Gravidanza on line

In gravidanza cosa fare, cosa mangiare, cosa non mangiare e soprattutto cosa evitare? Questi sono i primi pensieri di una donna che ha iniziato da poco la gravidanza e alle prese con il conto delle settimane dei mesi e dei giorni che mancano alla nascita del suo bambino.

  • Spirale contraccettiva: come funzionae come si usa?

    Spirale - Controindicazioni della spirale contraccettiva
    Come si usa la spirale contraccettiva? L’applicazione della spirale contraccettiva deve essere eseguita da uno specialista in sede di intervento chirurgico. Il periodo di inserimento dello stesso non deve essere contemporaneo ai giorni in cui si hanno pesanti sanguinamenti dovuti al flusso mestruale. Inoltre si deve essere certi del fatto che la donna non sia in uno stato di probabile gravidanza. Dopo l’inserimento della spirale, la paziente viene tenuta in osservazione per un breve periodo, trascorso il quale potrà tranquillamente essere dimessa. Nei giorni seguenti all’inserimento della spirale contraccettiva è necessaria l’assunzione di farmaci quali l’aspirina, ibuprofene o paracetamolo, necessari per il controllo dei dolori che possono presentarsi. Durante questa stessa fase iniziale è possibile che si verifichino sanguinamenti, in particolare durante la notte. Un successivo controllo deve essere fatto circa sei settimane dopo la data dell’inserimento della spirale. Inseguito a questo, un controllo con cadenza annuale sarà sufficiente. Non è necessario dedicare altra attenzione alla spirale. Quando si intende rimuoverla è necessario rivolgersi ad una clinica specializzata. Le ragioni che portano a tale decisione possono essere di natura differente: la spirale deve ad esempio essere rimossa innanzitutto nei casi in cui si desidera avere una gravidanza. Altre cause che portano alla stessa decisione, sono di natura diversa collegate ad esempio ad una pesante presenza di sintomi. In maniera analoga, se l’efficacia del dispositivo è giunto al termine, non resta che prendere la decisione di rimuovere la spirale ed eventualmente installarne un’altra. La rimozione può, al più, provocare un leggero sanguinamento.
  • Parto: Il parto naturale

    Parto naturale - Come avviene ed eventuali complicazioni del parto
    Come avviene il parto naturale? Il parto naturale di un bambino inizia dal travaglio, il travaglio di parto è il processo mediante il quale il prodotto del concepimento è normalmente partorito. Esso richiede una sequenza di contrazioni uterine coordinate involontarie ed efficaci che vengono in genere aumentate dalla contrazione volontaria dei muscoli addominali. Negli ultimi anni si è sempre più affermata l'importanza dei fattori endocrini.
  • Cosa fare durante la gravidanza

    Cosa fare durante la gravidanza
    I consigli per la gravidanza non sono mai abbastanza specialmente nel caso delle neo quasi mamme alle prese con la prima gravidanza, durante la gravidanza tutti sanno che è bene porre attenzione a moltissime cose, dare il dovuto peso anche alle piccolezze e comportarsi nei dovuti modi. Il primo suggerimento utile da fare è quello di curare particolare igiene della persona e degli indumenti. E' possibile fare il bagno o la doccia per tutta la durata della gestazione ed è consigliabile vestire in modo comodo e da non determinare costrizioni eccessive sull'addome, ma una panciera elastica apposita è opportuna per sostenere l'utero.
  • Vomito bambini neonati

    Vomito nei bambini - Vomito nei neonati
    Vomito bambini cosa fare? Quali sono le cause? La maggior parte dei bambini ha avuto episodi di vomito, sia quelli allattati al seno che quelli alimentati col biberon. Spesso un bambino quando si ammala ha dei problemi allo stomaco. Il vomito nei bambini non è pericoloso, a meno che il bambino non sia troppo piccolo e non sia messo di lato se si trova nel lettino.
  • Gravidanza extrauterina; La gravidanza extrauterina

    Gravidanza extrauterina - Sintomi cause e conseguenze
    Gravidanza extrauterina, quali sono le cause i sintomi e le conseguenze? Una gravidanza extrauterina si verifica quando l'ovulo fecondato si sviluppa al di fuori della cavità uterina (utero), la maggior parte delle gravidanze ectopiche si trovano nelle tube di Falloppio anche se in rari casi, l'uovo si sviluppa in una delle ovaie, della cervice (collo dell'utero) o un altro organo all'interno del bacino. Una gravidanza ectopica di solito non è in grado di giungere al termine nella maggior parte dei casi poichè l’embrione non è sviluppato completamente ed una gravidanza extrauterina porta ad abortire spontaneamente.
  • Bruciori di stomaco in gravidanza

    Bruciori di stomaco in gravidanza
    La pirosi o i classici bruciori di stomaco sono un riscontro comune in gravidanza a causa dell’aumento della pressione addominale e dell’ipotono, indotto da fattori ormonali, della giunzione gastro-esofagea che spesso aumenta dopo i pasti. I pazienti che soffrono di pirosi non gradiscono i cibi acidi e sono attratti dai dolci e hanno spesso l’alito acido. Il rigurgito di cibo o di acidi gastrici è spesso associato a una sensazione di bruciore che parte al di sotto del processo xifoideo e si estende verso l’alto, dietro la regione dello sternale.