Granuloma dentale apicale

Il granuloma apicale dentale può coinvolgere un dente o più denti (specialmente se devitalizzati) e se trascurato può portare anche a spiacevoli complicazioni.

Il granuloma apicale dentale cosa è? La prima cosa che accade nel caso in cui un corpo estraneo o un’infezione interna, minacci l’organismo è la reazione di espulsione con la quale reagisce il corpo. Quando la posizione del corpo estraneo è però difficile da raggiungere, o nel caso in cui le dimensioni del corpo estraneo creino problemi, il corpo  inizia a reagire con la creazione di un blocco di cellule immunitarie ed infiammatorie, così da creare un ambiente isolato.

Granuloma dentale apicale

Granuloma apicale dentale

Granuloma dentale

La formazione di tale blocco è identificata con il termine granuloma. Il blocco di tessuto formato come difesa all’infezione, è noto come tessuto di granulazione: si sviluppa sotto forma di una massa di forma arrotondata attorno alla punta del dente ed è composto non solo dalle cellule, ma anche da una certa quantità di vasi sanguigni e cicatrici di materiali.

Un granuloma dentale è in altre parole la risposta dell’organismo contro la minaccia derivante da microbi e rappresenta esso stesso una minaccia di infezione. Nella maggior parte dei casi, è necessario intervenire chirurgicamente per eliminare il granuloma, prima che dunque questo verifichi ulteriori infezioni oltre che i problemi associati alla stessa presenza del granuloma. La maggior parte dei granulomi sono il conseguente risultato ad una lesione dei tessuti. Un granuloma può verificarsi in generale in diverse parti del corpo, anche nei polmoni. La formazione di un granuloma che coinvolge i denti è noto come granuloma apicale o granuloma dentale o altrimenti detto granuloma periapicale.

Cause che portano alla formazione di un granuloma apicale

La comparsa di un granuloma apicale è la conseguenza di un’infezione non curata associata ad una necrosi totale o parziale della radice dentale che è in altre parole la conseguenza a carie dentali o traumi. L’infezione che parte dalla radice del dente, si estende sino all’osso della mascella superiore. I microbi che minacciano non solo il dente, ma anche l’ambiente circostante possono persino arrivare ad interessare i tessuti vicini che costituiscono la faccia e quindi successivamente apportare danni a tutto il corpo, portando al pericolo di insorgenza di una grave malattia. L’infezione cerca di colpire la zona circostante e quindi crea gravi focolai di infezione.
Nel tempo, se l’infezione non viene opportunamente curata, è possibile che l’infezione si trasformi in qualcosa di più grave, portando alla formazione di una cisti periapicale. Oltre ciò, un granuloma non curato, può portare ad infezioni secondarie. Tali infezioni si sviluppano sotto forma di ascesso acuto o cronico associato ad un conseguente dolore forte. Allo stesso modo del granuloma, la cisti che potrebbe formarsi, non è altro che la reazione di difesa del corpo.

Anche nel caso in cui un dente muore, è possibile che si sviluppi attorno ad esso una piccola infezione, nonostante in un primo momento non si presentino nemmeno sintomi o dolori. L’infezione si sviluppa in particolare intorno la punta della radice del dente interessato, effetto noto come parodontite cronica apicale. A tale reazione segue spesso un’infezione acuta non correttamente drenata o comunque non completamente risolta.
Sebbene non vi siano in apparenza sintomi, la guarigione non avviene in maniera spontanea ed a maggior ragione quando l’infezione è dovuta ad un dente morto, quando cioè il tessuto di granulazione prolifera intorno la radice e l’osso circostante subisce nel frattempo un’estensione dell’area infiammata.
In generale, la malattia parte dall’infezione di un dente o di un tessuto e tende poi a diffondersi in tutto il legame del dente. Quando l’infiammazione arriva a coinvolgere anche i legami e quindi inevitabilmente anche le radici dei denti, è molto facile che questa si propaghi ulteriormente a causa dei canali interni.

Sintomi del granuloma dentale

La presenza di un granuloma apicale, spesso non causa alcun disagio o sintomo. Nonostante ciò è possibile avvertire piccoli disturbi, come ad esempio una piccola pressione, durante la masticazione. Altrimenti è possibile che si presenti un persistente dolore nel dente colpito da granuloma. Con il progredire dell’infiammazione, il dolore diviene sempre più grave e la sensibilità del dente aumenta notevolmente. Il dolore che si presenta inizialmente, colpisce le fibre nervose intorno al dente e porta alla pressione e ad un accumulo di liquidi (edema), il che in conclusione può generare disturbi alla circolazione del sangue a causa dell’eccessivo accumulo di liquidi nei vasi sanguigni.

Alcune volte è possibile che la radice del dente presenti un piccolo rigonfiamento. Possono presentarsi anche sintomi differenti come ad esempio: ascesso gengivale, aumento delle dimensioni del dente, presenza di un cattivo gusto in bocca, gonfiore generalizzato o localizzato nella zona interessata, temperatura elevata, ingrossamento dei linfonodi.

Molto spesso, giacché i sintomi correlati al problema siano pressoché impercettibili, la presenza di un granuloma è rivelata inseguito all’esecuzione di una radiografia eseguita per problemi di diversa natura. Dall’analisi radiografica è necessaria molta attenzione dal momento che un granuloma può essere scambiato con un cancro.

Trattamenti di cura e rimedi per il granuloma dentale

Un granuloma apicale, in genere, deve essere trattato mediante la chirurgia. Di solito il dentista agirà eseguendo una reazione apicale. Tale procedura consiste nella rimozione del granuloma ed implica la resezione della punta della radice dentale, ma al più può essere rimosso un terzo dell’intera radice.
L’unica alternativa alla resezione apicale è l’estrazione del dente. Principalmente per questa ragione, è bene intervenire immediatamente: cogliendo il granuloma nella sua fase iniziale, è sufficiente agire con un trattamento di resezione apicale e quindi è possibile evitare l’estrazione. La resezione apicale è sicuramente la migliore alternativa per la rimozione del problema.

Trattamenti alternativi a quelli chirurgici consistono in metodi che coinvolgono il canale della radice del dente, che viene stimolato in maniera opportuna con l’intento di avviare in maniera naturale la riparazione dei tessuti.
Altra possibile alternativa per la guarigione e la rimozione del granuloma apicale è realizzabile seguendo uno specifico trattamento endodontico del dente o altrimenti con l’esecuzione di un’apicectomia.
In ogni caso, indipendentemente dal trattamento scelto, si tende a garantire il miglioramento dell’aspetto estetico e la protezione delle funzioni vitali del dente.

Diagnosi del granuloma dentale

La presenza di un granuloma può essere diagnosticata mediante una radiografia dentale. L’infezione presente è rilevabile mediante i raggi X, mentre nel caso in cui ci sia anche la presenza di una cisti, questa si presenterà in una forma molto simile a quella di un granuloma, ma in genere la cisti assume una dimensione leggermente più grande.

Granulomi di piccole dimensioni, che raggiungono diametri di pochi millimetri, sono difficili da identificare, ma d’altra parte più facile è la rilevazione di granulomi di grandi dimensioni che sono oltretutto circondati da una sostanza simile alla gelatina detta collagene. Il collagene è identificabile mediante raggi X.
La rete di tessuto di granulazione costituisce i nuovi tessuti che formano la ferita. Questi tessuti contengono batteri che sono dovuti ai tessuti morti del dente.

Prognosi e possibili complicazioni del granuloma dentale

Il dentista, alla fine del trattamento presenterà un’approfondita guida post-operatoria per prevenire l’insorgere di ulteriori infezioni della ferita. È possibile che siano prescritti antibiotici per la prevenzione di infezioni e farmaci antinfiammatori per affrontare l’edema. Dopo circa una settimana, la guarigione superficiale permetterà la rimozione dei punti. L’osso richiede invece un tempo di guarigione maggiore. I granulomi dentali, in genere guariscono dopo che l’infezione è stata rimossa. Tuttavia, è possibile che in alcuni casi, nonostante si effettui la rimozione del dente, parte del granuloma apicale possa persistere. Per questa ragione i tessuti devono essere sradicati completamente assieme alla rimozione del dente. Questo genere di granulomi tendono ad estendersi gradualmente e possono arrivare a raggiungere notevoli diametri. In caso di infezioni gravi, è possibile fornire sollievo facendo un risciacquo con acqua calda. Preparare la soluzione necessaria per i risciacqui con un cucchiaino di sale mescolato in acqua calda. È bene fare maggiore attenzione all’igiene orale in modo da evitare che l’ascesso o l’infezione si diffonda ulteriormente. Evitare cibi irritanti, che potrebbero risultare pregiudizievoli per le zone colpite. Nel caso in cui sia in corso un granuloma apicale, si raccomanda di fare attenzione a non esporre l’area interessata a complicate attività odontoiatriche.

Sintomi cause e cura per il granuloma dentale.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo granuloma dentale apicale

Informazioni sul granuloma dentale apicale

Grazie per le informazioni

Lezione esaustiva sul granuloma

la lezione: del dottore (peccato non sapere il nome) è stata la più esaustiva dell'intero parco di siti che si occupano della cura dei denti. descrizione chiara fluibile e severa medicalmente cosa che io ho trascurato fino a mò cercando di sminuire il problema e ritrovandomi dopo dieci giorni di antibiotici peggio di come ho iniziato. in questo istante il mio faccione sembra di avere in bocca non la solita caramella. ma una brioches siciliana (che non vi dico quanto la desidero)

Granuloma dentale

grazie di vero cuore.

Granulomi periapicali

grazie per questa preziosa informazione ho fatto la panoramica è risulta presenza di granulomi periapicali.

Utili informazioni sui granulomi

grazie per questa lezione sui granulomi .molto utile

Granuloma dentale apicale

vorrei ringraziare per la precisa e dettagliata risposta che mi è stata molto utile

Molto molto accurata,istruttiva,sublime spiegazione.

Lascia il tuo commento: