Gastroenterite cura e terapia

Gastroenterite cura e terapia: La gastroenterite è un’infiammazione piuttosto comune. A seconda della causa sottostante, se si tratta ad esempio di sepsi batterica, esiste una cura: gli antibiotici. In caso contrario, potete seguire una terapia casalinga per evitare la disidratazione e alleviare i sintomi. 

gastroenterite cura

Gastroenterite cure e terapia


Trattamento per guarire dalla gastroenterite

Attualmente, non esiste alcun trattamento medico specifico per la gastroenterite virale o altri tipi d’infezioni che non sono provocate da batteri o parassiti. 

Per i parassiti di solito dovete prendere farmaci appositi. In caso d’infezione batterica, il medico può prescrivere gli antibiotici. È meglio, però, provare prima a guarire senza, perché l’abuso di questi farmaci rende a lungo andare immuni i batteri. di solito, infatti, si sta meglio in 1-3 giorni. La diarrea e gli altri sintomi migliorano in 2-5 giorni. È possibile però che vi sentiate un po' deboli e affaticati per circa una settimana. La cosa più importante da fare come terapia è far rilassare lo stomaco e l'intestino. Le cure ospedaliere possono essere necessarie in casi di grave disidratazione. La reintegrazione dei liquidi adeguati e altre misure di supporto sono l'unico trattamento necessario per la gastroenterite virale, la più comune del resto, che in genere termina il suo corso in 3-5 giorni. Quasi tutte le persone guariscono senza problemi ma chi ha gravi patologie croniche, i bambini piccoli e gli anziani sono maggiormente a rischio di complicazioni. 


Dieta per la gastroenterite

L'obiettivo più importante è quello di sostituire i liquidi persi e i Sali. Ecco alcuni suggerimenti che possono aiutarvi:

  • Evitate alcuni alimenti – non mangiate latticini e prodotti ricchi di zucchero, che possono peggiorare la diarrea. Inoltre, tenetevi lontano da caffeina, alcol, nicotina e cibi grassi o molto conditi.
  • Andateci piano con il cibo - Smettete di mangiare e bere per qualche ora. In questo modo date il tempo allo stomaco di adattarsi a cibi e bevande. Introducete gradualmente alimenti leggeri e facili da digerire nella dieta. Provate cracker, fette biscottate, gelatina, banane, riso e pollo. Se ritorna la nausea, smettete di mangiare.
  • Bevete acqua a piccoli sorsi - Assicuratevi di bere molti liquidi tutti i giorni, con sorsi frequenti. Provate a bere bevande e brodi chiari. Potete provare anche bevande sportive senza caffeina.


Gastroenterite e terapia di cura domestica

La cura a casa è concentrata su:

  • Riposo
  • Prevenzione della disidratazione. 

Per farlo, provate quanto segue:

  • Riposatevi - Nausea, vomito e disidratazione possono farvi sentire deboli e stanchi. Dormite a sufficienza e prendetevela comoda. Per superare la stanchezza, basta il riposo a letto.
  • Reidratatevi - I bambini potrebbero aver bisogno di una soluzione di reidratazione orale per sostituire gli elettroliti persi. Non date a vostro figlio succo di mela perché può far peggiorare la diarrea. Consultate il pediatra se avete dubbi.  

Farmaci per la gastroenterite

In generale, dovreste evitare di assumere a meno che non ve lo consigli il medico. Spesso i sintomi non sono molto gravi.  È importante notare che gli antibiotici non hanno alcun effetto sui virus. Inoltre, anche in caso d’infezione batterica, non bisogna abusarne perché i batteri possono diventare resistenti alla medicina. Esistono però alcuni farmaci che possono alleviare la diarrea e vomito. Per esempio:

  • il nifuroxazide può aiutare contro la dissenteria.
  • Le soluzioni liquide o in polvere reidratanti per via orale possono contribuire ad alleviare i sintomi di diarrea e nausea.

Evitate l’ibuprofene perché questi tipi di farmaci possono aggravare il mal di stomaco. Siate cauti nel prendere il paracetamolo perché è stato collegato a tossicità epatica, specialmente nei bambini. Non date a bambini o adolescenti l’aspirina: può causare la rara, ma potenzialmente fatale malattia chiamata sindrome di Reye. Cercate di evitare di dare a vostro figlio farmaci da banco antidiarroici a meno che non ve li consigli il pediatra. Questi composti possono rendere più l’eliminazione dell’infezione per il corpo di un bambino.

Prevenzione

Anche se non è necessario tenere le persone malate lontane dagli altri, cercate di evitare uno stretto contatto, se possibile. Per prevenire la diffusione della gastroenterite è bene:

  • lavarsi le mani di frequente e in maniera accurata
  • non condividere cibo, bevande o posate con qualcuno malato
  • cercare di evitare il contatto con i fluidi corporei di una persona infetta.

Seguite queste semplici precauzioni per prevenire la diffusione d’infezioni intestinali:

  • Lavatevi accuratamente le mani – dovete sempre lavarvi bene le mani dopo essere andati in bagno. Usate acqua tiepida e sapone e strofinate le mani energicamente per almeno 20 secondi. Ricordatevi di lavare le cuticole intorno, sotto le unghie e nelle pieghe delle mani. Usate salviette inumidite o disinfettante per le mani se non avete a disposizione acqua e sapone.
  • Utilizzate oggetti personali separati - Evitare di condividere posate, bicchieri e piatti. Inoltre, utilizzate asciugamani da bagno separati.
  • Mantenere la distanza - Evitate il contatto ravvicinato con chi è stato infettato dal virus, quando possibile.
  • Viaggiate in sicurezza - Quando andate in altri paesi, è facile che vi ammaliate a causa di cibo o acqua contaminati. I seguenti suggerimenti possono aiutare a ridurre i rischi: evitate cubetti di ghiaccio che possono essere stati fatti con acqua contaminata; state lontani da cibi crudi toccati da altre persone (questi includono frutta sbucciata, verdure e insalate); non mangiate carne e pesce poco cotti; lavatevi i denti con acqua in bottiglia; assumete solo bevande ben chiuse in bottiglia.

Vaccinazione contro la gastroenterite?

Esiste un vaccino per proteggere i neonati e i bambini dall’infezione provocata dal rotavirus. Sembra essere efficace nel prevenire i sintomi della gastroenterite grave. Chiedete al pediatra per ulteriori informazioni.

Trattamenti omeopatici per curare gastroenterite

L'omeopatia è generalmente considerata sicura, ma è meglio che consultiate un omeopata qualificato o il vostro medico prima di usare la cura omeopatica, in particolare se siete sotto cure mediche.

  • Arsenicum: è indicato se avete feci scure acquose o vomito e diarrea. Può essere utilizzato anche per la diarrea causata dall’intossicazione alimentare.
  • Camomilla: è indicata se avete dolori addominali e diarrea acquosa verde. È un rimedio utilizzato di frequente per calmare i bambini.
  • Colocynthis: Se avvertite una diarrea imminente per via di crampi addominali fortissimi, il colocynthis fa al caso vostro. Aiuta ad alleviare il dolore.
  • Ipecac: può alleviare nausea e vomito. L’ipecac è una buona scelta se avete una nausea costante, accompagnata da un dolore attorno all'ombelico. Potete usarlo anche se la diarrea è verdastra. Non confondete l’ipecac omeopatico con lo sciroppo d’ipecac usato per indurre il vomito.
  • Podophyllum: Se sentite gorgoglii e brontolii provenienti dallo stomaco prima di un attacco di diarrea acquosa, e ancora non sentite dolore, potete usare il podophyllum. Potrebbe spingere ad andare in bagno di frequente e peggiorare la diarrea al mattino. Dopo l’evacuazione, è possibile che vi sentiate esausti.
  • Veratro: Usate questo rimedio quando la diarrea acquosa arriva con crampi allo stomaco, vomito e brividi. 

Concludendo, la cura per la gastroenterite dipende dalla causa di fondo dell’infezione. È bene, però, prima di usare farmaci cercare di seguire una terapia basata sull’idratazione, sulla dieta e sui rimedi naturali. La prevenzione ovviamente è la chiave di tutto.

Gastroenterite cure e terapia per guarire più velocemente.

Malattie

Lascia il tuo commento: