Gonalgia: diagnosi sintomi cause e rimedi

Gonalgia cosa significaLa gonalgia è uni dei disturbi muscoli-scheletrici più comuni. Si presenta con dolore al ginocchio. La funzione principale del ginocchio consiste nel piegarsi e raddrizzarsi in maniera tale da permettere ogni movimento del corpo. Esso è in grado di eseguire una varietà di movimenti, inclusa la torsione e la rotazione. Lo svolgimento di queste azioni è possibile grazie alla struttura sulla quale il ginocchio si appoggia. Ossa, legamenti, tendini e cartilagini, sono tutti gli elementi coinvolti nel movimento del ginocchio. Il problema è particolarmente diffuso tra le persone che praticano sport o hanno uno stile di vita attivo.

gonalgia cosa è

Gonalgia


Cause della gonalgia

I nervi che forniscono sensibilità al ginocchio provengono dalla parte bassa della schiena. Gli stessi nervi donano la sensibilità ad anca, coscia e caviglie. A causa di questa strutturazione, la presenza di dolore al ginocchio può essere legata ad un’infiammazione in una qualsiasi delle suddette aree. Essendo legate dal nervo, il dolore si propaga sino a giungere al ginocchio. Il disturbo può di conseguenza nascere a causa di una condizione di disagio che interessa il ginocchio o altrimenti a causa di un problema presentato in una delle altre aree nelle quali passa il nervo.


Sintomi della gonalgia

I sintomi presenti in caso di gonalgia si manifestano in primo luogo con forte dolore al ginocchio. La presenza del dolore è dovuta all’infiammazione o eventuale infezione presente. Spesso la zona interessata risulta gonfia e con evidenti lividi. Tali sintomi possono essere il segno che indica la presenza di un accumulo di liquido nel ginocchio. In generale, il dolore è immediato ovvero acuto, oppure a lungo termine. Il dolore acuto può essere causato da una lesione o infezione, mentre il dolore cronico è spesso legato a lesioni o infiammazioni come l’artrite.


Diagnosi

La diagnosi della gonalgia inizia con un’analisi della storia del paziente con il fine di individuare eventi che possono aver causato traumi o lesioni al ginocchio. Inseguito a questa, il medico interverrà direttamente sulla zona interessata dal dolore in modo da evidenziare l’esatto punto del ginocchio in cui appaiono i sintomi. La valutazione della condizione sarà svolta eseguendo una serie di manovre specifiche per sottolineare i legamenti, tendini e menischi del ginocchio. L’analisi serve a valutare l’integrità di ogni componente del ginocchio. Inseguito a tale esame, il medico sarà in grado di fare una diagnosi preliminare. A seconda dell’esperienza vissuta dal paziente è possibile che il medico ordini l’esecuzione di raggi X in modo da approfondire l’esame. Attraverso i raggi X è possibile evidenziare fratture, lussazioni così come cambiamenti artritici e presenza di spazi anormali nell’area del ginocchio. Raramente è richiesta l’esecuzione di TAC per definire con maggiore precisione la frattura o deformità. Entrambe le tecniche si mostrano eccellenti per la diagnosi di gonalgia.


Trattamento per la cura della gonalgia

Nei trattamenti della gonalgia, obiettivo comune riguarda l’interruzione del ciclo infiammatorio. L’attivazione del processo infiammatorio avviene nel momento in cui il ginocchio subisce un infortunio. Inseguito a questo evento, l’infiammazione invade il ginocchio e causa ulteriori lesioni. Tale ciclo genera la presenza di un progressivo dolore al ginocchio. L’intensità dell’infiammazione può essere attenuta grazie all’utilizzo di farmaci in grado di limitare le lesioni al tessuto. Farmaci comunemente utilizzati per il trattamento del dolore includono analgesici ed anti-infiammatori non steroidei come naprossene e ibuprofene. Entrambi i farmaci sono efficaci sul ginocchio poiché controllano direttamente il dolore. Assumendone dosi elevate si è in grado di ridurre l’infiammazione. In ogni caso, si raccomanda di consultare un medico in modo da evitare spiacevoli effetti collaterali a causa di una non corretta dose. Non assumere farmaci in caso di sanguinamento o ulcera dello stomaco, pressione alta o malattie renali. Nei casi in cui il dolore non intende cessare nonostante il trattamento seguito, dopo un periodo massimo di una settimana, è necessario chiedere assistenza medica. Qualsiasi infortunio o dolore che non renda possibile il movimento dovrebbe essere valutato immediatamente.


Trattamenti specifici per la gonalgia

I casi di gonalgia possono essere caratterizzati dalla presenza di sintomi che potrebbero far evolvere la situazione in maniera negativa. Il ginocchio contiene dei liquidi. In caso di presenza di sintomi che suggeriscono una infezione, infiammazione o alcuni tipi di artrite, il medico può eseguire una piccola operazione di rimozione del liquido dal ginocchio. La rimozione del fluido, a volte, riesce a diminuire la sensazione di dolore ed inoltre permette al paziente di riacquisire la totale mobilità del ginocchio. Il fluido sottratto al ginocchio verrà sottoposto ad analisi in modo da valutare con maggiore attenzione le ragioni che hanno provocato l’infezione.

Il medico potrebbe decidere di intervenire con l’artroscopia nel caso di dolore cronico. Si tratta di una procedura chirurgica svolta con delle telecamere a fibre ottiche che vengono posizionate all’interno del ginocchio. In tal modo il medico sarà in grado di osservare le particelle del ginocchio e rilevare le eventuali aree del menisco o della cartilagine danneggiate. In quest’ultimo caso, il medico potrà intervenire direttamente eliminando gli elementi danneggiati presenti all’interno del ginocchio. La gonalgia può essere dovuta anche alla presenza di fratture delle ossa del ginocchio o lesioni traumatiche che nella maggior parte dei casi sono provocate da incidenti stradali o traumi da contatto fisico.

I sintomi ed i segni che accompagnano le fratture includono oltre al gonfiore, i lividi. L’intensità del dolore è grave al punto di non permettere alla persona di camminare o spostare il proprio peso sul ginocchio interessato. La presenza di fratture costituisce una condizione di emergenza che deve essere controllata da un medico. Alla valutazione di un problema di questa natura, in genere segue l’immobilizzazione del ginocchio. Casi gravi possono richiedere l’intervento chirurgico in modo da riparare l’area danneggiata. Le fratture sebbene richiedano un periodo a lungo termine per la loro guarigione, possono essere risolte. Tuttavia, alcune fratture come l’artrite risultano più complicate da trattare dal momento che coinvolgono anche i nervi. Altro comune problema della gonalgia è lo slogamento del legamento collaterale mediale. È il legamento  esposto, più degli altri, a strappi e stiramenti. Un legamento slogato può essere parzialmente rotto, mentre un legamento lacerato presenta sicuramente una rottura. Per trattare una lieve distorsione è sufficiente intervenire con tecniche di riabilitazione e farmaci per il controllo del dolore. Il periodo necessario per ottenere una completa riabilitazione del ginocchio dipende dalla lesione del legamento e dalla sua gravità. I problemi che possono sorgere nel ginocchio sono numerosi. Ogni disturbo necessita di un’attenta analisi inseguito alla quale sarà possibile intervenire adottando la tecnica più appropriata.


Rimedi per la gonalgia

La migliore cura in caso di un problema di gonalgia è il riposo. Posizionare il ginocchio sopra un cuscino. Tenendolo elevato il gonfiore diminuisce dal momento che la gravità aiuta il fluido a scorrere piuttosto che accumularsi nella parte posteriore del ginocchio. Durante il periodo di riposo è possibile applicare degli impacchi di ghiaccio per permettere al dolore di placarsi. Gli impacchi riducono il gonfiore. Si consiglia la loro applicazione in caso di lesioni acute e croniche del ginocchio. Applicare il ghiaccio 2-3 volte al giorno per sessioni di 20-30 minuti circa. Successivamente alla fase di riposo è necessario iniziare a muovere il ginocchio senza effettuare movimenti bruschi. Si consiglia di poggiare una protezione sopra la rotula in modo da evitare ulteriori lesioni e prevenire danni. La compressione sulla rotula aiuta a raggiungere due obiettivi che consistono nella riduzione del gonfiore e nell’ottenere un corretto allineamento della rotula. Si raggiunge in questo modo un aiuto nel mantenere una meccanica articolare intatta.

Sintomi cause e trattamenti di cura per la gonalgia.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo gonalgia: diagnosi sintomi cause e rimedi

Gonalgia

Grazie per la dettagliata descrizione della gonalgia

Articolo sulla gonalgia chiaro e dettagliato

gonalgia molto dettagliata grazie

gonalgia: diagnosi sintomi cause e rimedi

Articolo sulla gonalgia molto chiaro e comprensibile grazie.

Il problema della gonalgia

Il vostro articolo riguardo la gonalgia mi è' stato di grande aiuto. grazie

Articolo sulla gonalgia

Articolo scritto molto bene e chiaro con termini molto semplici e capibili,complimenti.

Informazioni chiare e complete sulla gonalgia

Relazione chiara ed esauriente che contribuisce a dare un'informazione completa su tale affezione. grazie

Grazie per la spiegazione molto esauriente

ringrazio per la spiegazione dettagliata che non ho avuto in sede di esami.

Grazie! informazioni chiare e preziose.

grazie per l'informazione che mi avete dato per curare mia figlia

grazie per essere stato cosi dettagliato

Grazie per tutti i dettagli, devo iniziare i controlli raggi x, risonanza magnetica, ed esami del sengue per artrosi. spero di venirne a capo, il dolore è molto forte e gli antidolorifici fanno poco.

Ringrazio per la chiarezza e la semplicita'. Ho capito tutto anche se non sono medico
Molte grazie.

molto chiara e semplice nella diagnosi e cura.grazie

grazie per le molto utili chiare diagnosi, mi sento anche più rincuorata e fiduciosa grazie.

Grazie per la spiegazione che non ho avuto in ospedale in sede di ricovero al pronto soccorso stamattina quando ho accompagnato mio figlio di 14 anni per dolore al ginocchio .E' importante che ci diano le spiegazioni che vogliamo sentire, prima per capire , poi per prevenire. Grazie

ottima descrizione di facile lettura.
Complimenti meritati

Lascia il tuo commento: