Gonfiore di stomaco (omeopatia)

Omeopatia e gonfiore di stomaco? È possibile combattere il gonfiore di stomaco ricorrendo all’omeopatia? L’ omeopatia si rivela utile per far scomparire il gonfiore di stomaco anche nei bambini? L’omeopatia è un metodo controverso di cura alternativa formulato dal medico tedesco Samuel Hahnnemann nel 1796. Legge della similitudine sulla quale si base il suddetto metodo, per questo i rimedi omeopatici devono essere scelti in base alla somiglianza tra gli effetti che producono negli individui sani ed i sintomi che quelli invece malati manifestano.

Gonfiore di stomaco (omeopatia)

Gonfiore di stomaco omeopatia

Composizione dei prodotti omeopatici

Diversamente da quello che si pensa, prodotti omeopatici sono composti oltre che appunto da vegetali, anche da parti animali (parti interne, secrezioni animali) e da minerali.

Forme farmaceutiche dei medicinali omeopatici

  • in grani: sono sfere di lattosio o di saccarosio di 50mg
  • in globuli: sfere con la suddetta composizione di 5 mg
  • con le gocce: soluzione idroalcoolica a 30°, in boccette da 15/30 mg
  • colliri: soluzioni acquose sterili
  • compresse
  • con le pomate: devono essere spalmate su cute o mucose
  • supposte: preparate con gliceridi semisintetici o burro di cacao.

Rimedi per il gonfiore

  • Il Lycopodium clavatum (il piede di lupo) - Quando il vostro gonfiore è localizzato nella parte addominale bassa
  • Il carbo vegetabilis (il carbone di legna) - Il disagio è inquadrato sopra l’ombelico
  • La China officialis (la China) - Quando il gonfiore è sotto o sopra l’ombelico. Utile anche contro gli spasmi del ciclo mestruale
  • La Nux vomica (la noce vomica) - È un antistressante (lo stress causa il gonfiore). Utilizzato anche per far passare il senso di stanchezza
  • La Dioscorea villosa (il ligname selvatico) - Gli infusi di questa pianta sono usati per migliorare i disturbi della menopausa (gonfiore compreso). Si ricorre ad essa anche per curare le vaginiti e le cisti ovariche (anche questi disturbi causano il suddetto disagio)
  • La Taraxum officinale (il Tarassaco) - Combatte la digestione lenta, la stitichezza, cause associate al gonfiore.
  • Vaccinium macrocarpon (il Mirtillo rosso) - È usato per affrontare le patologie legate all’apparato urogenitale.
  • La Glycyrrhiza glabra (la Liquirizia) - Utile per fronteggiare i casi di gastrite e di ulcera gastrica
  • Humulus lupulus (il Luppolo) - Gli acidi amari presenti in questa pianta hanno un’azione antibatterica ed antimiotica che hanno effetti spasmolitici sulla muscolatura liscia del tratto intestinale. È consigliato in modo particolare per le donne che sono entrate in menopausa.
  • La Cimifuga racemosa (la Black cohosh) - È un analgesico ed un antiulcera. Allevia i dolori addominali: consigliato per le donne per alleviarle durante i disturbi premestruali e quelli inerenti al ciclo.
  • Foeniculum vulgare (il finocchio) - Le donne incinte non devono mai bere una tisana fatta coi semi di questa pianta: rischiano di abortire.Va benissimo invece per gli adulti e per i poppanti.

Vi ricordo che questi rimedi non si possono prendere in eterno anche se sono naturali.

Seguite una dieta ipocalorica.

Cercate di evitare di consumare i cibi elaborati, di bere bevande gassate. Praticate tanto sport, anche in gruppo se proprio non ve la sentite di svolgerne uno da soli. E soprattutto bevete tanta acqua, almeno 1 litro e mezzo al giorno che vi aiuterà con la diuresi e purificherà il vostro corpo mantenendolo fresco e giovane a lungo nel tempo.

Omeopatia e gonfiore di stomaco

Naturale benessere

Lascia il tuo commento: