Gemmoderivati

La gemmoterapia, creata negli anni cinquanta dal biologo belga Pol Henry, è un metodo che utilizza le parli più giovani e fresche della pianta, come gemme, giovani getti e radichette. Per preparare i gemmoderivati, le gemme vengono raccolte alla fine dell'inverno in un momento particolare dell'anno dello tempo balsamico nel quale sono al culmine delle loro potenzialità.

Gemmoderivati

Gemmoderivati e gemmoterapia

Gemmoderivati: la preparazione

Le gemme opportunamente tritate, vengono messe a macerare in glicerina e alcol per almeno 3 settimane, poi vengono filtrare ripetutamente.

Il macerato glicerico viene ulteriormente diluito in una miscela di acqua (20 per cento), alcol (30 per cento) e glicerina (50 per cento) nella proporzione di uno a dieci.

I gemmoderivati si trovano in farmacia e sull'etichetta compare la dicitura MG1DH che significa, appunto, macerato glicerico alla prima diluizione decimale.

Gemmoderivati elenco:

  • Abete Bianco
  • Acero
  • Agnocasto
  • Alloro
  • Avena
  • Betulla
  • Biancospino
  • Brugo
  • Caprifoglio
  • Castagno
  • Cedro
  • Corbezzolo
  • Eucalipto
  • Faggio
  • Fico
  • Frassino
  • Gelso
  • Ginepro
  • Ginko
  • Ippocastano
  • Kiwi
  • Lampone
  • Limone
  • Magnolia
  • Mirtillo rosso e nero
  • Mirto
  • Nocciolo
  • Noce
  • Olivello Spinoso
  • Olivo
  • Olmo
  • Ontano
  • Pino
  • Pioppo
  • Plantano
  • Prugnolo
  • Quercia
  • Ribes nero
  • Rosa canina
  • Rosmarino
  • Rovo
  • Salice
  • Segale
  • Sorbo domestico
  • Tiglio
  • Viburno
  • Vischio
  • Vite

Gemmoderivati: da dove si prelevano ?

I gemmoderivati sono i rimedi usati nella gemmoterapia e, mentre la fitoterapia utilizza fiori, foglie, radici e cortecce, la gemmoterapia prepara i rimedi da raccolti freschi di:

  • gemme e germogli emergenti
  • semi e amenti
  • radici e corteccia delle radici
  • linfa

La caratteristica principale dei gemmoderivati è proprio l’utilizzo di vegetali allo stadio iniziale di sviluppo, ricchi diprincipi attivi benefici.

La gemmoterapia ed i gemmoderivati

Erbe officinali piante medicinali

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo gemmoderivati

vorrei capire però la differenza tra l'azione data da un gemmoderivasto piuttosto che di un macerato glicerico o un estratto idro/alcol/idroglic???

Lascia il tuo commento: