Herpes simplex: herpes simplex 1 e 2

Esiste una terapia per la cura dell'Herpes simplex? Come avviene in contagio da herpes simplex tipo 1 o 2? L'herpes simplex è catalogabile come malattia infettiva altamente contagiosa ed esistono due tipi di herpes simplex, di entrambi è responsabile l'Herpesvirus hominis, che si distingue in Herpesvirus hominis di tipo 1 ed Herpesvirus hominis di tipo 2.

Herpes simplex: herpes simplex 1 e 2

Herpes simplex

Diffusione mondiale dell'Herpes simplex:

L'infezione da Herpesvirus hominis è endemica in ogni parte del pianeta, è stato stimato che il 90% della popolazione adulta è portatore di anticorpi contro il virus di tipo 1, e il 35% contro quello di tipo 2.

Quando il virus compare la prima volta si parla di infezione primaria, quando compare in seguito si parla di infezione ricorrente, questo avviene perché questa malattia non si debella, ma il virus, una volta contratto, continua a vivere in forma latente nell'organismo, localizzandosi tra i gangli del sistema nervoso (gruppi di cellule nervose intercalate lungo il decorso dei nervi), dove può restare latente per tutta la vita o riattivarsi periodicamente, raggiungendo la cute e/o le mucose con una sintomatologia clinica facilmente ravvisabile.

Infezione con il tipo 1 di Herpesvirus hominis o herpes labiale

L'herpes simplex di tipo 1 (HSV1), conosciuto anche come herpes labiale, può manifestarsi ad ogni età, ma nella maggior parte dei casi compare nei primi quattro anni di vita del bambino, per contatto interumano. L'herpes simplex è una malattia molto pericolosa in età neonatale, per questo è importantissimo aver cura che i bambini nei primi mesi di vita non vengano a contatto con persone infette. Questo tipo di virus interessa la cute facciale e le sue mucose.

Come si manifesta l'Herpes simplex labiale:

L'infezione primaria di Herpes simplex labiale si manifesta con un gran numero di piccole ulcere molto dolorose (le cosiddette “febbri”) sulla pelle e delle mucose della bocca (mucose della cavità orale e del palato, gengive, labbra) precedute da una sensazione di bruciore persistente e una chiazza rossa. Questo tipo di herpes prende il nome di gengivo-stomatite herpetica.

In questa manifestazione oltre alle ulcere compaiono specifici sintomi

  • gengive gonfie, arrossate e doloranti
  • linfonodi del collo ingrossati
  • febbre, che può arrivare fino a 40°C

Dopo alcuni giorni le vesciche scoppiano dando luogo a lesioni molto fastidiose, che si ricoprono, poi di crosticine Bruno-giallastre, che si risolvono con il termine della malattia nel giro di circa 10 giorni.
Ma l'infezione da HVS1 può interessare anche la congiuntiva e la cornea, in tal caso si parla di cheratocongiuntivite herpetica. Questa manifestazione del virus non va mai sottovalutata, in quanto potrebbe causare danni notevoli, per questo ai primi sintomi va subito consultato un medico e all'occorrenza anche un oculista.

Terapie per la cure dell'Herpes simplex labiale:

Comunemente l'Herpes labiale è curato a livello locale con l'applicazione di pomate antivirali, anche se non tutti i medici ne sostengono la validità. In ogni caso la terapia sistematica con antivirali (acyclovir) è prescritta solo in casi di forme molto estese o nella cheratocongiuntivite.

Tuttavia possono usarsi alcuni accorgimenti e rimedi per alleviare il fastidio provocato dall'herpes quali

  • somministrazione di paracetamolo per far abbassare la temperatura o per ridurre il dolore causato dalle vesciche
  • somministrazione di cibi non troppo caldi o irritanti se il bambino presenta ulcere nella bocca.
    Da preferirsi il latte i gelati, le creme o i frullati di frutta o verdura, sempre a temperature piuttosto basse
  • utilizzo di collutori con azione antinfiammatoria, antisettica e leggermente anestetica, quando l'età del bambino lo consente
  • con lo stesso risultato si possono usare soluzioni di bicarbonato
  • collirio, sotto lo stretto controllo del medico, in caso di cheratocongiuntivite herpetica.

Qualora il bambino per il dolore causato dalle vesciche della bocca non fosse in grado di deglutire, può rendersi necessario il ricovero in ospedale e la reidratazione per via endovenosa.

Herpesvirus hominis di tipo 2 o herpes genitalis

L'Herpesvirus hominis di tipo 2, riguarda le zone dell'area genitale. Anche questo tipo di herpes simplex è molto diffuso e altamente contagioso.

Come si manifesta questa tipologia di herpes:

Compare con vescicole ed ulcere dolorose sulla pelle o sulle mucose genitali (vagina, vulva, cervice uterina, nell'uretra sia maschile che femminile, intorno all'ano), con l'ingrossamento dei linfonodi inguinali. Questo tipo di herpes si contrae dopo l'inizio dell'attività sessuale, ma può tuttavia interessare i bambini, e in particolare i neonati. È possibile, infatti che un bambino nato da madre infetta contragga un'infezione generalizzata, molto pericolosa, che potrebbe causare lesioni gravi e permanenti.

Cosa fare:

Vista la pericolosità del contagio in età neonatale i bambini che sono esposti all'infezione virale durante la nascita devono restare in osservazione. Alcuni medici consigliano esami per individuare il virus prima della sua insorgenza clinica, altri preferiscono sottoporre il neonato ad una terapia con farmaci antivirali (acyclovir), in caso la madre abbia contratto il virus nel terzo trimestre.

Per evitare il contagio durante il parto si consiglia di effettuare un taglio cesareo se al momento del parto sono ancora presenti lesioni herpetiche nelle aree genitali, o se le lesioni compaiono nelle sei settimane che precedono il parto.

Ma non tutti gli specialisti sono concordi nel caso si tratti non di infezione primaria, ma da lesioni attive da infezione ricorrente. Il ricorso al taglio cesareo non è raccomandato in caso l'infezione primaria si sia avuta nei primi due trimestri di gravidanza. Da ricordare che il taglio cesareo non elimina del tutto il rischio di infezione del neonato.

Terapia e contagio da Herpes simplex 1 e 2

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo herpes simplex: herpes simplex 1 e 2

Non ho capito ancora se questo erpes simplex o, comunemente chiamato fuoco di satantonio, é infettivo oppure no? Visto che il mio medico ha detto di no? Grazie

Herpes anche dentro la bocca

Buongiorno mio nipote ha avuto due attacchi forti di herpes anche dentro la bocca e addosso da qualche mese ora ha di nuvovo delle vesciche cosa puo' fare?

Ho sia herpes 1 che herpes 2

ciao ho scoperto di avere sia l'herpes 1 che il 2 , di cui il 2 mi è appena uscito adesso dopo un esame che sicuramente mi ha portato allo stress ma riflettendo sull'1 io da quando avevo 15 anni ogni 2 o 3 anni mi usciva una crosta al naso e adesso mi sta uscendo di nuovo cioe mi esce all'interno del naso. si possono avere due casi di herpes contemporaneamente? oltre all'aciclovir in crema c'e qualche altro rimedio e da un mese che non prendo più la pastiglia aciclovir 400 mg la prendevo ogni giorno una volta al giorno di notte , ho fatto questo trattamento per tre mesi , sono disperato perchè non voglio che ogni tre settimane mi esce l'herpes , mi deprime da un punto di vista mi allarma mi tiene sempre in agitazione ... spero che mi potrete rispondere saluti

Lascia il tuo commento: