Fiatone

Il fiatone è un termine per indicare una mancanza o difficoltà di respiro che può normalmente accadere anche semplicemente facendo le scale.

Fiatone perchè? Il fiatone è una sensazione di disagio, durante la respirazione, che viene associata alla mancanza di respiro; la maggior parte delle persone, in genere, lamenta questa sensazione di fatica dopo aver effettuato uno sforzo particolarmente intenso, tuttavia, in alcuni casi, il fiatone si può manifestare anche in seguito ad attività più leggere, come camminare.

Fiatone

Fiatone

Il fiatone

Gli episodi di mancanza di respiro che vengono genericamente definiti come fiatone possono indicare una condizione medica alla base; per poter individuare le cause di questa condizione, quindi, è necessario comprendere perché si manifesta il fiatone: il fiatone, come molte difficoltà respiratorie, è causato da una diminuzione nei livelli di ossigeno. Non bisogna sottovalutare il problema del fiatone, in quanto, in alcuni casi, la mancanza di respiro può essere associata a condizioni mediche più gravi; considerato ciò, è necessario rivolgersi ad un medico se il fiatone o, comunque, la mancanza di respiro, si manifesta piuttosto spesso ed in maniera intensa.

Che cos’è il fiatone?

Il fiatone è una mancanza di respiro che può dipendere da problemi di vario genere, in particolar modo dalle patologie del sistema respiratorio; la mancanza di respiro può manifestarsi in forma acuta, ad esempio in seguito ad uno sforzo estremo, o può essere una condizione cronica, ovvero che si manifesta frequentemente.
Il fiatone, quindi la mancanza di respiro, è una condizione medica che viene definita con il termine scientifico di dispnea; la dispnea è un disturbo di cui tutti, almeno una volta nella vita, hanno sofferto, tuttavia la gravità di questa condizione dipende dai sintomi e dall’intensità con  cui la mancanza di respiro si manifesta.
Il fiatone è una condizione medica che deve essere tenuta in considerazione, se si manifesta in maniera ricorrente, in quanto una frequente mancanza di respiro può dipendere da un problema alla base, di conseguenza è estremamente importante individuare la causa di questo disturbo; per individuare le cause della dispnea è necessario sottoporsi ad alcuni test diagnostici differenti, che permettono di individuare la causa specifica del fiatone, che si tratti di una infezione o di una patologia del sistema respiratorio.
Il fiatone può manifestarsi insieme ad altri sintomi, quali lo stress o la sensazione di stanchezza, tuttavia non necessariamente questi sintomi accompagnano il fiatone, infatti il fiatone può essere avvertito indipendentemente da altre condizioni.

Quali sono le cause del fiatone?

Il fiatone può manifestarsi in seguito ad una intensa attività fisica, tuttavia, in questo caso, non è difficile individuare quale sia la causa di questa condizione; in altri casi, invece, la mancanza di respiro può insorgere in seguito ad attività assolutamente leggere, di conseguenza non si parla di fiatone, ma di una vera e propria mancanza di respiro, le cui cause possono essere diverse. La respirazione consiste in uno scambio di ossigeno, che viene introdotto all’interno dell’organismo, e di anidride carbonica, che viene rilasciata all’esterno dell’organismo: questo scambio avviene attraverso i polmoni, tuttavia questo equilibrio può essere compromesso, di conseguenza si manifesta il fiatone, ovvero una sensazione di mancanza di respiro. Le cause del fiatone possono essere diverse, infatti tra le possibili cause troviamo, oltre ai disturbi cardiaci ed alle patologie del sistema respiratorio, numerose altre condizioni; è necessario comprendere, innanzitutto, che il fiatone, ovvero la mancanza di respiro, può dipendere da due diversi fattori, vale a dire una riduzione della quantità di aria che viene introdotta nei polmoni o l’introduzione di una maggiore quantità di anidride carbonica rispetto alla quantità di ossigeno introdotta nei polmoni. Tra i disturbi cardiaci che possono causare il fiatone, ricordiamo le diverse patologie del sistema circolatorio ed, in particolar modo del cuore, come, ad esempio, il battito irregolare.
Per quanto riguarda i problemi delle vie respiratorie, invece, occorre effettuare una distinzione tra le condizioni momentanee ed acute, quali le infezioni, e le patologie croniche, tuttavia entrambe queste condizioni possono provocare il fiatone; tra i disturbi delle vie respiratorie, ricordiamo le infezioni dei polmoni, che possono provocare problemi di vario genere che, comunque, vanno a compromettere la respirazione.
L’anemia è una delle possibili cause del fiatone, in quanto una carenza di emoglobina determina una minore quantità di ossigeno trasportata all’interno dell’organismo; l’anemia, infatti, è caratterizzata da un minor numero di globuli rossi all’interno del sangue, di conseguenza, essendo queste cellule del sangue indispensabili per il trasporto dell’ossigeno, l’anemia può causare il fiatone, ovvero la mancanza di respiro.
L’ansia e lo stress possono essere considerate come cause del fiatone, in quanto una persona sotto stress o in una condizione di ansia può avere difficoltà nella respirazione, soprattutto in condizioni di fatica; se la causa del fiatone è una situazione di ansia o di stress, una volta superata questa condizione, si riesce a risolvere il problema del fiatone, in quanto non si avvertirà più la mancanza di respiro.
Il legame tra l’ansia ed il fiatone può essere compreso sapendo che il ritmo respiratorio può essere alterato da emozioni intense, quali la paura, l’ansia o la rabbia, di conseguenza una condizione di stress, caratterizzata da emozioni intense, può compromette le normali funzioni del sistema respiratorio, causando il fiatone.
Tra le altre cause del fiatone, ricordiamo, infine, il fumo di sigaretta, l’inquinamento, l’inalazione di sostanza chimiche e l’obesità.

Il fiatone, in conclusione, può dipendere da diverse cause, perciò è necessario prendere in considerazione questo disturbo ed effettuare, se necessario, una serie di esami, in modo da individuare con precisione quali siano le cause di questo disturbo; i vari test diagnostici da effettuare vengono prescritti dal medico, il quale, una volta esaminati i risultati dei test diagnostici, valuterà quale terapia intraprendere.
Il trattamento del fiatone dipende sia dalla gravità della condizione, sia dalle cause scatenanti di questo disturbo, infatti, in alcuni casi, è sufficiente intraprendere dei piccoli ma significativi cambiamenti nel proprio stile di vita; le persone che soffrono di ansia, ad esempio, possono imparare a gestire l’ansia per risolvere i disturbi della respirazione, tra cui anche il fiatone.

Quali sono i sintomi del fiatone?

Il fiatone, di solito, viene associato ad altri sintomi che devono essere presi in considerazione per poter individuare quale sia la causa di questo disturbo; tra i sintomi che possono accompagnare il fiatone, ricordiamo la tosse, gli starnuti, la congestione nasale, la respirazione rapida ed affannosa, i dolori del petto, l’irregolarità del battito cardiaco, il gonfiore, l’eccessiva sudorazione, la sensazione di affaticamento, il dolore del collo, la febbre, la sensazione di disagio generale, l’asma, le allergie, i disturbi del sonno, l’affanno ed altri ancora.
Tutti questi sintomi sono estremamente eterogenei, proprio perché il fiatone è un sintomo associato a numerose condizioni, di conseguenza, a seconda della causa, i sintomi associati al fiatone saranno diversi.

Rimedi per il fiatone

Cosa fare in caso di fiatone? Il fiatone può essere tenuto sotto controllo rilassandosi e respirando profondamente, in quanto queste tecniche aiutano a contrastare la condizione di mancanza di respiro; in alcuni casi, infatti, una scorretta respirazione provoca un forte calo nei livelli di ossigeno all’interno dell’organismo, che si manifesta con il fiatone. Si possono eseguire alcuni esercizi di respirazione, per mantenere il fiatone sotto controllo, tuttavia per contrastare definitivamente questa condizione, è indispensabile individuare quali siano le cause scatenanti, infatti, una volta individuate le cause, si può intraprendere un trattamento adeguato.
In caso di congestione nasale, ad esempio, può essere utile utilizzare un decongestionante o adottare un rimedio analogo, come l’inalazione di vapore o l’assunzione di liquidi; è indispensabile, comunque, consultare un medico, se il problema del fiatone persiste per un periodo abbastanza lungo: il medico, sulla base dei sintomi che accompagnano il fiatone, può prescrivere un trattamento adeguato.

Considerazione finale sul fiatone

Il fiatone consiste in una mancanza di respiro che può dipendere da diverse condizioni, infatti, in alcuni casi, questa condizione si manifesta in seguito ad uno sforzo eccessivo, mentre, in altri casi, il fiatone si manifesta in seguito ad attività leggere, come camminare; in questo secondo caso, è necessario individuare quali siano le cause del fiatone, in modo da intraprendere un trattamento adeguato.

Il fiatone è una problematica comune ma non per questo deve essere trascurata

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo fiatone

Il fiatone

buongiorno, leggo con interesse quanto riportato e mi risulta l'avere il fiatone. Abito ( al momento) in alta montagna, 1900 m., fumo di rado ( una settimana ogni 30/40 giorni) faccio esercizio fisico regolarmente, (sudo dopo aver bevuto il caffe), il fiatone mi viene facendo una breve scalinata oppure durante una salita in bici per poi mantenere un costante respiro non affannoso ma"pesante" Non riporto dolori al petto. leggendo, riporto che l'ansia correlata con lo stress sono una piccola chiave di inizio. in effetti il sonno non è regolare, svegliandomi di notte per andare al bagno ci vogliono due ore per tornare a Morfeo. immagino pertanto che una visita dal medico curante sia di buon aiuto! grazie x l'attenzione

Precisazioni sul fiatone

Vi ringrazio per tutte le precisazioni

Il fiatone quando si cammina veloci

Grazie dell´informazione per il fiatone , io ho il fiatone quando cammino veloce .

Lascia il tuo commento: