Gastroenterite dieta e alimentazione

Gastroenterite dieta ed alimentazione: La gastroenterite è un problema digestivo, in cui lo stomaco e l'intestino s’infiammano gonfiandosi. Di solito la causa principale è un’infezione virale. I sintomi della gastroenterite includono diarrea, nausea, dolori addominali sotto forma di crampi e vomito. Se mangiate cibi che non rispettano le norme igieniche rischiate di irritare lo stomaco e provocare l’infezione. Può essere causata anche da parassiti presenti nel cibo avariato e nell'acqua sporca. Se soffrite di gastroenterite, dovete evitare certi cibi, fino a quando non vi sentite meglio. È sufficiente che seguiate un’alimentazione corretta che impedisce la perdita di liquidi. Semplificando la dieta, potete gestire la malattia. Una dieta ristretta è molto importante: è un trattamento efficace ed è essenziale per superare quest’infezione. 

Dieta e corretta alimentazione bastano contro la gastroenterite? Se la gastroenterite non è grave, una corretta alimentazione è sufficiente per guarire. Esiste una dieta apposita per questa malattia. Non è una di quelle per perdere peso. È una cura tradizionale per la diarrea e un modo per mantenere poco quando vi sentite male. Così facendo assumete abbastanza calorie da guarire. Sarete lieti di sapere che non è efficace solo contro la dissenteria: allevia anche altri disturbi gastrointestinali come dispepsia, gastroenterite e nausea. La dieta comprende quattro alimenti fondamentali: banana, riso, salsa di mela e pane tostato, utili contro questo problema. Sono cibi molto leggeri, facili da digerire e hanno meno fibre. Gli alimenti con un alto contenuto di fibre sono sconsigliati perché provocano gas e quindi peggiorano la situazione. 

gastroenterite dieta e alimentazione

Gastroenterite dieta e alimentazione


Alimentazione per la gastroenterite

Questa è una dieta tradizionale per i bambini e per gli adulti. I quattro alimenti sono:

  • Banane
  • Riso
  • Salsa di mela
  • Pane tostato

Questi sono tutti cibi che piacciono alla maggior parte dei bambini. È meno probabile che sapori semplici come questi provochino la nausea.  Non ci sono spezie o acidi forti che irritano lo stomaco. Questi alimenti sono un po' costipanti: molto efficaci in caso di diarrea.

Seguire una dieta sana aiuta a guarire dalla gastroenterite

Alcuni medici non consigliano di seguire questa dieta per due ragioni:

  • Hanno paura che non siano assunte tutte le sostanze nutritive di cui si ha bisogno. Questa è una preoccupazione valida se seguite la suddetta alimentazione per più di un giorno o due.
  • Non vi è alcuna prova scientifica che dimostri che questo genere di alimentazione aiuti le persone a riprendersi dalla gastroenterite più rapidamente di qualsiasi altra dieta. Poiché non è dimostrata, non c'è una vera ragione medica per usarla. Potete seguire un’alimentazione normale, fino a quando siete in grado di accettare il cibo. Se però gli alimenti di tutti i giorni vi fanno stare male, è meglio provare la dieta citata.


Non forzate il vostro stomaco

Per evitare la nausea, è bene che beviate a piccoli sorsi. Una volta che non provocano vomito, provate ad aggiungere lentamente i cibi della dieta consigliata o altri semplici e leggeri. Se invece i liquidi continuano a farvi vomitare, consultate il medico. La disidratazione è pericolosa, specialmente nei bambini. Potrebbe essere necessario il ricovero in ospedale, dove i liquidi sono iniettati per via endovenosa.


Come introdurre i cibi della dieta consigliata

  1. Iniziate a bere i liquidi chiari (acqua, brodo, bevande senza caffeina o bibite sportive, miscelate con acqua). Bevete circa 10 bicchieri di acqua al giorno, per evitare la disidratazione.
  2. Ricordatevi di bere a piccoli sorsi, piuttosto che a grandi sorsate, perché così sarà più probabile che non vi verrà la nausea.
  3. Quando avete raggiunto una fase in cui i liquidi sono ben tollerati, cioè non vi viene da vomitare, iniziate ad aggiungere gradualmente gli alimenti suddetti alla vostra dieta.
  4. Le banane sono considerate costipanti: ciò è un bene per la diarrea. L'amido resistente all’amilasi nelle banane aiuta a ridurre l'insorgenza di ulcera peptica e dispepsia non ulcerosa.
  5. Includete riso nella vostra dieta, poiché favorisce la reidratazione orale e diminuisce il volume delle feci.
  6. Mangiate mele, sotto forma di salsa. Di consistenza cremosa, è facilmente digeribile ed è un sollievo per la gola secca.
  7. Spalmate un po' di marmellata sul pane tostato e mangiatelo per avere un po’ di forze.
  8. Se il pane tostato e il riso vi fanno venire la nausea, riposate lo stomaco per alcune ore.
  9. Potete aggiungere una soluzione di reidratazione orale alla vostra dieta, giacché ripristina i sali e gli elettroliti del corpo persi a causa della diarrea.
  10. È anche possibile includere cracker, cereali cotti, pasta, riso e verdure nella vostra alimentazione.

Alimenti da evitare

Alcuni alimenti possono peggiorare la diarrea. Le bevande zuccherate, anche se sono buone, possono favorire la dissenteria: lo zucchero passa attraverso l'apparato digerente, tira verso sé più acqua e rende le feci più liquide. Le bevande sportive, per esempio, contengono gli elettroliti di cui il vostro corpo ha bisogno, ma la maggior parte di esse sono troppo pesanti per via dello zucchero. Dovete diluirle con almeno una pari quantità di acqua prima di berle. 

Altri cibi da evitare sono:

  • Agrumi e succhi di frutta
  • Bevande che contengono caffeina, che agiscono come diuretici (causano un aumento della minzione). Mantenervi idratati è importante quando siete malati, e soprattutto se avete la diarrea. Le bevande contenenti caffeina in realtà non disidratano, ma non sono così efficaci per l'idratazione come quelle senza. La caffeina agisce anche come lassativo, esattamente ciò non volete quando soffrite di diarrea!
  • Il latte e gli altri prodotti caseari, ma solo se peggiorano la dissenteria. Alcune persone sono allergiche al lattosio, che può causare diarrea. Altre non hanno questo problema.

Quando chiamare il medico

Questa dieta è per i casi di diarrea e nausea lievi o moderati, non per una malattia grave. Chiamate il medico in questi casi:

  • Segni di disidratazione. Questi includono non urinare (i bambini piccoli dovrebbero andare in bagno almeno una volta in otto ore), pianto senza lacrime, e bocca secca o occhi infossati. La disidratazione, specialmente nei più piccoli, è un motivo per andare subito al pronto soccorso.
  • Diarrea che non va via. La dissenteria dovrebbe iniziare a migliorare entro pochi giorni.
  • Sangue nelle feci. La diarrea sanguinolenta richiede l’intervento del medico.
  • Vomito che non s’interrompe. Il vomito continuo, soprattutto quando non c'è cibo nello stomaco, può essere il segno di una malattia più grave.

In breve, la dieta per la gastroenterite si basa su cibi semplici e facilmente digeribili. Se anche con questi vi viene la nausea, allora provate prima a bere solo liquidi come consigliato e poi a consumarli gradualmente. L’alimentazione è fondamentale per la guarigione. Potete così evitare farmaci, soprattutto perché a seconda dell’infezione che avete non servono. Se seguire questa dieta non basta, allora è meglio che chiamiate il medico che vi consiglierà cosa fare. In certi casi gravi potrebbe essere necessario il ricovero in ospedale.

Gastroenterite dieta e cura della alimentazione.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo gastroenterite dieta e alimentazione

grazie per le informazioni

La gastroenterite

queste cose me le diceva la mia nonna buonanima!!!!!

Vi ringrazio dei suggerimenti,in 39 anni e la prima volta che mi capita questo problema,anche se non c'è da meravigliarsi poiché ho avuto un intervento all'intestino sette anni fa,però non ho mai sofferto di gastroenterite e dei suoi sintomi,anzi ho sempre sofferto di stipsi,spero che il vostro vademecum mi sia di aiuto e che sia di aiuto ad altre persone che si trovino in una situazione simile,grazie ancora.

Lascia il tuo commento: