Gravidanza on line

In gravidanza cosa fare, cosa mangiare, cosa non mangiare e soprattutto cosa evitare? Questi sono i primi pensieri di una donna che ha iniziato da poco la gravidanza e alle prese con il conto delle settimane dei mesi e dei giorni che mancano alla nascita del suo bambino.

  • Sciatalgia in gravidanza

    Sciatalgia in gravidanza - Sintomi e rimedi sciatica in gravidanza
    Sciatalgia in gravidanza quali sono i sintomi ed i rimedi? Per sciatalgia si intende l’infiammazione del nervo sciatico con dolore acuto irradiato lungo il decorso del medesimo nervo : gluteo, coscia, ginocchio, gamba e piede; in genere colpisce un solo lato del corpo e si accompagna spesso ad una lombalgia. Il dolore è scatenato appunto dalla compressione delle radici nervose sensoriali che danno origine al nervo sciatico, si può dunque capire come una situazione come quella della gravidanza, possa sicuramente influire sulle pressioni a carico della colonna lombare e di conseguenza dell’unita disco intervertebrale - radice nervosa di questa zona del rachide.
  • Belara: pillola anticoncezionale

    La pillola Belara ed i suoi possibili effetti collaterali
    La pillola contraccettiva Belara è una pillola in genere molto apprezzata dalle donne ed il titolare della messa in commercio per l'Italia è la società Formenti srl con sede a Milano la quale proprone la sua pillola ad un prezzo di circa 14 euro per una confezione contenente 21 compresse.
  • Sviluppo del feto: Crescita del feto

    Sviluppo del feto - Come avviene sviluppo e crescita del feto
    Lo sviluppo e la crescita del feto è continuo e regolare fin dai primi momenti della vita intrauterina, per il primo trimestre si parla molto più propriamente di accrescimento embrionale e poi fino al momento della nascita di accrescimento fetale e questo per effettuare un distinguo tra embrione e feto. Sin dal primo mese di vita si abbozzano gli organi più importanti e si forma il disco embrionale, la cavità amniotica e la placca neurale. Questo stadio prende il nome di presomitico e le dimensioni dell'embrione possono raggiungere di circa 0.50 centimetri.
  • Caffeina in gravidanza: Bere caffe in gravidanza

    Bere caffè in gravidanza - Caffeina in gravidanza
    In gravidanza purtroppo anche se la caffeina è uno dei drink stimolanti più amati in tutto il mondo è abbastanza ovvio che chi è incinta, dovrebbe necessariamente diminuirne il consumo giornaliero. In particolare, la caffeina oltre ad essere uno stimolante, è anche un diuretico e come stimolante, però, aumenta la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca, fattori che durante la gravidanza devono essere tenuti sotto controllo
  • Spirale contraccettiva: come funzionae come si usa?

    Spirale - Controindicazioni della spirale contraccettiva
    Come si usa la spirale contraccettiva? L’applicazione della spirale contraccettiva deve essere eseguita da uno specialista in sede di intervento chirurgico. Il periodo di inserimento dello stesso non deve essere contemporaneo ai giorni in cui si hanno pesanti sanguinamenti dovuti al flusso mestruale. Inoltre si deve essere certi del fatto che la donna non sia in uno stato di probabile gravidanza. Dopo l’inserimento della spirale, la paziente viene tenuta in osservazione per un breve periodo, trascorso il quale potrà tranquillamente essere dimessa. Nei giorni seguenti all’inserimento della spirale contraccettiva è necessaria l’assunzione di farmaci quali l’aspirina, ibuprofene o paracetamolo, necessari per il controllo dei dolori che possono presentarsi. Durante questa stessa fase iniziale è possibile che si verifichino sanguinamenti, in particolare durante la notte. Un successivo controllo deve essere fatto circa sei settimane dopo la data dell’inserimento della spirale. Inseguito a questo, un controllo con cadenza annuale sarà sufficiente. Non è necessario dedicare altra attenzione alla spirale. Quando si intende rimuoverla è necessario rivolgersi ad una clinica specializzata. Le ragioni che portano a tale decisione possono essere di natura differente: la spirale deve ad esempio essere rimossa innanzitutto nei casi in cui si desidera avere una gravidanza. Altre cause che portano alla stessa decisione, sono di natura diversa collegate ad esempio ad una pesante presenza di sintomi. In maniera analoga, se l’efficacia del dispositivo è giunto al termine, non resta che prendere la decisione di rimuovere la spirale ed eventualmente installarne un’altra. La rimozione può, al più, provocare un leggero sanguinamento.
  • Amniocentesi: a cosa serve

    L'amniocentesi è dolorosa? A cosa serve l'amniocentesi? Quanto dura?
    Aminoacentesi cosa è di preciso? Quanto riposo è necessario dopo il test? L'amniocentesi è uno dei numerosi test diagnostici che possono essere effettuati durante la gravidanza, l'amniocentesi è utilizzata per rilevare le eventuali anomalie cromosomiche possibili nel nascituro che potrebbero causare la sindrome di Down o altri problemi congeniti, durante l’ amniocentesi, un campione del liquido amniotico che circonda il feto viene prelevato e analizzato, ricordando, però, che il tutto può essere effettuato dalla 15sima settimana della gravidanza in poi.