Gravidanza on line

In gravidanza cosa fare, cosa mangiare, cosa non mangiare e soprattutto cosa evitare? Questi sono i primi pensieri di una donna che ha iniziato da poco la gravidanza e alle prese con il conto delle settimane dei mesi e dei giorni che mancano alla nascita del suo bambino.

  • Acido folico: integratori di acido folico

    Integratori di acido folico - Integratori per assumere acido folico
    Acido folico, proprietà e controindicazioni? Acido folico non solo in gravidanza, tutte le persone, compresi i bambini, hanno bisogno di acido folico nel loro organismo, al fine di creare globuli rossi sani che evitino disturbi come l'anemia, e l'acido folico, come tutti i folati, viene chiamato così per la sua derivazione latina dalla parola folium, che significa foglia. Le fonti primarie di acido folico sono infatti verdure e foglie di diverse varietà, dai cereali al pane a differenti tipi di verdura.
  • Togliere la pancia dopo il parto

    Togliere la pancia dopo il parto - Come togliere la pancia dopo il parto
    Come togliere la pancia dopo il parto? Uno dei problemi che affligge la maggiro parte delle donne è come togliere la pancia dopo il parto e come far scomparire tutti il peso accumulato durante il periodo di gravidanza anche perché al telegiornale vediamo ogni giorno immagini di celebrità che anche dopo aver partorito hanno un fisico perfetto e in forma, ovviamente c'e' da premettere che loro dispongono di personal trainer e possibiltà economiche per rimettersi in forma subito, ma questo dettaglio non deve scoraggiarci.
  • Dimagrire in gravidanza: Perdere peso in gravidanza

    Perdere peso in gravidanza - Dimagrire in gravidanza
    Voler dimagrire e perdere peso durante la gravidanza puo' portare anche a disturbi alimentari che colpiscono circa sette milioni di donne americane ogni anno e toccano i picchi più elevati proprio durante il periodo della gravidanza. La gravidanza è un momento particolare della vita di ciascuna donna, che va ad intaccare l'immagine del proprio corpo e, in particolare, per coloro che hanno dei disturbi alimentari, i nove mesi di gravidanza possono contribuire a peggiorare tali patologie.
  • Aumento del seno in gravidanza

    Aumento del seno in gravidanza - Aumento seno gravidanza
    Dopo quanto cambia il seno in gravidanza? L'aumento del seno è uno dei cambiamenti che si possono notare quando una donna inizia la gravidanza, tanto che questo cambiamento è ancora considerato uno dei "sintomi" indicatori dello stato interessante. Il tempo impiegato per questo cambiamento ovviamente è diverso da donna a donna ed in questo, possono influire i fattori costituzionali, ormonali e l'età. Solitamente il seno inizia a prepararsi (nella maggior parte dei casi) per l'allattamento del nascituro, circa dopo tre o anche sei settimane dall'ultima ovulazione ed oltre al caratteristico aumento di volume, il seno, nel suo cambiamento tende a diventare anche più morbido (fino al terzo mese) ed a subire anche una lieve perdita di tono oltre che un aumento esponenziale della sensibilità dei capezzoli.
  • Latte in polvere per neonati o latte materno?

    Latte in polvere per neonati - Latte materno
    Quale latte per neonati? Meglio il latte materno? Come è noto, il latte materno è sempre il miglior alimento per i neonati, questo tipo di latte contiene infatti tutti gli ingredienti di cui un bimbo ha bisogno, e nelle giuste quantità. Tuttavia non tutte le donne sono in grado di allattare; per esempio chi ha affrontato in passato una operazione al seno. Fortunatamente ci sono molti modi per aiutare in questo: per qualunque informazione a riguardo rivolgetevi al vostro medico. Altre donne invece, per una serie di motivi, non desiderano allattare al seno. Molto spesso dubbi e timori si allontanano dopo una buona chiacchierata con una persona competente. Le madri hanno diritto di scegliere cosa sia meglio per loro e per il loro bambino, ma è giusto incoraggiare la ricerca di informazioni per permettere una decisione bene informata e basata sui fatti, e non su dicerie.
  • Battito cardiaco: Battito cardiaco fetale

    Battito cardiaco Battito cardiaco fetale
    Perché il cuore batte? Il Battito cardiaco è una delle funzioni più tipiche del cuore, praticamente è la capacità di contrarsi ritmicamente ad una certa frequenza che solitamente si attesta attorno a sessanta- settanta battiti al minuto, il cuore batte con un certo ritmo, producendo tutta una serie di fenomeni fisiologici sincroni con il ritmo stesso rilevabili con semplici esami clinici di routine fatti con appositi strumenti. Durante il battito cardiaco per prima cosa si può rilevare il pitto della punta ovvero l'urto della punta del cuore contro la parete toracica e lo si può sentire toccando in corrispondenza del quinto spazio intercostale di sinistra.