Inappetenza: perdita o lieve mancanza di appetito

Inappetenza - mancanza di appetitoLa mancanza di appetito può portare ad una perdita di peso non intenzionale. Una persona che non dispone di un’ottima condizione di salute necessita di assumere una quantità di calorie adeguata per il trattamento della propria condizione. Il problema di inappetenza è diffuso nelle persone anziane, le quali con l’avanzare dell’età perdono appetito e, a causa di ciò, subiscono un progressivo indebolimento delle ossa. Una persona potrebbe desiderare di aumentare la propria sensazione di appetito perché è in sottopeso o a causa di una condizione di salute tale da diminuire la sua sensazione di fame. Allo stesso modo, le fasi successive ad interventi chirurgici potrebbero provocare una riduzione della fame nel paziente.

L’inappetenza potrebbe anche essere il risultato di un piano alimentare che comprende un certo numero di restrizioni alimentari. Le diete dovrebbero contenere, proprio per questa ragione, un numero limitato di restrizioni alimentari. Stimolare l’appetito è importante in tali situazioni al fine di conquistare un corpo sanoMantenere la corretta massa significa ottenere una condizione di salute buona: l’organismo è meno vulnerabile alle infezioni e fornisce di adeguati livelli di energia. Ogni individuo necessita di una nutrizione adeguata, ogni giorno, per garantirsi una buona condizione di salute.

inappetenza

Inappetenza

Cause della perdita di appetito

Diversi fattori contribuiscono ad ottenere un ridotto desiderio di mangiare. Le persone con malattie come l’anoressia, cancro, malattie del fegato, insufficienza renale o HIV sperimentano spesso un appetito ridotto. Stimoli emotivi quali depressione o l’esperienza di eventi traumatici possono allo stesso modo causare un problema di questa natura. Esistono farmaci che sono associati alla perdita di appetito. Tra questi si hanno: farmaci antitumorali, antibiotici, farmaci per il dolore ed anti-infiammatori comuni. L’aspetto relativo alla condizione di salute insieme all’effetto del farmaco possono interferire con olfatto e gusto ed in questa maniera rendere difficile la masticazione. Questi sono tutti elementi che contribuiscono nell’ottenere una diminuzione dell’appetito. Lo stato di gravidanza provoca una naturale riduzione dell’appetito. Durante il primo trimestre è possibile che si avverta una minore fame a causa della nausea. La stessa situazione potrebbe ripresentarsi inseguito al partoLe persone che vivono un tale disagio tendono a perdere peso e presentano un sistema immunitario indebolito. Se non si interviene immediatamente è possibile che si presentino ulteriori complicazioni per la salute.


Sintomi inappetenza

I pazienti con inappetenza avvertono una sensazione di fame ridotta o quasi nulla. La mancanza di appetito può essere aggravata dalla presenza di nausea. I sintomi presenti potrebbero creare una sensazione di fastidio nella persona, in presenza di forti odori. Al fine di evitare il verificarsi del problema, provate a mangiare i vostri pasti freddi o a temperatura ambiente. Le pietanze cotte rilasciano odori più forti e che possono pertanto provocare nauseaPiatti a base di pasta, pane, uova, pollo o patate sono ottime opzioni per la preparazione di un piatto freddo e nutriente.


Come aumentare l’appetito

Esistono vari modi per aumentare l’appetito. Le persone che desiderano raggiungere questo obiettivo dovrebbero iniziare il proprio trattamento mangiando, durante il corso della giornata, un numero totale di 5 pasti piccoli piuttosto che tre abbondanti. Svolgere un pasto abbondante solamente quando si avverte una sensazione di fame maggiore, in maniera contraria si otterrebbe un effetto opposto con l’avversione verso il cibo. I pasti devono essere svolti, non ad un orario predeterminato, bensì nel momento in cui si avverte la fame. Mangiate quando avvertite la sensazione di appetito, non forzandovi di rispettare un preciso orario dettato da abitudini di lavoro o della famiglia. Evitare di bere acqua o altre bevande durante i pasti. L’assunzione di fluidi potrebbe provocare una diminuzione dell’appetito a causa dell’aumento della sensazione di sazietà. L’unica eccezione in merito alle bevande riguarda il vino bianco. Secondo alcuni studi, bere un bicchiere di vino bianco prima dei pasti stimola l’appetito. Tale effetto è efficace anche nei pazienti sottoposti a chemioterapia.


Fare attività fisica aumenta l'appetito

La pratica di esercizio fisico, regolare, riesce ad aumentare la sensazione di appetito. Si consiglia di fare una passeggiata quotidiana della durata di almeno 30 minuti. Non è necessario svolgere un’attività sportiva ad elevata intensità. Sebbene l’esercizio fisico possa sembrare un elemento in contrasto con l’obiettivo preposto, esso rappresenta un effettivo aiuto nell’incremento dello stimolo dell’appetito. Attività cardiovascolari, anche note come esercizio aerobico, sono particolarmente indicate per stimolare la sensazione di fame. Si raccomanda di eseguire attività regolarmente per ottenere dei migliori risultati. Si rammenta che praticando esercizio fisico si bruciano calorie perciò potrebbe essere necessario fornire un apporto extra di nutrienti. Dal momento che la perdita di appetito potrebbe essere la conseguenza ad un periodo molto stressante, è possibile intervenire con la pratica di esercizi di respirazione. Tecniche quali yoga, massaggi, esecuzione di un bagno caldo o di una passeggiata all’aria aperta aiutano a gestire meglio la situazione di stress ed allo stesso tempo permettono di aumentare il desiderio verso il consumo di cibo. Dedicarsi alle attività che si reputano rilassanti. Cercare di svolgerle in orari vicini ai pasti. Rilassare la mente ed il corpo permette di eliminare ogni elemento che ostacola il vostro appetito.


Cosa fare e consigli

La condizione di inappetenza potrebbe provocare una sensazione di nausea o vomito nel paziente che tenta di consumare il proprio pasto. In tali circostanze, è bene chiedere consiglio al medico per ottenere la prescrizione di farmaci in grado di stimolare l’appetito e ridurre i sintomi. Quando la fame è completamente assente è necessario riqualificare il proprio organismo nell’assunzione di cibo, oltre che nel desiderio di mangiare. La fase deve essere svolta con particolare attenzione nei pazienti anoressici o che hanno vissuto dei lunghi periodi con disturbi alimentari. Nel corso del tempo è necessario reintrodurre un ritmo regolare per l’esecuzione dei pasti. 

Consigli per i pasti

Una persona che presenta inappetenza potrebbe fare un piccolo spuntino prima di andare a dormire. In tale maniera si presenterà una sensazione di fame maggiore al mattino seguente. Fare un pasto abbondante la sera, prima di andare a dormire, provoca un aumento del rilascio di insulina. Questo è un ottimo rimedio per ottenere un aumento del metabolismo e, dunque, dell’appetito. I carboidrati sono particolarmente indicati per ottenere un tale effetto. La fibra è un altro elemento che influenza la sensazione di fame. Sebbene tale elemento nutritivo permetta di mantenere un apparato digerente sano, un suo consumo eccessivo potrebbe scaturire una sensazione di pienezza. Le quantità massime indicate, per le persone con inappetenza corrispondono a 25 g per le donne e 38 g per gli uomini. La dose è minore per i soggetti di età pari a 19 o 50 anni: il consumo massimo di fibra deve essere pari a 21 g per le femmine ed a 30 g per i maschi.

Altri consigli per l'inappetenza

Mangiare in compagnia di altre persone può aiutare ad aumentare l’appetito. Migliorando l’ambiente circostante, nel momento dei pasti, si ottiene un aumento del desiderio di mangiare. La creazione di un’atmosfera piacevole arricchita da colori, suoni ed odori piacevoli, sono uno strumento efficace per porre rimedio ad un caso di perdita di appetito. Altro elemento importante riguarda la scelta delle pietanze da portare in tavola. Spesso le persone associano un determinato cibo ad un particolare evento della propria vita. Un grande aiuto può essere offerto grazie alla preparazione di un pasto legato ad un evento piacevole vissuto dalla persona che presenta l’inappetenza.

Consigli utili in caso di mancanza di appetito.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo inappetenza: perdita o lieve mancanza di appetito

Inappetenza

Articolo molto interessane e soprattutto utile. Grazie

Perdita di appetito

Ho trovato tante risposte interessanti leggendo l'articolo. Mi ha tranquillizzato. Grazie.

Lascia il tuo commento: