Gravidanza on line

In gravidanza cosa fare, cosa mangiare, cosa non mangiare e soprattutto cosa evitare? Questi sono i primi pensieri di una donna che ha iniziato da poco la gravidanza e alle prese con il conto delle settimane dei mesi e dei giorni che mancano alla nascita del suo bambino.

  • Gravidanza ectopica: sintomi cause terapia

    Gravidanza ectopica - Gravidanza ectopica hcg cervicale o intrauterina
    Gravidanza ectopica Cos’è? Una gravidanza ectopica, così come indica lo stesso aggettivo , indica una gravidanza “fuori dalla normale sede”. In questi casi infatti, l’ovulo a differenza di quanto avviene in una normale gravidanza nella quale esso si deposita nell’utero, si ha una deposizione dello stesso nelle tube di Falloppio. La stragrande maggioranza di gravidanze ectopiche si verificano nelle tube. Alle volte l’uovo può anche posizionarsi  in altri siti: nelle ovaie, o altrimenti nella cervice. A seconda dell’area in cui quest’ultimo si loca, si distingue la gravidanza ectopica in differente tipo. In particolare si distinguono gravidanze: tubarica, cervicale o addominale, per fare un esempio. Ad ogni modo, nessuna di queste aree dispone di spazio adeguato, né tanto meno di un tessuto nutriente come l’utero e quindi ciò comporta un problema per lo sviluppo del feto. Problemi più gravi si riscontrano appunto, quando l’ovulo cresce, poiché l’organo che lo contiene finirà inevitabilmente per scoppiare. Di conseguenza, tale situazione può portare a sanguinamento grave e persino comportare un pericolo di vita per la madre. Gravidanze di questo tipo rappresentano purtroppo, la principale causa di morte del feto riferita al primo trimestre di gravidanza. Date le condizioni ostili alla base della gravidanza in rari casi la stessa riesce ad essere portata a buon fine.
  • Smagliature dopo il parto

    Smagliature dopo parto - Cosa fare per le smagliature dopo il parto
    Le smagliature possono comparire dopo il parto oppure dopo un dimagrimento "sostanzioso" avvenuto in breve tempo, poiché tutte le donne fanno questo durante la gravidanza, una percentuale alta alla fine purtoppo le sviluppa. Le zone più frequentemente colpite sono seni, fianchi, braccia, cosce e pancia. Le smagliature si crepano come linee che si formano sulla pelle. Quando la pelle è stretto o allungata, il peso o la pressione fanno in modo di allungarle ulteriormente, più di quanto dovrebbe. Il tessuto connettivo viene danneggiato e piccoli strappi formano le linee di cui ci stiamo riferendo.
  • Ciclo mestruale

    Ciclo mestruale - A cosa serve il ciclo mestruale
    Cosa è il ciclo mestruale? Il ciclo mestruale è il periodo di tempo che intercorre tra l'inizio di due mestruazioni successive, la prima mestruazione chiamata anche menarca, si verifica solitamente nella pubertà, tra gli undici ed i sedici anni e rappresenta la manifestazione esterna più evidente della avvenuta trasformazione della bambina in donna per la raggiunta maturazione degli organi sessuali femminili. Il flusso mestruale si verifica di solito ogni ventotto giorni, ed il ciclo è regolato da un importante equilibrio di ormoni secreti dall'ipofisi-ipotalamo e dalle ovaie. Il normale ciclo ha una durata di ventotto giorni ed è rappresentato da una fase preovulatoria, detta anche prolifcrativa o follicolinica, che va dal primo giorno di mestruazione fino al giorno in cui si verifica l'ovulazione che può arrivare solitamente verso il quattordicesimo giorno.
  • Ritardare le mestruazioni: come?

    Ritardare le mestruazioni - Come fare per ritardare le mestruazioni?
    Si possono ritardare le mestruazioni? Innanzitutto una donna che decide di ritardare le mestruazioni deve assolutamente comprendere che non esiste diversa modalità al di fuori della pillola anticoncezionale o di agenti ormonali per ritardare il proprio ciclo mestruale. Effettivamente infatti per ritardare le mestruazioni l’unico modo efficacie è quello di mantenere i livelli di progesterone alti.
  • Belara: pillola anticoncezionale

    La pillola Belara ed i suoi possibili effetti collaterali
    La pillola contraccettiva Belara è una pillola in genere molto apprezzata dalle donne ed il titolare della messa in commercio per l'Italia è la società Formenti srl con sede a Milano la quale proprone la sua pillola ad un prezzo di circa 14 euro per una confezione contenente 21 compresse.
  • Spirale contraccettiva: come funzionae come si usa?

    Spirale - Controindicazioni della spirale contraccettiva
    Come si usa la spirale contraccettiva? L’applicazione della spirale contraccettiva deve essere eseguita da uno specialista in sede di intervento chirurgico. Il periodo di inserimento dello stesso non deve essere contemporaneo ai giorni in cui si hanno pesanti sanguinamenti dovuti al flusso mestruale. Inoltre si deve essere certi del fatto che la donna non sia in uno stato di probabile gravidanza. Dopo l’inserimento della spirale, la paziente viene tenuta in osservazione per un breve periodo, trascorso il quale potrà tranquillamente essere dimessa. Nei giorni seguenti all’inserimento della spirale contraccettiva è necessaria l’assunzione di farmaci quali l’aspirina, ibuprofene o paracetamolo, necessari per il controllo dei dolori che possono presentarsi. Durante questa stessa fase iniziale è possibile che si verifichino sanguinamenti, in particolare durante la notte. Un successivo controllo deve essere fatto circa sei settimane dopo la data dell’inserimento della spirale. Inseguito a questo, un controllo con cadenza annuale sarà sufficiente. Non è necessario dedicare altra attenzione alla spirale. Quando si intende rimuoverla è necessario rivolgersi ad una clinica specializzata. Le ragioni che portano a tale decisione possono essere di natura differente: la spirale deve ad esempio essere rimossa innanzitutto nei casi in cui si desidera avere una gravidanza. Altre cause che portano alla stessa decisione, sono di natura diversa collegate ad esempio ad una pesante presenza di sintomi. In maniera analoga, se l’efficacia del dispositivo è giunto al termine, non resta che prendere la decisione di rimuovere la spirale ed eventualmente installarne un’altra. La rimozione può, al più, provocare un leggero sanguinamento.