Gastroenterite

Gastroenterite cos’è? La gastroenterite è l'infiammazione del tratto gastrointestinale, che include sia lo stomaco sia l'intestino tenue. È causata spesso da alcuni virus, più raramente da batteri, parassiti e protozoi, una reazione al cibo o ai farmaci. Potete svilupparla anche se seguite una terapia contro il cancro mediante radiazioni. Almeno il 50% dei casi di gastroenterite di origine alimentare sono causate dai norovirus. Il 20% dei casi, e la maggior parte dei casi gravi nei bambini, è dovuto ai rotavirus. Altri agenti virali significativi includono gli adenovirus.

gastroenterite

Gastroenterite

  • Virus: La causa più comune di gastroenterite è un'infezione virale ad opera di: rotavirus, norovirus, adenovirus enterico ed epatite A. Può essere stagionale e potete notare un picco di infezioni da rotavirus e norovirus durante i mesi invernali.
  • Batteri: È possibile che contraiate la gastroenterite batterica mediante un’intossicazione alimentare. Essa è provocata, ad esempio, da: Salmonella (latticini, uova e pollame), Campylobacter (latticini, carni e pollame), Bacillus (riso riscaldato), Vibrio (frutti di mare), Escherichia coli (carne macinata di manzo)
  • Parassiti e protozoi: Questi minuscoli organismi sono meno frequentemente responsabili dell’irritazione intestinale. Potete essere infettati bevendo acqua contaminata. Le piscine sono luoghi comuni per entrare in contatto con questi parassiti.
  • Allergie alimentari: Anche alcune allergie alimentari, per esempio l'allergia alle fragole, può portare alla gastroenterite
  • Farmaci: Alcune medicinali possono provocare i sintomi dell’infiammazione. Gli antibiotici possono causare la gastroenterite uccidendo i normali batteri sani del vostro intestino.
  • Radiazioni: Se avete il cancro e seguite una terapia con radiazioni, questo può provocare l’infiammazione del tratto intestinale.


Sintomi della gastroenterite

Di solito compaiono dopo alcuni giorni. Possono durare da uno a dieci giorni, a seconda del virus che vi ha infettati. 

  • Il sintomo principale è la diarrea, spesso con vomito. La dissenteria è definita come “perdita di feci acquose, di solito almeno tre volte in 24 ore”. Potreste notare anche sangue o muco nelle feci.
  • Sono comuni crampi all’addome. È possibile che sentiate meno dolore per un po’ ogni volta che passa la diarrea.
  • A volte si presentano anche febbre, mal di testa e dolori articolari. 

Il vomito spesso dura solo un giorno o poco più, ma a volte più a lungo. La diarrea continua spesso dopo che la nausea scompare e dura solitamente per diversi giorni o di più. Potreste soffrire di dissenteria, infatti, per una settimana o giù di lì prima. A volte i sintomi durano più a lungo.

I sintomi della disidratazione

Diarrea e vomito possono causare disidratazione, cioè mancanza di liquidi nel corpo. Consultate subito un medico se sospettate una disidratazione: se lieve, è comune e di solito potete risolvere la situazione bevendo molti liquidi; se invece è grave e non intervenite subito, può essere fatale perché gli organi del corpo hanno bisogno di una certa quantità di liquidi per funzionare. I sintomi della disidratazione negli adulti sono:

  • Stanchezza
  • vertigini o stordimento
  • cefalea
  • crampi muscolari
  • occhi infossati
  • minzione scarsa
  • bocca e lingua secche
  • debolezza
  • irritabilità
  • anoressia e perdita di peso in caso di radiazioni.

I segni di una grave disidratazione negli adulti sono: 

  • debolezza
  • confusione
  • tachicardia
  • coma
  • urine molto scarse. 

In questo caso dovete chiamare immediatamente un medico: una grave disidratazione è molto pericolosa. 

La disidratazione con gastroenterite negli adulti è più probabile che si verifichi in:

  • persone anziane o deboli
  • presenza di diarrea acuta e vomito, soprattutto se non siete in grado di integrare i liquidi persi bevendo a sufficienza.


Gastroenterite contagio

la gastroenterite è una malattia contagiosa che si diffonde attraverso il contatto con una persona infetta. 

  • Se condividete utensili da cucina, acqua o mangiate con una persona ammalata di gastroenterite state pur certi che verrete contagiati. 
  • Consumare cibi o bevande contaminati è un altro modo. Il cibo è contaminato quando chi lo prepara o lo tocca non segue le norme igieniche corrette. I frutti di mare crudi, se contaminati da scarichi fognari, possono trasmettere l’infezione. Se l'acqua potabile è contaminata da liquami, può portare a una grande epidemia di gastroenterite.
  • Si trasmette anche mediante le feci, quindi state attenti a non entrare in contatto con escrementi di persone o animali infetti.

Durata della gastroenterite

I sintomi di solito durano 1-2 giorni, ma possono prolungarsi fino a 10 giorni. La diarrea in genere dura più del vomito per diversi giorni. Prima di tornare a un’evacuazione normale, è possibile che le vostre feci continuino a essere acquose per una o due settimane. 


Gastroenterite virale

La gastroenterite virale è causata da virus. Se siete in buona salute, è probabile che guariate senza complicazioni. Ma per i neonati, gli anziani e le persone con un sistema immunitario compromesso, può essere mortale. Non c'è alcun trattamento efficace per la gastroenterite virale, per cui la prevenzione è fondamentale. Oltre ad evitare cibo e acqua che contaminati, lavare spesso accuratamente le mani è la vostra migliore difesa. 

Gastroenterite Incubazione

Il periodo d’incubazione dipende dal virus che ha causato l'infezione. 

  • Norovirus:1-3 giorni. In questo caso, correte il rischio di contagiare la gastroenterite appena vi sentite male.  Anche dopo essere guariti, potete trasmettere l’infezione per 2-3 settimane o anche di più nei bambini piccoli.
  • Rotavirus: 1-2 giorni. Ciò che differenzia questa infezione da quella precedente è che siete contagiosi anche prima della comparsa dei sintomi. Dopo il recupero, potete trasmettere la malattia per circa 2 settimane o di più nel caso dei bambini.
  • Adenovirus: 1 settimana.
  • Astrovirus: 1-3 giorni.

Diagnosi della gastroenterite

Il medico potrebbe diagnosticarvi la gastroenterite sulla base di:

  • Sintomi
  • esame fisico e
  • talvolta, sulla presenza di casi simili nella vostra comunità. 

Esiste un test rapido in grado di rilevare il rotavirus, ma non ne esistono per gli altri virus. In alcuni casi il medico può richiedere un campione di feci per escludere una possibile infezione batterica o parassitaria.

Cure per la gastroenterite

  • La reintegrazione dei liquidi adeguati e altre misure di supporto sono l'unico trattamento necessario per la gastroenterite virale, che in genere deve seguire il suo corso (da tre a cinque giorni). 
  • La gastroenterite batterica e parassitaria richiede dei farmaci per eliminare gli agenti patogeni.
  • Se invece sviluppate una gastroenterite provocata da radiazioni (come quelle della terapia contro il cancro), la soluzione è quella di fare piccoli pasti frequenti e mangiare cibi ricchi di fibre e assumere farmaci antidiarroici per controllare la dissenteria.

Rimedi naturali per la gastroenterite

Ecco alcuni rimedi comuni che vi aiuteranno a ridurre l'intensità dei sintomi

  • Al fine di prevenire la disidratazione, potete bere: una soluzione contenente una miscela di sale e zucchero in acqua, succo di lime, tè alle erbe, come allo zenzero e alla menta (il caffè non è raccomandato).
  • Bibite aromatizzate, ad esempio allo zenzero, in piccole quantità possono aiutarvi contro la nausea.
  • Se soffrite di vomito, bevete liquidi e succhi di frutta al posto del normale cibo solido. Non mangiate cibi piccanti. Riprendete la dieta normale una volta guariti.
  • Mangiate mele in ogni modo, fresche o al forno. Aiutano a far guarire lo stomaco. Un altro frutto molto importante è la banana: è facile da digerire ed è anche una fonte ricca di potassio e magnesio.
  • A causa della diarrea, il corpo può perdere molti dei batteri utili. Consumate yogurt per recuperare i batteri persi e alleviare il mal di stomaco.
  • L'igiene personale e stare lontani dai fluidi corporei di una persona infetta può aiutarvi a prevenire la malattia. Lavatevi le mani prima e dopo i pasti e dopo essere andati in bagno.

In breve, la gastroenterite può essere causata da diversi fattori. Non trascurate i sintomi perché la situazione può peggiorare e cercate di prevenire la malattia il più possibile seguendo i consigli elencati.

Durata sintomi contagio e diagnosi della gastroenterite