Hpv Papilloma Virus

Il papilloma virus, conosciuta anche come HPV, è la più comune infezione a trasmissione sessuale che può interessare sia i genitali maschili che femminili, rendendo obbligatorio il pap test per confermare la presenza di questo virus; non preoccupatevi, il papilloma virus è una condizione piuttosto normale al giorno d'oggi, pensate che la maggior parte delle persone che vengono infettate dall'HPV non soffrono di nessun effetto collaterale e lo eliminano dal corpo senza nemmeno accorgersene.

Hpv Papilloma Virus

Papilloma Virus

Sebbene il papilloma virus sia, nella maggior parte dei casi, alquanto innocuo ed indolore, ci sono alcune condizioni definite “ad alto rischio”, dove l'HPV può portare allo sviluppo di altri problemi di salute tipo cancro alla cervice, alla vulva, all'ano o al pene. Un altra caratteristica legata al papilloma virus sono le verruche genitali che affliggono senza pietà la zona intima, portando un fastidioso prurito.

Papilloma virus HPV:

Papilloma virus contagio (come si trasmette):

Il papilloma virus ed i suoi numerosi componenti si diffondono principalmente attraverso il contatto genitale e la maggior parte delle infezioni legate a questo virus non hanno né segni evidenti né tanto meno sintomi ben delineati, motivo per cui è molto facile non accorgersi della sua presenza e, magari, trasmetterlo inconsapevolmente al proprio partner. Raramente una donna incinta può correrere il rischio di trasmettere il papilloma virus da cui è affetta al proprio bambino, durante il parto tradizionale: i casi di bambini afflitti dall'HPV, infatti, sono molto rari e quasi nessuno ha registrato effetti gravi sul loro corpo.

Quali sono i segni del papilloma virus sul corpo?

Il virus HPV non si manifesta sempre con sintomi evidenti, ma non sono affatto rare verruche genitali che ci possono mettere anche anni per svilupparsi completamente.

Quanto è comune il virus HPV?

Come abbiamo già visto, il papilloma virus è un'infezione abbastanza comune al giorno d'oggi, tanto che almeno il 50% degli uomini e delle donne sessualmente attive vengono interessati da questo problema almeno una volta nella loro vita. Solitamente questa condizione interessa le persone sotto i 50 anni di età.

Qual'è il test medico per individuare il papilloma virus?

La tecnica utilizzata dal medico per diagnosticare il virus HPV avviene tramite un piccolo tampone sfregato sulla zona intima, inserito successivamente in una provetta con un liquido speciale. Starà poi al laboratorio d'analisi individuare il virus all'interno del flacone, confermando la vostra condizione di salute.

Un ulteriore test

Se il tipo di papilloma virus individuato a seguito del test in laboratorio risulta essere nocivo e con la possibilità di portare allo sviluppo di un cancro, il medico svolgerà un ulteriore analisi chiamata colposcopia, tecnica utilizzata per osservare il virus da vicino, in maniera da segnalare più facilmente la presenza o meno di cellule cancerose.

Prevenire il papilloma virus

Se siete sessualmente attivi sarà molto difficile evitare per sempre di venir infettati dal virus HPV, in quanto qualsiasi tipo di rapporto sessuale può essere considerato un rischio di incorrere in questo problema. Ci sono però due strategie di prevenzione per questo virus, che consistono in una serie di vaccini anti-papilloma virus e, naturalmente, nell'astinenza dal sesso: ora vedremo in cosa consistono i farmaci preventivi per l'HPV.

Il vaccino per il papilloma virus

Al giorno d'oggi, ci sono due tipi di vaccini disponibili per prevenire l'infezione HPV, in particolare il Cervarix ed il Gardasil: entrambi i farmaci propongono una protezione contro i virus HPV 16 e 18, i principali filoni del papilloma virus legati alla formazione di cancro, mentre Il gardasil protegge anche contro l'infezione da HPV di tipo 6 e 11, che sono le varianti del virus legati a quasi tutti i casi di condilomi genitali.

Come si somministra il vaccino per l'HPV?

Il vaccino per il papilloma virus prevede tre iniezioni, somministrate attraverso puntura intramuscolare, solitamente nel muscolo deltoide del braccio o nella coscia. Tra i primi due vaccini dovranno passare almeno un periodo di due mesi, mentre tra la seconda e la terza il tempo d'attesa dovrà essere di almeno 4 mesi: l'importante è sottoporsi a tuttti e tre i richiami entro un anno, in maniera che il vaccino risulti efficace per prevenire il virus.

HPV: Il vaccino e gli effetti collaterali

Il vaccino per il papilloma virus fin'ora ha registrato pochissimi casi di effetti collaterali, che comunque restano di natura lieve e non hanno mai portato a serie complicazioni. A grandi linee gli effetti collaterali del vaccino restano uguali come per molti altri farmaci preventivi nei confronti di alcune malattie, che possono portare a gonfiore, febbre, mal di testa, nausea e dolore nella zona trattata, ma comunque queste possibili conseguenze hanno interessato finora meno del 5% delle persone vaccinate.

Auto-test per il papilloma virus

Se volete sapere se anche voi soffrite del papilloma virus sarà necessario fare un'ispezione approfondita della zona dei propri genitali, cercando la presenza della comparsa di verruche, ulcere o macchie: se la vostra parte intima è afflitta da uno o più segni sarà importantissimo contattare subito un medico per chiedere suggerimento a riguardo.

Chi è più indicato ad avere il virus HPV?

E' importante capire come l'infezione conosciuta come papilloma virus possa interessare tanto gli uomini quanto le donne, sebbene il rischio di malattie terminali è abbastanza limitato, visto anche la salute di cui la maggior parte di noi gode a livello immunitario. Ricordatevi che la prevenzione è comunque la miglior forma di cura, cercate quindi di fare il possibile affinché il papilloma virus non entri nella vostra vita.

Il virus HPV 16

Il papilloma virus di tipo 16 è il più rischioso in quanto è molto spesso collegato allo sviluppo di cellule tumorali, ma non solo, in quanto il papilloma virus di tipo 16 porta ad un gran numero di lesioni genitali caratterizzate da piaghe, escoriazioni e ferite.

Il papilloma virus nei cani

Purtroppo, il virus HPV non agisce solamente sugli esseri umani, ma interessa anche i loro amici a quattro zampe. I casi di papilloma virus nei cani sono molto comuni e possono essere diagnosticati a seguito della comparsa di pustole o verruche nelle zone intime dell'animale. Sebbene non siano particolarmente rischiose per la salute e solitamente scompaiano nel giro di pochi giorni, resta pur sempre importante far visitare il cane da un medico veterinario onde scongiurare la possibilità di cellule tumorali.

Papilloma virus hpv : informazioni e consigli utili dedicati al Papilloma virus hpv