Gravidanza on line

In gravidanza cosa fare, cosa mangiare, cosa non mangiare e soprattutto cosa evitare? Questi sono i primi pensieri di una donna che ha iniziato da poco la gravidanza e alle prese con il conto delle settimane dei mesi e dei giorni che mancano alla nascita del suo bambino.

  • Dentini neonati: primi dentini del neonato

    Dentini neonati - Cosa fare e quali sono i sintomi dei primi dentini
    Denti da latte cosa sono? Quali sono i primi sintomi della formazione dei dentini dei neonati? Cosa fare quando spuntano i primi dentini? La dentizione è un processo che ha inizio tra il secondo e il terzo mese di gestazione, quando attraverso il sangue materno, il feto riceve tutte le sostanze necessarie alla formazione dei denti (calcio, fluoro, fosforo).
  • Gravidanza a rischio

    Gravidanza a rischio: ecco i consigli cosa fare e cosa sapere
    Gravidanza a rischio cosa significa? Nella sfera scientifica non esiste una definizione universalmente accettata di una gravidanza a rischio, più in generale essa comporta il coinvolgimento di uno dei seguenti fatti. La donna o il bambino hanno una possibilità maggiore di ammalarsi o addirittura di morire se di fatto la gravidanza è ritenuta a rischio. Oppure accade che determinate condizioni, detti anche “fattori di rischio”, pregiudichino la gravidanza rendendola appunto a rischio.
  • Neonati prematuri : Il neonato prematuro

    Neonati prematuri - Neonato prematuro
    Perchè i neonati nascono prematuri? Quali sono le cause del neonato prematuro? I neonati prematuri si designano tutti i nati vivi il cui peso è inferiore a 2,500 kg. In Europa circa l'ottanta percento della mortalità prenatale si riferisce a immaturi o prematuri. Anche a termine possono nascere dei bambini di peso inferiore alla norma ma allora si tratterà di deboli congeniti. La frequenza della prematurità oscilla nei vari paesi, dove c'è una buona assistenza ostetrica è ovvio che ci saranno meno immaturi e molto spesso sono prematuri i gemelli.
  • Spirale contraccettiva: come funzionae come si usa?

    Spirale - Controindicazioni della spirale contraccettiva
    Come si usa la spirale contraccettiva? L’applicazione della spirale contraccettiva deve essere eseguita da uno specialista in sede di intervento chirurgico. Il periodo di inserimento dello stesso non deve essere contemporaneo ai giorni in cui si hanno pesanti sanguinamenti dovuti al flusso mestruale. Inoltre si deve essere certi del fatto che la donna non sia in uno stato di probabile gravidanza. Dopo l’inserimento della spirale, la paziente viene tenuta in osservazione per un breve periodo, trascorso il quale potrà tranquillamente essere dimessa. Nei giorni seguenti all’inserimento della spirale contraccettiva è necessaria l’assunzione di farmaci quali l’aspirina, ibuprofene o paracetamolo, necessari per il controllo dei dolori che possono presentarsi. Durante questa stessa fase iniziale è possibile che si verifichino sanguinamenti, in particolare durante la notte. Un successivo controllo deve essere fatto circa sei settimane dopo la data dell’inserimento della spirale. Inseguito a questo, un controllo con cadenza annuale sarà sufficiente. Non è necessario dedicare altra attenzione alla spirale. Quando si intende rimuoverla è necessario rivolgersi ad una clinica specializzata. Le ragioni che portano a tale decisione possono essere di natura differente: la spirale deve ad esempio essere rimossa innanzitutto nei casi in cui si desidera avere una gravidanza. Altre cause che portano alla stessa decisione, sono di natura diversa collegate ad esempio ad una pesante presenza di sintomi. In maniera analoga, se l’efficacia del dispositivo è giunto al termine, non resta che prendere la decisione di rimuovere la spirale ed eventualmente installarne un’altra. La rimozione può, al più, provocare un leggero sanguinamento.
  • Allattamento al seno - Allattare al seno

    Allattamento al seno - Consigli e suggerimenti per allattare al seno
    Come si allatta al seno? Allattare al seno è meglio? Per allattare al seno nei migliore dei modi, è bene prendere la decisione prima che il vostro bambino nasca: è una buona idea parlare con qualcuno che ha esperienza, ricercare informazioni, leggere qualche libro e rivista, o cercare un po' sul web. L'allattamento inizia subito dopo la nascita del nuovo arrivato. Nella maggior parte dei casi il bimbo viene dato alla madre pochi minuti dopo il parto.
  • Dimagrire in gravidanza: Perdere peso in gravidanza

    Perdere peso in gravidanza - Dimagrire in gravidanza
    Voler dimagrire e perdere peso durante la gravidanza puo' portare anche a disturbi alimentari che colpiscono circa sette milioni di donne americane ogni anno e toccano i picchi più elevati proprio durante il periodo della gravidanza. La gravidanza è un momento particolare della vita di ciascuna donna, che va ad intaccare l'immagine del proprio corpo e, in particolare, per coloro che hanno dei disturbi alimentari, i nove mesi di gravidanza possono contribuire a peggiorare tali patologie.