Gonfiore di stomaco in gravidanza

Il gonfiore di stomaco durante la gravidanza è uno condizione abbastanza comune, il gonfiore di pancia in gravidanza è naturale anche se tante donne si lamentano di esso. Questo condizione di salute è legata ad un eccessivo accumulo di gas nell’intestino che può provocare un dolore addominale ed una distensione addominale.

Vi ricordo che nel caso stiate aspettando un bambino ed avvertite dei dolori al basso ventre, non necessariamente accompagnati da un senso di nausea, dovete consultare il vostro ginecologo.

Gonfiore di stomaco in gravidanza

Gonfiore stomaco gravidanza

Durante lo stato interessante la donna potrebbe sentire che tutto quello che mangia le provoca del gonfiore, soprattutto quando assume tanti farmaci.

Man mano che lo stadio della gravidanza avanza, l’utero fa pressione sullo stomaco e sull’intestino. Il rallentamento del tratto intestinale comporta una digestione lenta e favorisce l’insorgenza della stipsi. Ed è per questa ragione che le donne gravide avvertono la formazione del gas.

Il gas entra attraverso il cibo che noi mangiamo o per mezzo delle bibite gassate che beviamo o con l’aria che inspiriamo.

Un'altra causa riconducibile al gonfiore nelle donne incinta è l’aumento del peso: esso rallenta il processo digestivo.

Consigli per le donne incinta contro questo gonfiore

  • Preferite consumare il pane, i cereali e la pasta integrali (non venendo eliminata la struttura esterna del frumento, si ha in essi un’elevata presenza di fibre che facilitano il processo digestivo)
  • Mangiate le carni bianche, ricche di proteine
  • Limitatevi nell’ uso del burro e della margarina: a preferenza usate l’olio extravergine d’oliva (o di soia o di mais), perfino per preparare una torta
  • Consumate i latticini magri (parzialmente scremati) o di soia (se proprio avete delle intolleranze al lattosio o siete vegetariani)
  • Bevete il latte parzialmente scremato o di soia (per le suddette ragioni ed anche per non ingrassare troppo)
  • La frutta va benissimo, meglio quella fresca comunque
  • Bevete tanta acqua naturale, però ricordatevi sia di controllare che abbia un elevato giusto sia di sodio sia un alto di calcio.
  • Evitate di bere alcolici (danno si sia per voi gestanti, sia per vostri feti)
  • Limitatevi nel bere le bevande analcoliche (non fanno al caso vostro se presentate un’intolleranza al fruttosio ed inoltre vi faranno solamente accumulare dell’inutile peso).
  • Eliminate gli insaccati (presentano un’elevata percentuale di sodio, che favorisce l’insorgenza della ritenzione idrica).
  • Evitate di consumare i cibi piccanti, in scatola (la motivazione è uguale a quella citata per gli insaccati)
  • Non friggete i cibi (i cibi elaborati sono lenti da digerire e vi faranno aumentare di peso)
  • Cuocete sempre il pesce (eliminate il pesce spada, il tonno e la spigola che presentano alti livelli di mercurio, dannosi per il feto)
  • Comprate il pane ben cotto (sarà più facile da digerire rispetto a quello che non presenta una bella indoratura)
  • Tentate di condire il riso o la pasta con del semplice sugo, in quanto le salse come quella tonnata o al pesto contengono un’alta presenza di sale
  • Non mangiate assolutamente l’uovo crudo, né dovete usare la maionese: essi presentano dei batteri pericolosi per il feto
  • Evitate le famiglie dei cavoli che presentando fibre solubili sono difficilmente digeribili e causano i gas intestinali
  • Limitatevi nel consumo degli spinaci in quanto l’acido-ossalico contenuto in essi, impedisce al vostro organismo di assorbirlo correttamente
  • Sbucciate sempre la frutta
  • Consumate le fragole: e non siete intolleranti ai principi in esse contenute mangiatele pure. Esse possiedono l'acido folico, il quale è una vitamina del gruppo B importantissima per prevenire la formazione della spina bifida nel feto
  • Mangiate spesso la frutta e la verdura (preverrete anche le malformazioni del tubo neurale del nascituro)
  • Evitate di rimanere troppo sedute o troppo sdraiate: se vi sentite appesantite fatevi una bella passeggiata
  • Fate una cena sempre leggera (di notte il processo digestivo è rallentato)
  • Evitate se potete di ricorrere all’uso di farmaci (molto spesso una donna ha timore nel prenderli per paura di far del male al feto e questo stress favorisce la comparsa del gas negli intestini)
  • Limitatevi nel ricorrere alle tisane (l’Aloe vera favorisce gli aborti ed è estremamente diuretica; la Salvia potrebbe causare danni neurologici al feto)
  • Smettete di fumare
  • Qualora il vostro stato ve lo consenta, iscrivetevi ad un corso di acqua gim (oramai le strutture delle piscine private sono dotate di ostetriche istruttrici molto brave che salvaguarderanno la vostra salute e quella del vostro bambino).

Seguite i miei consigli e vedrete come porterete tranquillamente a termine la gravidanza.

Gonfiore di stomaco durante la gravidanza

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo gonfiore di stomaco in gravidanza

Gonfiore di stomaco in gravidanza

Ottimi consigli!!!!!!!! Grazie delle informazioni!!!!!!!

Lascia il tuo commento: