Gastroenterite sintomi

Gastroenterite e sintomi: La gastroenterite è l’irritazione e l’infiammazione del tratto gastrointestinale. I sintomi distintivi sono nausea, vomito e diarrea. La gastroenterite è abbastanza comune e può verificarsi in qualsiasi fascia di età. La causa più frequente è l’infezione virale. Questo tipo di gastroenterite infettiva è contagioso. Anche quella batterica, come l’intossicazione alimentare provocata dalla salmonella, è contagiosa. Sintomi simili a quelli gastrointestinali possono anche derivare da altre condizioni non trasmissibili, come l'intossicazione da alcool o la sindrome dell'intestino irritabile. La gastroenterite può portare a complicazioni gravi come la disidratazione, soprattutto nei neonati, nei bambini piccoli, negli anziani o nelle persone con malattie croniche. Rivolgetevi immediatamente al medico se notate che i sintomi della gastroenterite non migliorano dopo un giorno o due. Chiamate l’ambulanza se qualcuno ha i segni della malattia accompagnati da letargia, perdita di riflessi, delirio, convulsioni, sanguinamento rettale o mancanza di minzione.

sintomi gastroenterite

Sintomi della gastroenterite


Quali sono i sintomi della gastroenterite?

I sintomi della gastroenterite possono variare d’intensità e a seconda della causa sottostante. I sintomi di quella virale generalmente scompaiono entro 24 o 48 ore. Altri tipi di gastroenterite possono durare più a lungo. Ecco ciò che potete notare in caso di malattia:

  • Eruttazione, gas o gonfiore addominale
  • Dolori o crampi epigastrici 
  • Feci striate di sangue
  • Sintomi simil-influenzali (stanchezza, febbre, mal di gola, mal di testa, tosse, dolori)
  • Nausea, conati di vomito, mal di mare, mal d'auto o mal di stomaco
  • diarrea acquosa
  • Debolezza 
  • Disidratazione
  • Perdita di appetito

I sintomi più comuni sono la dissenteria e la nausea. Avete una gastroenterite grave se c’è sangue nelle feci o nel vomito. Se i sintomi sono ancora forti dopo due giorni, dovreste chiamare il medico. 


Disidratazione

Se la dissenteria e la nausea sono particolarmente frequenti e durano a lungo, possono portare alla disidratazione, vale a dire alla perdita di molti liquidi dal corpo. A causa della disidratazione, perdete gli elettroliti e questo porta a:

  • Bocca e pelle secca
  • Debolezza
  • Mancanza di sudorazione
  • Stordimento
  • nel caso dei bambini, pianto senza lacrime

Sintomi gravi che potrebbero indicare un pericolo di vita

La gastroenterite in alcuni casi può portare a complicazioni gravi o pericolose per la vita, tra cui la disidratazione e il sanguinamento gastrointestinale. Richiedete soccorso immediato al 118 se qualcuno presenta uno dei seguenti sintomi potenzialmente letali:

  • Perdita di riflessi o coscienza
  • Delirio
  • Sete eccessiva
  • Mancanza di minzione o meno pannolini bagnati nei neonati
  • Letargia
  • Sanguinamento rettale
  • Crisi
  • Respiro corto, roco o difficile
  • Fontanelle infossate sulla testa del vostro bambino
  • Nessuna risposta 

Per la maggior parte delle persone, la gastroenterite è sgradevole ma recuperabile. Per altre, come chi ha il sistema immunitario, gli anziani o i bambini, l'infezione può essere fatale. Non tralasciate i sintomi e intervenite subito se voi o qualcun altro presenta i segni di una gastroenterite rischiosa.

Come si può curare la gastroenterite?

Il trattamento per la gastroenterite dipende dalla causa sottostante, dalla vostra età, dalla storia clinica, e da eventuali altre condizioni. Di solito è mirato ad affrontare la causa, ridurre al minimo la nausea, il vomito e la diarrea, e diminuire il rischio di disidratazione. Quando la gastroenterite è causata da una condizione auto-limitante, come la gastroenterite virale, il trattamento comprende:

  • Non mangiare cibi solidi per far riposare lo stomaco e l'intestino fino a quando i sintomi non sono passati
  • Bere molti liquidi (acqua o fluidi reidratanti) per garantire un'adeguata idratazione.

In alcuni casi, potete usare dei farmaci per curare la gastroenterite. Il medico prescrive gli antibiotici quando la gastroenterite è causata da un’infezione batterica, come nei casi d’intossicazione alimentare batterica ad opera di Shigella, Salmonella o Campylobacter. Se avete una gastroenterite leggera, bere una certa quantità di liquidi al giorno dovrebbe essere sufficiente. Potete continuare a mangiare normalmente ma non assumete cibi grassi o bevande molto zuccherate. Se l’infezione è grave, sarebbe bene che integraste ciò che avete perso con una soluzione di reidratazione orale: potete acquistarla in farmacia. Potete trovarla di solito in polvere e dovete preparare la soluzione con l'aggiunta di acqua. Le soluzioni di questo tipo contengono il giusto equilibrio di zuccheri e sali per il corpo e permettono di reidratare l'organismo. In casi molto gravi, potrebbe essere necessario il ricovero in ospedale e la reidratazione con liquidi per via endovenosa. 

Rimedi

Di solito la gastroenterite si risolve da sola e non c’è bisogno di farmaci. Esistono trattamenti per ridurre i sintomi ma la cosa più importante è evitare la disidratazione. È fondamentale:

  • Riposare a letto
  • Evitare di mangiare
  • Reidratarsi

Passi da seguire per il recupero

  • Inizialmente bevete e basta. Dopo 24 ore potete mangiare solo cibi leggeri, finché i sintomi persistono, come ad esempio cracker, brodo, pane tostato, riso, banane, succo di mela senza zucchero, fette biscottate, pasta o patate.
  • Evitate cibi piccanti o pasti pesanti, così come frutta, prodotti lattiero-caseari, cereali molto ricchi di fibre
  • Limitate l'attività fisica per un po' e riposate tanto
  • Bevete molti liquidi
  • Evitate qualsiasi farmaco che contiene aspirina
  • Non bevete bibite gassate
  • Potete preparare una bevanda mescolando 2 cucchiai di zucchero con ¼ di cucchiaino di sale da tavola e ¼ di cucchiaino di bicarbonato di sodio. Il bicarbonato di sodio può essere sostituito con ¼ di cucchiaino di sale da tavola. Mescolate il composto in 1 litro di acqua pulita o bollita in precedenza. 
  • È utile mangiare una mela grattugiata contro la gastroenterite 3 volte al giorno tra un pasto e l’altro.

I sintomi della malattia possono essere molto dolorosi e angoscianti, ma il corpo recupera di solito in tempi relativamente brevi, spesso senza intervento medico. Se vi state occupando di una persona malata, fate attenzione a non infettare voi stessi. L’igiene è fondamentale: lavatevi spesso le mani. Inoltre state attenti al cibo toccato dalla persona infetta e alle feci: l’infezione si trasmette per via orale-fecale.

Prevenire è meglio che curare

Il modo migliore per trattare la gastroenterite è di non prenderla. Qui ci sono alcuni consigli che potete seguire:

  1. Lavatevi le mani
  2. Mantenete il corpo pulito
  3. Preparate e conservate gli alimenti in modo corretto.
  4. State il più possibile in posti puliti.
  5. Mangiate in modo sano.
  6. Assumete vitamine e minerali

In breve, i sintomi della gastroenterite non sono di certo piacevoli. Possono essere dolorosi e durare a lungo. Di solito la gastroenterite può essere curata a casa. L'aspetto più importante del trattamento è di sostituire i liquidi e i sali che avete perso, per prevenire la disidratazione. Se notate che però non vi sentite bene, è meglio che chiamiate il medico. È possibile che non siate riusciti ad evitare la disidratazione o che i trattamenti non facciano effetto. In questo caso potrebbe essere necessario il ricovero se la situazione è particolarmente grave. Cercate di evitare la malattia il più possibile mediante la prevenzione.

Consigli su come prevenire i sintomi della gastrointerite

Malattie

Lascia il tuo commento: