infezione da una persona all'altra.

Non usate la guaina per misurare la temperatura di un bambino, perché potrebbe finire nella bocca e soffocare. Anche se si utilizza un involucro, è necessario pulire il termometro. Il termometro elettronico digitale è:

  • Veloce
  • Facile da usare
  • Preciso.

Tuttavia, ha bisogno di batterie ed è più costoso di un termometro in vetro. Se comprate un termometro digitale, controllate la confezione per vedere quanto è accurato: deve avere una precisione di almeno 0,11° C (ne esistono anche con grado di precisione di 0,01° C ma sono più costosi). Potete usarli per misurare la temperatura di diverse parti del corpo, poiché esistono vari tipi di termometri digitali:

  • Fronte
  • Orecchio
  • Bocca
  • Ascella
  • retto
  • arteria temporale.

Termometro frontale

  • È una striscia di plastica che potete usare una sola volta e poi dovete buttare.
  • È a cristalli liquidi e cambia colore per indicare la temperatura della pelle.
  • Dovete metterla sulla fronte e leggere il valore dopo 1 minuto (mentre la striscia è ancora sulla fronte).

I termometri di questo tipo non sono raccomandati per uso domestico. Misurano la temperatura della pelle, non quella corporea.

I risultati ottenuti da un termometro del genere possono essere influenzati:

  • Da rossore o sudorazione
  • Tenendo la striscia con le mani fredde
  • Dalla temperatura nella stanza.

Tuttavia, le strisce sono veloci da usare e facili da leggere rispetto ai termometri in vetro. Possono essere lasciati sulla fronte per un monitoraggio continuo.

Termometro per l’orecchio

Il termometro auricolare utilizza un sensore a infrarossi per misurare la temperatura corporea. Dovete inserire la parte finale del termometro a forma di cono nel condotto uditivo. Il timpano e i tessuti circostanti emettono calore. Il termometro converte questo calore per potervelo far leggere sul display. Impiega meno di 2 secondi.  È utile se non sopportate ad esempio un termometro sotto la lingua. I termometri auricolari sono facili da usare nei bambini piccoli ma sono meno precisi di uno in vetro o un termometro digitale rettale e più costosi.
Tenete presente che nei bambini di età inferiore ai 2 anni a causa delle piccole dimensioni del condotto uditivo la misurazione è meno precisa.

Il cerume, infiammazione provocata dall’otite media oppure il fatto che il termometro non sia in condizioni perfette può influenzare la misurazione della febbre. Un termometro auricolare dovrebbe garantire una precisione di almeno 0,11° C.

Termometro per la temperatura orale

Se volete misurare la temperatura orale, esistono due tipi di termometri:

  • Uno apposito da mettere sotto la lingua
  • A ciuccio.

Dai 4 anni in su potete usare quello da infilare sotto la lingua con la bocca chiusa. Se invece dovete misurare la temperatura a un bambino di 3 mesi-2 anni, potete usare il termometro a ciuccio a cristalli liquidi. Il bambino succhia il ciuccio con termometro integrato, e un display digitale indica la temperatura corporea del bambino. Se usate questo tipo di termometro, seguite attentamente le istruzioni. Dovreste comunque misurare la temperatura del bambino per via rettale se ha meno di 3 mesi o se la febbre è superiore a 38,89 ° C.

Termometro ascellare

Misurare la temperatura sotto l’ascella non garantisce la precisione dei termometri rettali o orali. Per darvi un’idea, la temperatura ascellare è un grado inferiore a quella orale.

Riducono la precisione della misurazione:

  • vestiti pesanti
  • Coperte
  • Temperatura della stanza
  • Lavarsi
  • Sudare.

È più lento degli altri termometri digitali: impiega 5 minuti circa per misurare la temperatura.

Termometro rettale

Se dovete misurare la temperatura a un bambino che ha meno di 3 anni,  è bene che usiate un termometro rettale, perché fornisce una lettura più accurata della temperatura interna. La temperatura rettale è circa 1 grado più alta di quella misurata per via orale. È consigliato per bambini sotto i sei mesi ma è utile anche per quelli che hanno meno di quattro o cinque anni: sono troppo piccoli per usare un termometro per via orale. Forse preferite misurarla sotto l’ascella perché è più comodo, ma ciò v’impedisce di conoscere la vera temperatura interna.

Termometro dell’arteria temporale

Questo termometro usa la tecnologia a infrarossi come quello dell’orecchio per misurare la temperatura dell’arteria temporale sulla fronte.

  • Bastano pochi secondi
  • Non è invasivo
  • È preciso.

Considerazione finale sulla scelta del termometro da utilizzare per misurare la febbre

Concludendo, il termometro per la febbre è indispensabile. Ognuno di voi ne ha uno in casa poiché è utile in caso di piressia. Potete scegliere il tipo di termometro adatto alle vostre esigenze. È normale essere confusi dal momento che esistono diversi termometri. Come potete notare però certi sono più precisi di altri. Per cercare quello adatto al vostro uso, è utile leggere i consigli riportati. Non vergognatevi di chiedere al medico una dimostrazione di come si misura la temperatura. Meglio essere sicuri di quello che fate, altrimenti il valore riportato sul termometro è sfasato e il medico non può diagnosticarvi la malattia giusta.

Il termometro è un semplice strumento che aiuta a misurare la febbre.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo termometro per la febbre

Termometro per la febbre

Io trovo i termometri in vetro più precisi dei termometri digitali

Lascia il tuo commento: