Flebite

Cosa significa il termine flebite? La flebite è una patologia che puo' portare anche a gravi complicazioni, per cui deve essere curata il prima possibile.

Fortunatamente la flebite si può curare, la flebite, chiamata anche flebite superficiale o tromboflebite, è una condizione nella quale le vene vicine alla superficie del corpo si infiammano, diventano arrossate e dolenti. L’infiammazione causa un coagulo di sangue nelle vene, e usualmente avviene nelle vene delle gambe ma può colpire anche quelle delle braccia, ad esempio dopo una iniezione sbagliata.

Flebite

Flebite


La flebite e le vene

I trombi nelle vene causano dolore e irritazione, possono ostacolare il flusso di sangue. La flebite interessa le vene superficiali, la trombosi quelle in profondità. Nella flebite superficiale, le condizioni sono raramente gravi e, con cure appropriate, la guarigione è rapida. Alcune volte le persone con problemi di flebite superficiale hanno anche problemi di tromboflebite, in questi casi è necessaria la visita del medico. La trombosi interessa le vene più grandi delle gambe. Si possono formare grossi coaguli di sangue, che si possono rompere e viaggiare fino ai polmoni. Questa rappresenta una condizione grave, fino a causare embolia polmonare. Questa situzione, comunque, è rara nella tromboflebite superficiale.

Le cause possibili della flebite

La flebite colpisce le persone che hanno una circolazione sanguigna debole o le vene danneggiate da medicinali o da catetere intravenoso. Può essere una complicazione dovutaa un intervento chirurgico o medicale. Dal momento che la flebite è spesso causata da un danno alle vene, è più facile avere la flebite in vene nelle quali il sangue scorre più lentamente del normale, come nelle vene varicose. Un coagulo, chiamato trombo, può formare un aderenza nella parete venosa; dal momento che non ci sono muscoli a premere il coagulo, questo resta fermo nella vena e blocca il flusso sanguigno. Le flebiti possono anche essere complicazioni risultanti da disordini del tessuto connettivo, come lupus eritematoso o pancreatico, cancro al seno o alle ovarie.


Alcuni fattori di rischio per la flebite:

  • prolungata inattività: stare a letto o seduti per molte ore al giorno, in auto o su un aereo, crea un flusso di sangue stagnante o lento dalle gambe
  • vita sedentaria: non fare alcun esercizio fisico
  • sovrappeso e obesità
  • fumare
  • alcune condizioni patologiche, come cancro o disordini del sangue, che possono aumentare la potenziale coagulazione del sangue
  • danni alle braccia o gambe
  • terapia con ormoni o pillola anticoncezionale
  • gravidanza
  • vene varicose

Sintomi e complicazioni della flebite

L’area attorno alle vene è arrossata e spesso dolente. Poiché il sangue nelle vene tende a coagulare, le vene appaiono indurite, non morbide come di norma. La vena può essere dura per la sua intera lunghezza.


Flebite superficiale

Generalmente c’è un dolore che aumenta lentamente nell’area arrossata lungo una vena superficiale sotto la pelle. Una lunga e sottile area rossa si può vedere come l’infiammazione della vena superficiale. Quest’area può essere dura e calda. La pelle attorno alla vena può dare prurito. I sintomi possono peggiorare quando si abbassano le gambe, specialmente quando si scende dal letto al mattino. Se è presente una infezione, i sintomi possono includere rossore, febbre, dolore e pelle screpolata.

Trombosi della vena profonda (DVT)

Si può presentare in modo simile alla flebite superficiale, ma in alcune persone potrebbe non avere sintomi. Si può avvertire dolore e tremore; ad esempio, una parte inferiore della gamba può tremare senza apparente ragione. Alcune persone hanno anche la febbre, dovuta a una infezione batterica, depigmentazione della pelle e/o ulcere, se le condizioni diventano croniche e non c’è un adeguato e tempestivo trattamento.

Quando consultare il medico

Se si hanno sintomi di tremore, dolore e infiammazione delle vene superficiali delle braccia o delle gambe è bene chiamare il medico. Se non si ottiene un miglioramento in una settimana occorre rivalutare la diagnosi per essere certi di non avere condizioni più gravi.La tromboflebite delle vene profonde richiede l’immediato intervento medico.


Se si hanno questi sintomi, è bene recarsi al pronto soccorso per una visita:

  • febbre alta con alcuni sintomi a un braccio o a una gamba
  • dolore forte e tremore a un braccio o a una gamba
  • improvviso e inspiegabile mancaza di respiro, che potrebbe significare che un embolo sta viaggiando verso i polmoni


Come riconoscere la flebite

Per diagnosticare il tipo di flebite si effettua una analisi con gli ultrasuoni, che possono individuare coaguli o blocchi del flusso sanguigno, specialmente nelle vene più grandi situate nella parte superiore delle gambe. Si utilizza uno strumento munito di una sonda che viene premuta contro la pelle, per aiutare a identificare i coaguli di sangue e le ostruzioni. Si tratta di un test non doloroso e non invasivo. Occasionalmente si può fare un venogramma, che è invece una procedura invasiva che richiede di iniettare raggi X o materiale di contrasto nelle vene a livello dei piedi perché risalgano poi su per la gamba.


Trattamento e prevenzione contro la flebite

Generalmente la flebite migliora da sé in pochi giorni, sebbene possa impiegare delle settimane perché scompaiano i sintomi e il dolore. IL trattamento consiste usualmente in impacchi caldi e in farmaci antinfiammatori non-steroidei, come Aspirina o Ibuprofene. Può aiutare indossare calze elastiche di compressione. Il medico potrebbe anche rimuovere i coaguli di sangue previa una anestesia locale.
Per prevenire la flebite, evitate di fumare e fate una moderata attività fisica, per mantenere il tono muscolare e favorire la circolazione. Cercate di camminare di più. I farmaci antinfiammatori possono aiutare a ridurre il dolore e l’infiammazione. Nei casi più gravi può essere necessario il ricovero ospedaliero.


Trattamento medicale per la flebite

Se si ha una anamnesi di tromboflebite delle vene profonde, o se la flebite potrebbe estendersi alle vene profonde, dovreste assumere degli anticoagulanti. La durata del trattamento anticoagulante è generalmente di 3-6 mesi. Se si hanno segni di infezione, si devono assumere degli antibiotici. Se la flebite è progredita fino a coinvolgere le vene profonde, allora ci sono gravi condizioni che richiedono il ricovero ospedialiero per ulteriori accertamenti. La flebite superficiale è raramente grave e generalmente risponde al controllo del dolore, con compresse calde per 1-2 settimane.

Informazioni e consigli in merito alla flebite.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo flebite

Flebite dopo una flebo post intervento

Ho avuto una flebite al braccio sinistro dopo un itervento.La causa è stata la flebo tenuta per 4giorni nello stesso punto,tra ferro e calmanti per i primi tre giorni è andato tutto bene , il quarto giorno avevo la mano gonfia .L'infermiera mi disse di mettere della crema e il problema era gia risolto .Quando sono stata dimessala mano e il braccio erano sempre piu gonfi con un male da urlo.Ho chiamato il mio medico che mi ha diagnosticato una flebite mi sto curando con una crema e punture di eparina A dimenticavola ripresa sarà lunga .Nonostante tutto l intervento è andato bene

Flebite al braccio sinistro

a inizio gennaio sono stata ricoverata in ospedale. in questo momento ho una flebite al braccio sinistro dopo una flebo tenuta per quattro giorni, tra ferro, tranex, acqua fisiologica e trasfusione. all'inizio avevo un dolore atroce, braccio gonfio e vena dura. il braccio non potevo proprio muoverlo. adesso va un pò benino; il braccio lo posso muovere ma non riesco ancora a stenderlo bene del tutto. ci sto mettendo una crema.

Tromboflebite agli arti inferiori

Degenza di 48 ore in ospedale,terapia a domicilio con seleparina 0,6 ml per tromboflebite agli arti inferiori,con questa diagnosi è possibile che venga considerata grave patologia temporaneamentee e parzialmente invalidante. Questo per non incorrere nella decurtazione dello stipendio durante il congedo per malattia che mi ha prescritto l'ospedale.Sono una dipendente della scuola pubblica.

Flebite arto destro

Ho una flebite all'arto dx e sono in viaggio (in crociera). prima di partire il medico mi ha consigliato impacchi freddi e ghiaccio. niente sole naturalmente. Ho seguito il consiglio sono trascorsi 8 giorni ma ho ancora male. Non vedo l'ora di finire la mia vacanza.

Flebite al braccio sinistro

Ho avuto una flebite al braccio sinistro curata con iniezioni anticoagulanti e contrariamente alla sig.ra Gianfranca l'angiologo mi ha consigliato impacchi caldi. In pochi giorni si è tutto risolto.

tromboflebite delle vene profonde.

dopo due settimane di punturine sulla pancia è completamente passato il dolore, il farmaco è CLEXANE ho avuto come un crampo nell'altra gamba la dx ,esiste un esame per individuare lo stato delle vene?

Lascia il tuo commento: