Fimosi bambini : la fimosi nel bambino

Fimosi nel bambino, è sempre necessaria la circoncisione? In questo caso i pareri sono purtroppo spesso discordanti, ma prima di tutto, cos’è la fimosi? La fimosi è l’impossibilità di retrarre il prepuzio ed esistono diverse tipologie di fimosi.

Fimosi bambini : la fimosi nel bambino

Fimosi nel bambino

Fimosi fisiologica

Al momento della nascita l’organo riproduttivo del neonato appare completamente ricoperto dal prepuzio, la pelle retrattile che riveste il glande, che è il tratto finale del pene; solo una piccola apertura consente la fuoriuscita dell’urina. Nei primi mesi di vita, fino al quarto quinto anno, l’impossibilità di retrarre il prepuzio è una condizione normale, per cui si parla di fimosi fisiologica. Crescendo il prepuzio si ritrae e lascia scoperto il glande.

Fimosi serrata

Quando il prepuzio è troppo stretto e i tessuti sono infiammati, il glande non riesce a venire fuori. Al bambino allora è diagnosticata una fimosi serrata.

Aderenze

A volte tra il prepuzio e il glande si formano delle aderenze, dette comunemente balano-prepuziali. In questo caso i tessuti sono come incollati fra loro.

Perché la circoncisione?

Nei casi di fimosi serrata, o di aderenze balano-prepuziali, è possibile intervenire con la circoncisione per favorire la fuoriuscita del glande. Di norma si dovrebbe aspettare che il bambino abbia compiuto almeno i cinque anni.

Come si esegue?

La circoncisione è un intervento chirurgico in cui si asporta parte del prepuzio. Si effettua ambulatorialmente, in anestesia locale, con l’applicazione di creme anestetiche. Il chirurgo esegue un taglio trasversale, che sutura poi con punti riassorbibili, diversamente dal passato, in cui il prepuzio era completamente rimosso da una recisione circolare. Non è necessaria alcuna degenza post operatoria.

La circoncisione è consigliata dai pediatri?

I sostenitori del ‘SI’

I fautori dell’intervento sono del parere che il bambino affetto da fimosi serrata, vada sottoposto in tempi brevi all’operazione, per evitare infezioni alle vie urinarie, per prevenire l’insorgenza di malattie di tipo venereo, e di contrarre da adulto l’Aids. Alcuni pediatri eseguono manualmente la scopertura del glande e istruiscono i genitori a fare lo stesso durante il bagnetto (ginnastica prepuziale).

I sostenitori del ‘NO’

Altri pediatri ritengono che la circoncisione non sia necessaria perché col tempo la fimosi e le aderenze balano-prepuziali scompaiono da sole e inoltre il prepuzio protegge il bambino dalle infezioni. Da evitare assolutamente la ginnastica prepuziale perché, oltre a provocare dolore al piccolo, aggrava la fimosi e comporta lesioni che rimarginandosi restringono ancora di più i tessuti.

Curiosità

La circoncisione, dal latino circum (attorno), caedere (tagliare) ha radici lontane: per gli antichi Egizi stabiliva l’appartenenza a Ra il Dio del sole, per gli Ebrei sanciva il patto di Alleanza tra Dio e Abramo, e Maometto la introdusse tra i musulmani. È un rito iniziatico ancora in uso fra alcuni popoli, e segna il passaggio dalla fanciullezza alla pubertà.

Fimosi bambini

Malattie

Lascia il tuo commento: