Il rimedio omeopatico Spongia

A cosa serve la spongia? In omeopatia la Spongia è indicata in caso di disfunzione tiroidea con conseguenti palpitazioni, dispnea e vampate e secondo la moderna omeopatia risulta efficace, inoltre, contro la tosse. Ma da dove si ricava la spongia? Il Spongia si ottiene dalle spugne di mare, ricche di iodio e bromo, particolarmente efficaci contro i disturbi causati dalla disfunzione della tiroide. Inoltre, i sali inorganici contenuti sono ottimi in caso di malattie delle mucose.

Il rimedio omeopatico Spongia

Spongia omeopatia

Questo rimedio omeopatico viene utilizzato anche contro la tosse spastica, secca e acuta, oltre che contro i disturbi della gola, come la laringite. La Spongia a livello psichico risulta essere un valido aiuto in caso di ansia e agitazione.

Il tipo Spongia

Capelli biondi e occhi azzurri sono i tratti caratteristici di questo "tipo" buono e pronto ad aiutare. Le sue paure inibiscono ia capacità decisionale. La tosse cronica e la debolezza cardiaca frenano l'attività fisica.

Azione terapeutica

Iodio, bromo, carbonato di calcio, fosfato di potassio, silicio ed altre sostanze organiche dalle proprietà terapeutiche sono contenute nello Spongia. Esse attivano le funzioni delle vie aeree superiori, diminuiscono i crampi durante la respirazione e agiscono direttamente sulla laringe.

Principale campo d'applicazione

Spongia è utilizzato soprattutto in caso di disturbi della respirazione, raucedine con calo di voce, tosse spastica, acuta o secca. Il rimedio lenisce i disturbi in quanto stimola la produzione di saliva. In caso di debolezza cardiaca o malattie infiammatorie del cuore, esso apporta sollievo. Sul piano psichico, il principale campo d'applicazione è quello degli attacchi di panico che si verificano durante la notte: il rimedio omeopatico riequilibra la respirazione e lenisce la sensazione di soffocamento.

Preparazione del rimedio

Per ottenere il rimedio Spongia, le spugne di mare vengono pulite ed essiccate fino a quando il loro colore diventa marrone. Poi esse vengono ridotte in polvere, da cui in seguito viene estratta la tintura madre, base dei rimedi omeopatici.

Disturbi principali

  • Timore di morire in caso di malattia
  • Agitazione
  • Incapacità di gestire ansia e stress
  • Raucedine
  • Difficoltà di respirazione quando si è sdraiati
  • Sensazione di soffocamento che insorge dopo la mezzanotte
  • Viso o collo arrossati
  • Cuore debole e battito cardiaco elevato
  • Palpitazioni violente con dolori acuti
  • Infiammazione cronica della valvola cardiaca
  • Esaurimento
  • Pesantezza dopo il minimo sforzo
  • Palpitazioni
  • Dispnea
  • Vampate

Naturale benessere

Lascia il tuo commento: