Gengive infiammate

Come mai le gengive si infiammano? Le gengive infiammate sono un problema molto comune che si presenta con gengive arrossate, gonfie, doloranti, sanguinanti e sensibili. È facile che durante le normali pratiche di igiene orale si verifichino delle infiammazioni a livello delle gengive, magari quando queste sono particolarmente sensibili, oppure quando si eseguono movimenti bruschi con lo spazzolino o il filo interdentale. Ma le gengive possono infiammarsi anche quando il livello dei batteri aumenta e si verificano accumuli di placca e tartaro.

gengive infiammate cause e rimedi

Che cosa fare con le gengive infiammate.

Cause delle gengive infiammate

Tra le cause principali dell'infiammazione gengivale troviamo infatti:

  • Placca: quando l'igiene orale viene praticata in maniera errata o non sufficiente, è facile che i detriti di cibo e i batteri presenti nella saliva e negli alimenti si possano infiltrare sulla superficie dei denti e sui tessuti della bocca, come le gengive, la lingua e il palato. In questo modo si formano degli aggregati che vanno a depositarsi principalmente nello spazio tra dente e gengiva, ovvero il solco gengivale, sotto forma di placca. Si tratta di un film invisibile, che può talvolta essere percepito passando la lingua sui denti, come una sorta di incrostazione. Quando invece si infiltra nelle aree più difficili da raggiungere, al di sotto delle gengive, può provocare infiammazioni che prendono il nome di gengiviti. Non si tratta di una condizione grave o irreversibile, ma se non viene trattata adeguatamente, può degenerare in parodontiti.
  • Tartaro: quando la placca si calcifica con i sali di calcio presenti nella saliva, si forma il tartaro, un aggregato più solido e più difficile da rimuovere. Rispetto alla placca ha una colorazione più scura, tra il giallognolo e il marrone, soprattutto nei fumatori. Il tartaro può rivestire solo la porzione più superficiale dei denti oppure infiltrarsi nel solco gengivale. In questo caso può scavarsi dei canali nel solco, che dalla sua normale profondità di circa 2-2,5 millimetri, può aumentare notevolmente, formando la cosiddetta "tasca gengivale". In questo caso si verificano le gengive infiammate e nei casi più gravi può comportare la disgregazione dei tessuti circostanti, fino al riassorbimento osseo, per cui le gengive si ritirano, il dente risulta sempre più scoperto e perde le strutture di sostegno, per cui tende a cadere. 
  • Farmaci: alcuni farmaci possono aumentare l'afflusso di sangue alle gengive, rendendole più sensibili e più gonfie, mentre altri possono indurre una secrezione minore di saliva, che quindi perde la sua funzione lubrificante e non riesce a rimuovere l'eccesso di batteri e detriti. 
  • Variazioni ormonali: quando aumentano i livelli di estrogeni, ad esempio durante la pubertà, in gravidanza e in menopausa, si verifica un aumento dell'afflusso di sangue alle gengive, che diventano pertanto iperemiche, e sono più sensibili all'insorgenza delle infiammazioni
  • Carenza di vitamina C, acido folico e calcio: queste sostanze sono indispensabili per la salute dei denti e delle gengive, per cui è opportuno consumare cibi che ne contengano in elevate quantità, per prevenire e risolvere problemi infiammatori
  • Fumo: il tabacco può favorire la formazione della placca e del tartaro e danneggia lo smalto dei denti. Inoltre può indebolire il sistema immunitario, per cui si è più sensibili alla formazione di infiammazioni
  • Candida: viene comunemente definita anche come "mughetto", poichè si tratta di una eccessiva proliferazione della candida, un fungo normalmente presente nella flora microbica di bocca, vagina e intestino. Se il sistema immunitario si indebolisce, questo fungo può aumentare in maniera superiore al normale, per cui si verifica un'infezione micotica caratterizzata da macchie biancastre sulla lingua, bruciore, infiammazione di tutta la mucosa orale, anche delle gengive, e in alcuni casi febbre
  • Problemi cardiovascolari che comportano un aumento del flusso sanguigno alle gengive
  • Diabete 
  • Uso di apparecchi ortodontici 
  • Allergie alimentari: alcuni alimenti possono essere rilevati come potenzialmente dannosi dal sistema immunitario, per cui possono crearsi reazioni allergiche che comportano anche gonfiore e infiammazione a livello della bocca, e quindi anche delle gengive
  • Farmaci: alcuni farmaci per l'ipertensione, gli immunosoppressori e gli antiepilettici possono comportare infiammazioni gengivali

Gengive infiammate e febbre

Quando l'infiammazione è molto forte, soprattutto in caso di infezioni virali, batteriche o fungine, o in presenza di ascessi, può anche presentarsi la febbre e l'ingrossamento dei linfonodi sottomandibolari. In questo caso sarà necessario rivolgersi al proprio medico o al dentista, che individuerà l'origine dell'infiammazione ed eventualmente prescriverà antibiotici e antinfiammatori per risolvere il problema.

Gengive infiammate e antibiotico

Quando la causa delle gengive infiammate è identificata in un problema di natura infettiva, principalmente a causa di batteri, potrà essere opportuno assumere degli antibiotici, prescritti dal proprio medico. In particolare gli antibiotici più indicati per questo tipo di problema sono:

  • Penicillina 
  • Tetracicline
  • Doxiciclina
  • Ciprofloxacina
  • Clindamicina 

I tipi di infiammazione persistente da trattare con gli antibiotici sono:

  • Ulcere gengivali 
  • Parodontiti più gravi
  • Ascessi gengivali
  • Infiammazione del dente del giudizio

Gengive infiammate e Dente del giudizio

I denti del giudizio hanno spesso difficoltà ad erompere all'esterno della gengiva, per cui in alcuni casi rimangono inclusi finché non si interviene tramite operazione chirurgica. Quando il dente non trova spazio per erompere, risulta ancora parzialmente coperto dalla gengiva, e questo può causare delle aree facilmente infiltrabili da parte dei batteri, che quindi si annidano nello spazio gengivale e possono causare infezioni e infiammazioni. In questi casi si parla di "pericoronite", una condizione che comporta gonfiore della gengiva, rossore e molto dolore, che può irradiarsi anche in una porzione maggiore dell'arcata dentaria e in alcuni casi anche a livello dell'orecchio; inoltre l'area può anche diventare purulenta e può verificarsi un ascesso quando si accumula il pus. Il dentista provvederà a prescrivere una terapia a base di antibiotici per guarire l'infezione e di antinfiammatori per alleviare il dolore e l'infiammazione.

Gengive infiammate dopo otturazione

Dopo una seduta dal dentista non è raro accusare un'infiammazione a livello delle gengive, causata principalmente dallo sfregamento degli strumenti. In particolare, dopo essersi sottoposti ad otturazione di un dente questa condizione è frequente, e può essere dovuta ad esempio alle iniezioni dell'anestetico o ad otturazioni eseguite troppo vicino al bordo gengivale, che possono facilmente provocare delle infiammazioni.

Rimedi per le gengive infiammate

Tra i rimedi farmacologici vengono prescritti principalmente colluttori e soluzioni antisettiche per disinfettare adeguatamente tutto il cavo orale. Le sostanze principali sono:

  • Alcol
  • Clorexidina
  • Iodio povidone 
  • Ipoclorito di sodio 0,1% 

Nei casi più persistenti, in cui ci sia la presenza di infezioni o ascessi, sarà necessario eseguire un trattamento a base di antibiotici. Inoltre è buona norma intensificare l'igiene orale, facendo attenzione che si utilizzino gli strumenti e le manovre adeguate.

Rimedi naturali per le gengive infiammate

Tra i rimedi naturali da utilizzare in caso di gengive infiammate troviamo sia sostanze in grado di lenire il gonfiore e il rossore, come l'aloe vera o la calendula, sia sostanze disinfettanti e antibiotiche, come propoli, bicarbonato, acqua e sale o limone. Basterà utilizzare gli oli essenziali o realizzare delle soluzioni acquose, da utilizzare come normali collutori per almeno un minuto. Esistono inoltre in commercio dei gel a base di aloe vera che possono tranquillamente applicati sulla zona infiammata, lasciandoli agire per qualche minuto e poi risciacquare.

 

Cause delle gengive infiammate e rimedi validi.

Malattie

Lascia il tuo commento: