Integratori di ginseng

A cosa serve un integratore alimentare a base di ginseng? Il ginseng nel nostro paese è uno degli integratori alimentari più utilizzati ed apprezzati, il Ginseng nasce principalmente nelle aree fredde come ad esempio l’Asia dell’est o il nord America, la pianta ha bacche rosse e piccoli fiori verdi e bianchi alla base delle foglie, e normalmente è alta dai 20 ai 70cm. Il ginseng appartiene alla famiglia delle Araliaceae e la sua radice è utilizzata come erba officinale per le sue capacità terapeutiche ad ampio spettro sull’organismo, infatti è nota per stimolare corpo e mente.

Integratori di ginseng

Integratori di ginseng

La radice del Ginseng

Viene generalmente assunta per influenze, problemi nella digestione, circolazione sanguigna irregolare o diabete; inoltre, si può usare anche per bronchiti, alta pressione, memoria e soprattutto per rinforzare il sistema immunitario e dare energia a tutto l’organismo.

La radice di Ginseng contiene molti nutrienti (i ginsenosidi), minerali (sodio, manganese, potassio, calcio, zinco, fosforo e ferro) e vitamine (soprattutto B1 e B12), e quando la radice viene bollita prima dell’essiccatura sembra avere ancora più effetto nell’aumentare l’energia dell’organismo.

Coltivare Ginseng

La pianta necessita di ombra quasi totale e di un terreno abbastanza umido. Fiorisce tra giugno e luglio e quando viene piantata ha bisogno di molto spazio. Può impiegare fino a tre anni per produrre semi e la radice non è pronta per essere utilizzata per almeno tre o quattro anni.

Oggi purtroppo la pianta di Ginseng che cresce in modo selvatico è in via di estinzione e per questo è vietato sradicarla; comunque, soprattutto in America, il Ginseng viene coltivato in giardini e serre. Spesso la gente dissotterra il Ginseng senza rimpiazzarlo con un’altra pianta più giovane. Alcuni stati hanno delle leggi per la salvaguardia della radice, in modo che ne sia vietata la raccolta o che sia permessa solo ai proprietari della terra o a persone con uno speciale permesso.

Il mercato di Ginseng è molto remunerativo, in particolare se si commercia Ginseng selvatico che proprio perché si sta estinguendo vale circa tre volte il prezzo del Ginseng coltivato in serra.

Infine, è bene ricordare che l’utilizzo di fertilizzanti, preferibilmente organici, fanno crescere la pianta di Ginseng molto più velocemente ma la radice non avrà proprietà benefiche ugualmente efficaci.

Proprietà benefiche e terapeutiche del ginseng:

Le proprietà benefiche del Ginseng sono state scoperte dai cinesi oltre 7000 anni fa e ora questa radice viene venduta in tutto il mondo come tonico in grado di ridurre i livelli di stress fisico e mentale, di esaltare la vitalità e di ridare energia e benessere all’organismo.

Esistono tre tipi principali di Ginseng, il Ginseng coreano (Panax ginseng), il Ginseng americano (Panax quinquefolium L.) e il Ginseng siberiano (Eleutherococcus senticosus), e deve le sue proprietà benefiche ai ginsenosidi.

Le potenzialità terapeutiche sono oggi ben note per aver effetto sull’intero organismo e vengono sfruttate negli ambiti più vari:

  • Ristabisce l’equilibrio dell’organismo, porta armonia a tutto il corpo che si esprime come salute fisica e mentale
  • Contrasta gli effetti dello stress, aumenta i livelli energetici, normalizza le funzioni fisiologiche e tonifica l’intero organismo
  • Incrementa i riflessi, la coordinazione, la forza e la performance
  • Stimola la produzione di endorfine, composti che generalmente ci fanno sentire meglio
  • Stimola il sistema nervoso centrale e mantiene il cervello in attività: aiuta la memoria, la vigilanza, la concentrazione e la lucidità. È utilizzato inoltre nel trattamento di insonnia, ansia e mal di testa
  • Bilancia i processi metabolici: abbassando la glicemia, i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue, risulta essere un ottimo rimedio per chi soffre di diabete di tipo II e ipercolesterolemia
  • Normalizza le funzioni dell’organismo sotto stress agendo sull’asse ipotalamo-ipofisi-ghiandole surrenali per mantenere corretti livelli ormonali
  • Grazie alle sue proprietà antiossidanti, riduce il danno cellulare, limita gli effetti dell’età e aiuta a prevenire tumori e malattie cardiache
  • Le sue proprietà anti-infiammatorie sono molto importanti nel trattamento delle artriti
  • Rinforza il sistema immunitario, stimolando la produzione di cellule Natural Killer, un tipo di linfociti T che vigilano sul nostro organismo
  • Funge da rimedio per raffreddori e influenze e se ne consiglia l’uso anche a chi soffre di tosse, asma o dispnea, dato che rinforza i polmoni e il sistema immunitario
  • Promuove l’attività digestiva: è ottimo contro nausea, indigestione e diarrea
  • Nella sfera sessuale, ha effetti stimolatori e afrodisiaci aumentando il desiderio, la fertilità e le performance sessuali
  • Nell’uomo aumenta il testosterone, la libido e la funzione erettile
  • Nelle donne si può usare per trattare i sintomi della sindrome premestruale e della menopausa, grazie al suo blando effetto estrogenico.

Integratori alimentari di ginseng:

Ginseng coreano

Le diverse proprietà del Ginseng coreano mirano principalmente ad aiutare l’organismo a mantenere un ottimo equilibrio e a superare senza difficoltà lo stress della vita quotidiana, ma in generale si riscontrano benefici in diversi ambiti della salute.

Molti benefici del Ginseng coreano si hanno al sistema immunitario, dove stimola la produzione di cellule Natural Killer, un tipo di linfociti T, che vigilano sul nostro organismo.

Il Ginseng coreano è un ottimo rimedio per raffreddori e influenze e se ne consiglia l’uso anche a chi soffre di tosse, asma o dispnea, dato che rinforza i polmoni.

Altri benefici si hanno direttamente sull’asse ipotalamo-ipofisi-ghiandole surrenali per bilanciare il rilascio di ormoni che sono noti per essere ormoni dello stress. Inoltre, stimola la produzione di endorfine che generalmente fanno sentire meglio le persone. A volte il Ginseng è incluso nei multivitaminici er le sue capacità di combattere lo stress.

L’attività antiossidante del Ginseng coreano è ottima per limitare i danni cellulari, in più migliora la circolazione sanguigna. I ginsenosidi abbassano i livelli di glucosio e colesterolo nel sangue ed risulta quindi un ottimo rimedio per chi soffre di diabete di tipo II e ipercolesterolemia.

Il Ginseng coreano può dare benefici anche a livello di sistema nervoso e gastrointestinale. Quest’erba promuove l’attività cerebrale (migliora la concentrazione e la memoria e può essere anche usato contro l’ansia o l’insonnia) e l’attività digestiva (ottimo contro nausea, indigestione e diarrea).

Infine, anche nella sfera sessuale si possono vedere i benefici del Ginseng coreano. Nell’uomo aumenta il testosterone, la libido e la funzione erettile, mentre nelle donne si può usare per trattare i sintomi della menopausa grazie al suo blando effetto estrogenico.

Ginseng americano

Da diversi millenni il Ginseng americano tonifica l’intero organismo e allevia lo stress, migliorando il benessere dell’uomo. Molto simile al Ginseng coreano (deriva infatti da una pianta della stessa famiglia, Panax), viene utilizzato per diversi problemi, come ad esempio quelli digestivi quali nausea e vomito, o quelli sessuali grazie ai suoi effetti stimolatori e afrodisiaci.

I ginsenosidi del Ginseng americano sembrano più un effetto calmante, quasi sedativo, rispetto alle altre varietà di Ginseng. Per questo motivo è più indicato quando si debba recuperare le energie dopo uno sforzo. recuperando più velocemente, l’organismo può affrontare più facilmente le diverse e spesso stressanti situazioni della vita quotidiana. Il Ginseng americano infatti è noto per proteggere dallo stress sia fisico che mentale e bilanciare le normali funzioni corporee.

Da oltre 2000 anni si usa anche come tonico che aiuta a contrastare gli effetti dell’età e le sue proprietà anti-infiammatorie sono molto importanti nel trattamento delle artriti.

Come il cugino Ginseng coreano, anche il ginseng americano abbassa i livelli di glicemia, ottimo per chi soffre di diabete di tipo II, aiuta a combattere le malattie migliorando il sistema immunitario, e funziona come ottimo afrodisiaco.

Ginseng siberiano

Il Ginseng siberiano è un parente un po’ più lontano dei Ginseng coreano e americano, infatti deriva dalla pianta di un’altra famiglia. Non contiene ginsenosidi ma bensì eleuterosidi, simili composti chimici che producono effetti benefici sovrapponibili.

È ottimo per l’equilibrio dell’organismo ed è quindi usato come tonico per diversi scopi, dalle malattie cardiache agli effetti dell’età o l’impotenza. È molto utile anche per prevenire raffreddori e influenze se preso quotidianamente all’inizio dell’inverno.

Questa varietà di Ginseng contiene il precursore di un neurotrasmettitore, la colina, fondamentale per l’attività cerebrale. Questa sostanza aiuta a mantenere il cervello in piena attività, agendo quindi sulla memoria, la vigilanza e la lucidità mentale. È utilizzato inoltre nel trattamento di insonnia e mal di testa.

In Russia viene sfruttato dagli atleti incrementare i riflessi, la coordinazione, la forza e la performance.
Le sue proprietà antiossidanti aiutano a prevenire le malattie cardiache e i tumori, limitando il danno cellulare dovuto all’ossidazione.

Anche il Ginseng siberiano rinforza il sistema immunitario stimolando la produzione di linfociti; inoltre normalizza le funzioni dell’organismo sotto stress, regolando la secrezione di ormoni agendo direttamente sulle ghiandole che li producono (ipotalamo, ipofisi e surrenali).

Infine, le componenti del Ginseng siberiano aiutano a controllare i sintomi della sindrome premestruale e della menopausa dato che sono sostanze simili agli estrogeni. Quest’erba ha altre ottime proprietà anche sulle funzioni sessuali, infatti aumenta il desiderio e la fertilità e migliora le performance sessuali, sia negli uomini che nelle donne.

I vari tipi di ginseng possono essere facilmente assunti attraverso comuni integratori alimentari.

Integratori alimentari

Lascia il tuo commento: