Grasso e adipe sull'addome

L’adipe ed il grasso addominale non sono semplicemente dei problemi estetici, infatti gli studi  e le ricerche hanno dimostrato lo stretto legame che intercorre tra l’aumento dell’adipe ed il rischio di sviluppare patologie anche gravi.

Come ridurre o eliminare l'adipe ed il grasso dall'addome? L'accumulo di grasso dipende, prevalentemente, dall’assunzione di calorie, infatti il numero di calorie che vengono assunte dovrebbe essere simile al numero di calorie che vengono consumate, mentre se il numero di calorie assunte supera il numero di calorie bruciate, le calorie in eccesso vengono immagazzinate sotto forma di grasso, di conseguenza aumenta l’adipe ed il grasso anche sull’addome.

Grasso e adipe sull'addome

Grasso e adipe addominale

Perché l’adipe ed il grasso si accumulano sull’addome?

Le calorie in eccesso vengono immagazzinate sotto forma di grasso, tuttavia l’adipe tende a localizzarsi in alcuni zone specifiche del corpo, in particolar modo sull’addome; la distribuzione del grasso corporeo dipende essenzialmente da tre fattori: il sesso, gli ormoni ed i geni.

Il sesso

Le donne e gli uomini tendono a distribuire il grasso in maniera diversa, infatti gli uomini assumono la così detta forma a mela, mentre le donne, nella maggior parte dei casi, sviluppano una forma a pera; negli uomini, infatti, l’adipe è localizzato prevalentemente sull’addome, mentre le donne accumulano il grasso in eccesso soprattutto sui fianchi e sulle cosce.

Questa diversa distribuzione dell’adipe dipende, essenzialmente, dai diversi ormoni che influenzano l’organismo maschile e quello femminile, infatti sono il testosterone nei maschi e gli ormoni estrogeni nelle femmine a controllare gran parte delle funzioni dell’organismo, tra le quali anche l’accumulo del grasso corporeo; durante la menopausa e nel periodo successivo alla menopausa, le donne cominciano ad accumulare il grasso in eccesso sull’addome, come gli uomini, proprio perché diminuiscono i livelli degli ormoni estrogeni.

Gli ormoni

Gli ormoni influenzano la distribuzione del grasso corporeo, infatti le diverse strutture del fisico maschile, a mela, e del fisico femminile, a pera, dipendono proprio dall’azione degli ormoni; oltre al testosterone e agli estrogeni, anche il cortisolo, uno degli ormoni secreto dalle ghiandole surrenali, può determinare come viene accumulato e distribuito l’adipe.

I geni

L’informazione trasmessa attraverso i geni riveste una grande importanza nelle diverse funzioni dell’organismo, tra le quali anche la distribuzione del grasso corporeo; ogni persona, infatti, accumula l’adipe in zone diverse del proprio corpo, infatti mentre alcune persone tendono a distribuire il grasso in eccesso sui fianchi, altre possono accumulare il grasso soprattutto sull’addome.
In ogni modo, l’adipe ed il grasso vengono accumulati sull’addome o in altre zone del corpo, se si assume un numero di calorie nettamente superiore al numero di calorie che vengono bruciate; i geni determinano semplicemente in quali zone viene accumulato il grasso in eccesso ed in quali zone viene bruciato il grasso se si assume un numero di calorie inferiore rispetto al numero di calore necessarie per l’organismo.

Quali rischi comportano l’adipe ed il grasso sull’addome?

L’adipe sull’addome non sempre viene considerato una condizione rischiosa per la salute, tuttavia un accumulo eccessivo di grasso può essere ricondotto all’obesità, una condizione molto rischiosa che aumenta il rischio di sviluppare diverse patologie, tra le quali le patologie cardiovascolari.
Si può calcolare l’indice di massa corporea, per valutare se l’adipe ed il grasso sull’addome siano riconducibili o meno ad una condizione di obesità, infatti un indice di massa corporea superiore a 30 è già indice di obesità; per calcolare il proprio indice di massa corporea occorre dividere il proprio peso, indicato in chilogrammi, per il quadrato della propria altezza, espressa in metri.
I rischi di sviluppare alcune malattie, se si ha un accumulo eccessivo di grasso sull’addome, aumentano in relazione ad altre condizioni, quali i problemi di salute o l’abitudine di fumare.

Si possono ridurre l’adipe ed il grasso sull’addome?

L’adipe e il grasso sull’addome dipendono, nella maggior parte dei casi, dall’assunzione di un numero di calorie superiore al numero di calorie consumate, di conseguenza per prevenire l’accumulo di adipe o di grasso sullo stomaco è sufficiente bilanciare il numero di calorie assunte con l’alimentazione ed il numero di calorie bruciate.
Per ridurre il grasso e l’adipe accumulati sull’addome, occorre, per un determinato periodo di tempo, ridurre l’apporto di calorie, accompagnando questo regime alimentare con un regolare esercizio fisico; solo la combinazione di una dieta sana ed equilibrata e di una quotidiana attività fisica permette di bruciare le calorie immagazzinate sotto forma di grasso e di adipe. Ovviamente, questo processo dell’organismo deve essere graduale, in quanto qualsiasi dimagrimento improvviso, oltre ad essere estremamente dannoso per l’organismo, è assolutamente inefficace, in quanto i chili persi con un programma restrittivo vengono ripresi in breve tempo; inoltre, bisogna considerare che il dimagrimento non avviene in maniera uniforme, di conseguenza si può perdere prima il grasso accumulato sui fianchi e sulle cosce e, successivamente, si perde l’adipe sull’addome: non è possibile dimagrire solamente in una parte del corpo o prima in una parte del corpo piuttosto che in un’altra, in quanto tutti questi processi dipendono dall’organismo e non possono, in alcun modo, essere influenzati dall’esterno.

Le donne in menopausa e le donne che hanno superato la menopausa tendono ad accumulare grasso ed adipe sull’addome, senza aver cambiato le proprie abitudini alimentari ed il proprio stile di vita; questo cambiamento dipende dalla diminuzione nella produzione di ormoni estrogeni, gli ormoni che influenzano la distribuzione del grasso corporeo sulle cosce e sui fianchi.
In genere, si può ridurre l’accumulo di grasso, riducendo l’apporto calorico, tuttavia, durante e dopo la menopausa, non è possibile contrastare la distribuzione dell’adipe sull’addome, in quanto questo processo dipende direttamente dall’azione degli ormoni; non bisogna, quindi, adottare un regime alimentare restrittivo, in quanto l’accumulo di grasso e di adipe sull’addome non dipende assolutamente dal numero di calorie assunte, ma semplicemente da una minore produzione di ormoni estrogeni.

L’esercizio fisico aiuta a ridurre l’adipe ed il grasso sull’addome?

L’attività fisica, soprattutto se viene praticata regolarmente, contribuisce a preservare le condizioni di salute generale, tuttavia non agisce direttamente sul grasso e sull’adipe accumulati sull’addome; praticare quotidianamente esercizio fisico aiuta a bruciare le calorie assunte, di conseguenza riduce l’accumulo di grasso o, ancor meglio, favorisce il dimagrimento, tuttavia non si può indurre, in alcun modo, un dimagrimento dell’addome, in quanto il dimagrimento avviene sempre in maniera generale o, comunque, viene controllato inevitabilmente dall’organismo.

Quali abitudini favoriscono l’accumulo di adipe e di grasso sull’addome?

Alcune abitudini, in particolar modo le scorrette abitudini alimentari, possono favorire l’accumulo di adipe e di grasso sull’addome; il consumo eccessivo di alimenti ricchi di grassi o ricchi di sodio e l’abuso di alcol, ad esempio, favoriscono l’accumulo di adipe e di grasso, in particolar modo sull’addome.
Bisogna, perciò, saper scegliere cibi sani che non comportano un aumento del peso corporeo: i cibi più indicati, a questo proposito, sono la frutta, la verdura ed i cereali integrali; al contrario, occorre evitare, nei limiti del possibile, il consumo di torte, di biscotti, di patatine e di altri alimenti poco sani.
I cibi poco sani possono comunque essere consumati, ma in quantità minime e occasionalmente; si può, di tanto in tanto, consumare un dessert calorico, come, ad esempio, una crema o una torta al cioccolato, tuttavia, nella maggior parte dei casi, bisogna preferire la frutta fresca, i gelati ed i sorbetti.

Considerazione finale su come ridurre l'adipe localizzato sull'addome

L’adipe ed il grasso sull’addome vengono accumulati soprattutto dai maschi, in quanto questa distribuzione del grasso corporeo dipende dal sesso, dall’attività degli ormoni e dall’informazione genetica, tuttavia questo problema riguarda anche alcune donne, soprattutto dopo la menopausa; è possibile, comunque, contrastare l’accumulo di grasso e di adipe sull’addome, evitando alcune abitudini scorrette ed adottando delle abitudini più sane.

Consigli efficaci per ridurre ed eliminare l'adipe localizzato sull'addome.

Perdere peso dimagrire velocemente

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo grasso e adipe sull'addome

Ecco i miei consigli per perdere grasso superfluo

cercate di sostituire le carni con fibre legumi , verdure , banane , yogurt magri ricotte , pochi carboidrati , e almeno 30 minuti di attivita fisica al giorno , per il primo mese dopo passare a 1 ora . potete concedevervi anche 1 giorno alla settimana un pasto a vostro piacere.

Per eliminare l'adipe serve curare la dieta e camminare

Ho eliminato parecchio grasso mangiando poco e camminando

Proverò i consigli di Walter per perdere adipe

prendo il consiglio di Walter e provo a metterlo in atto....e che Dio me la mandi buona
GRAZIE!!!!!!!!

Cosa fare per dimagrire

Fate attivita' per 50 minuti e bere molta acqua la giornata 3 litri circa

Correre e l'alimentazione giusta sono le armi vincenti per combattere l'adipe

Ovviamente, per prima cosa, bisogna "regolare l'alimentazione". La camminata a passo sostenuto va bene per cominciare, ma l'obiettivo da raggiungere è quello di riuscire a correre, con costanza, per circa 60 minuti e per un paio di volte la settimana! Bisogna sudare, sudare, sudare ed essere convinti dell'obiettivo da raggiungere! Correre è la migliore soluzione! Ah, dimenticavo, usate un k-way!

Consigli per eliminare il grasso sull'addome

Alimentazione corretta attività fisica e soprattutto tanta tanta buona volontà e costanza.

Lascia il tuo commento: