Gli stadi della cellulite

Quali sono gli stadi della cellulite? La cellulite, a partire dalla sua origine, affronta diversi stadi e diversi gradi di livello, portando una persona sempre più insoddisfatta del proprio corpo, conoscere gli stadi della cellulite è comunque un fattore importante, così da capire meglio come si forma la pelle a buccia d'arancia e quali sono le strategie migliori per affrontare la situazione in questione.

Gli stadi della cellulite

Cellulite stadi

Come funziona la cellulite?

La cellulite è una condizione che interessa a molti, in maggior numero le donne, ma non è affatto raro che anche il più virile degli uomini si senta impotente di fronte alla comparsa dell'effetto simile alla buccia di un'arancia,  in determinate zone del proprio corpo.

Negli uomini invece, la cellulite si sviluppa principalmente a causa di alcune abitudini di vita non proprio corrette come ad esempio:

  • Alcune condizioni fisiche come il diabete, che impediscono il corretto flusso di sangue;
  • Una vita sedentaria;
  • Una vita basata su un'alimentazione totalmente scorretta;
  • Una quotidianità afflitta da eccessivo stress e nervosismo;
  • L'uso di alcuni medicinali possono avere come effetti collaterali l'accumulo di grasso;

I vari stadi della cellulite:

Prima fase

Durante la prima fase, il flusso di sangue che interessa arterie e capillari, assieme alla circolazione ed al flusso linfatico, viene compromessa notevolmente. E' proprio tale fenomeno che causerà un indebolimento dei tessuti circostanti le zone colpite da cellulite con conseguente accumulo di liquidi generanti la ritenzione idrica, assieme ad un accumulo di sangue lungo i canali circolatori.

Seconda fase

Una volta che i tessuti della pelle si sono indeboliti a causa delle conseguenze della prima fase, si avrà  una fuoriuscita di sangue da tali tessuti. La pressione causata da tale rilascio sanguigno renderà la pelle più grassa e tenera, dando via alla formazione vera e propria della cellulite,  visibile anche ad occhio nudo.

Terza fase

Dopo il lungo processo di immagazzinaggio di tossine, grassi e liquidi linfatici, la massa comincerà a spingere contro i tessuti esterni, dando vita ai tipici grumi adiposi visibili sul tessuto epidermico con l’antipatico effetto pelle a buccia d'arancia. E' proprio in questa terza fase che gli effetti della cellulite raggiungono la visibilità che tutti noi conosciamo.

Fase Quattro

Il fluido linfatico solitamente responsabile del trasporto delle sostanze nutritive lungo il corpo umano, in questa condizione volta la faccia per agire direttamente contro il vostro corpo, combattendo quindi a fianco della cellulite. Sono proprio le fibre trasportate, infatti, ad intrappolare le cellule grasse facendole prosperare nei tessuti sottocutanei, dando origine alla pelle a buccia d'arancia. Impedire che ciò accada deve diventare una priorità.

Fase Cinque

A causa della pressione sull’epidermide ci sarà un dirottamento della circolazione del sangue che verrà dirottato nei tessuti circostanti, causando l'effetto simile alla superficie della ricotta. In questa fase le cellule di grasso sono bloccate completamente, sarà quindi molto difficile cercare di espellerle o sbloccarle dai tessuti connettivi, in modo da garantirne l'eliminazione. Sebbene in questa fase finale della formazione adiposa della cellulite ci sia una grossa ostruzione di tutti i canali circolatori, nonché una sedimentazione consistente delle cellule di grasso che rende veramente difficile la loro distruzione, un accurato piano alimentare combinato con una dieta disintossicante può risultare veramente utile per liberarsi dal problema.

Quali sono le tappe che rendono visiva la cellulite?

La cellulite si presenta in maniera diversa da persona in persona, ed in linea di massima segue questi quattro gradi di visibilità principali:

  • Primo grado: Nel grado meno incisivo della pelle a buccia d'arancia non si presenta nessuna variazione fisiologica, ma l'istopatologia rileva sottostanti cambiamenti anatomici.
  • Secondo grado:  In questa fase la pelle perderà il tono di colore, diminuirà la sua temperatura e il suo grado di elasticità, rendendo meno efficienti anche i movimenti e le torsioni dei muscoli delle zone affette. Anche se qui l'effetto a buccia d'arancia deve ancora manifestarsi, avrete comunque determinati sintomi d'allarme che qualcosa, all'interno del vostro corpo, non funziona correttamente.
  • Terzo grado: In questa fase compaiono i primi segni realmente visibili della cellulite, tra cui la rugosità a buccia d'arancia tanto temuta dalle donne quanto dagli uomini.
  • Quarto grado:Il grado finale sarà quello più difficile da sconfiggere, in quanto la cellulite avrà già piantato profonde radici nei tessuti connettivi sottocutanei. Qui la pelle sarà affetta da una grave forma di deformazione cutanea, priva di elasticità e tonicità.

La cellulite si deve combattere dall’interno tanto quanto all’esterno con dieta, acqua, attività fisica, massaggi, prodotti anticellulite e tutti quei trattamenti utili a migliorare la situazione cellulitica.

Quali e quanti sono gli stadi della cellulite?

Cellulite rimedi cure cellulite

Lascia il tuo commento: