Gravidanza on line

In gravidanza cosa fare, cosa mangiare, cosa non mangiare e soprattutto cosa evitare? Questi sono i primi pensieri di una donna che ha iniziato da poco la gravidanza e alle prese con il conto delle settimane dei mesi e dei giorni che mancano alla nascita del suo bambino.

  • Sintomi gravidanza

    Sintomi gravidanza - Dopo quanto i primi sintomi della gravidanza?
    Sintomi gravidanza quali sono? Quando sono i sintomi della gravidanza evidenti ? Iniziamo con il dire che il primo step per avere un minimo di certezza se siete incinta è tramite un test di gravidanza, ma possono esserci sintomi precoci della gravidanza che segnalano il fatto che potreste essere incinta. Alcune donne sono talmente in sintonia con il loro corpo che sembrano capire da subito se sono rimaste incinte. Altre donne, invece, non hanno alcun sospetto fino a quando non saltano il loro ciclo, che è forse il segno più ampiamente riconosciuto di gravidanza.
  • Controlli prenatali: esami preconcezionali

    Controlli prenatali - Esami preconcezionali
    Quali sono i controlli e gli esami prenatali? Nel momento in cui una donna apprende di essere in stato interessante, si mette in moto tutta una macchina organizzatrice che prevede per tutto il periodo della gravidanza degli incontri periodici con uno specialista. Saranno quindi fissati degli appuntamenti per monitorare il corso della gravidanza attraverso tutta una serie di esami concordati. Ecco quali sono i controlli e gli esami da compiere in questo periodo.
  • Concepimento e mestruazioni

    Concepimento e mestruazioni: irregolari o dolorose
    Quando si parla di mestruazioni e concepimento ci si riferisce ai cambiamenti e alla preparazione che il corpo di una donna deve affrontare per prepararsi alla gravidanza. All’incirca una volta al mese l’utero cresce andando a formare un nuovo rivestimento detto endometrio in modo tale da esser pronto per la fecondazione. Quando l’ovulo non viene fecondato l’utero perde il suo rivestimento ed inizia così il sanguinamento mestruale mensile.
  • Gonfiore addominale in gravidanza

    Gonfiore addominale in gravidanza
    Gonfiore addominale in gravidanza? Ognuno di noi ha sofferto di gonfiore addominale, ma le donne in gravidanza risentono del gonfiore addominale ancora di più. Fortunatamente, esistono diversi metodi per aiutarvi a battere la pesantezza di stomaco. Potrebbe essere imbarazzante parlarne, ma questo non rende meno un dato di fatto: le persone sono formate anche dal gas.
  • Spirale contraccettiva: come funzionae come si usa?

    Spirale - Controindicazioni della spirale contraccettiva
    Come si usa la spirale contraccettiva? L’applicazione della spirale contraccettiva deve essere eseguita da uno specialista in sede di intervento chirurgico. Il periodo di inserimento dello stesso non deve essere contemporaneo ai giorni in cui si hanno pesanti sanguinamenti dovuti al flusso mestruale. Inoltre si deve essere certi del fatto che la donna non sia in uno stato di probabile gravidanza. Dopo l’inserimento della spirale, la paziente viene tenuta in osservazione per un breve periodo, trascorso il quale potrà tranquillamente essere dimessa. Nei giorni seguenti all’inserimento della spirale contraccettiva è necessaria l’assunzione di farmaci quali l’aspirina, ibuprofene o paracetamolo, necessari per il controllo dei dolori che possono presentarsi. Durante questa stessa fase iniziale è possibile che si verifichino sanguinamenti, in particolare durante la notte. Un successivo controllo deve essere fatto circa sei settimane dopo la data dell’inserimento della spirale. Inseguito a questo, un controllo con cadenza annuale sarà sufficiente. Non è necessario dedicare altra attenzione alla spirale. Quando si intende rimuoverla è necessario rivolgersi ad una clinica specializzata. Le ragioni che portano a tale decisione possono essere di natura differente: la spirale deve ad esempio essere rimossa innanzitutto nei casi in cui si desidera avere una gravidanza. Altre cause che portano alla stessa decisione, sono di natura diversa collegate ad esempio ad una pesante presenza di sintomi. In maniera analoga, se l’efficacia del dispositivo è giunto al termine, non resta che prendere la decisione di rimuovere la spirale ed eventualmente installarne un’altra. La rimozione può, al più, provocare un leggero sanguinamento.
  • Parto: Il parto naturale

    Parto naturale - Come avviene ed eventuali complicazioni del parto
    Come avviene il parto naturale? Il parto naturale di un bambino inizia dal travaglio, il travaglio di parto è il processo mediante il quale il prodotto del concepimento è normalmente partorito. Esso richiede una sequenza di contrazioni uterine coordinate involontarie ed efficaci che vengono in genere aumentate dalla contrazione volontaria dei muscoli addominali. Negli ultimi anni si è sempre più affermata l'importanza dei fattori endocrini.