Infezioni delle vie urinarie nei bambini

Le infezioni delle vie urinarie nei bambini sono tra le infezioni più frequenti in età infantile, dopo quelle delle vie respiratorie, si calcola che tra i bambini che arrivano nei centri di pronto soccorso con febbre superiore ai 38°C il 7,5% dei casi è affetto da questo tipo di infezione.

Infezioni delle vie urinarie nei bambini

Infezioni urinarie bambini

Il rischio di ammalarsi è maggiore nelle femmine che nei maschi, poiché è più facile per le bambine contrarre l'infezione vista la vicinanza dell'uretra al retto, da quest'ultimo, infatti si veicolerebbero i germi responsabili dell'infezione.

In età neonatale, invece, è più alto il numero dei maschi che contraggono l'infezione, perché in questo periodo della vita la causa più frequente della comparsa di infezioni alle vie urinarie è la malformazione delle vie urinarie.

Le vie urinarie sono costituite da una serie di condotti collegati tra loro, per cui l'infiammazione di uno di essi si diffonde con facilità agli altri, arrivando ad interessare, in casi acuti o protratti e ricorrenti, anche i reni.

Si possono distinguere due categorie di infezioni a seconda delle zona delle vie urinarie interessata, si parla perciò di:

  • infezione delle basse vie urinarie, che interessa la vescica (cistite) o l'uretra (uretrite)
  • infezione delle alte vie urinarie (pielonefrite e pielite)

Cause di queste infezioni:

Tra le cause, soprattutto in età neonatale sono da annoverare

  • malformazioni congenite di qualche tratto delle vie urinarie
  • blocco del flusso dell'urina, parziale o totale, che provoca il ristagno della stessa favorendo così l'infezione.

Responsabili dell'infezione in questi casi è per lo più l'Escherichia coli, ma possono essere anche altri germi che, come l'Escherichia, vivono nell'intestino in situazione non patogena, ma che lo diventano nelle vie urinarie, che in situazione di normalità sono sterili.

Dopo la fase neonatale, come detto, il numero di soggetti maggiormente attaccati dall'infezione sono le femmine e le cause possono essere:

  • infiammazione della vagina
  • lesioni da corpi estranei nella vescica o nell'uretra (ad esempio l'applicazione di un catetere)
  • la stipsi ostinata

Sintomi

Nei neonati le infezioni delle vie urinarie possono presentarsi anche con sintomi aspecifici come:

  • febbre
  • disturbi gastroenterici
  • irritabilità
  • ittero
  • inappetenza
  • arrossamenti nella parte interna delle cosce
  • pianto all'atto della minzione

Nei bambini più grandi la malattia può presentarsi con uno solo o più sintomi quali:

  • febbre elevata, da 38°C a 40°C
  • brividi
  • nausea
  • inappetenza
  • vomito
  • pallore
  • nervosismo
  • continuo bisogno di fare la pipì
  • sgocciolamento di urina tra le minzioni
  • urine torbide e maleodoranti
  • urine con tracce di sangue
  • enuresi notturna
  • incontinenza diurna
  • dolori all'addome
  • dolori lombari
  • arrossamento dei genitali esterni

I sintomi possono comparire gradualmente o all'improvviso, possono scomparire entro pochi giorni, anche se l'infezione non è diagnosticata e trattata, ma in questo caso ricompaiono, nel migliore dei casi, dopo pochi giorni o settimane, oppure dopo molto tempo. In questo caso si corre il rischio che l'infezione si diffonda e arrivi ad interessare i reni.

Diagnosi

All'insorgere dei sintomi è necessario rivolgersi ad un medico, il quale, dopo aver visitato il bambino, se sospetta la presenza di infezione alle vie urinarie, prima di effettuare qualsiasi trattamento, prescriverà

  • un esame delle urine
  • un'urinoicoltura, solo questa può accertare l'esattezza della diagnosi
  • un'urinocoltura durante e dopo il trattamento con antibiotici
  • controllo della pressione arteriosa, perché se dovesse risultare alta, sarebbe la spia di un possibile danno renale

In tutti i casi, ma soprattutto nei bambini, in cui le infezioni delle vie urinarie sono più rare e in caso di recidiva frequente, è consigliabile fare ulteriori esami, per verificare se siano presenti anomalie delle vie urinarie.

Per poter confermare questa diagnosi il bambino sarà sottoposto ad esami strumentali come:

  • ecografia renale
  • cistografia, con la quale si può verificare la presenza o meno di reflusso vescico-uretrale
  • in casi di infezioni alte, dopo gli esami precedenti, si può effettuare una scintigrafia renale statica per capire quali siano gli esiti della malattia a distanza di tempo.

Terapia

Per le infezioni delle basse vie urinarie, la terapia consiste in in un trattamento antibatterico per via orale di circa 3-5 giorni.

Se si tratta invece di infezione delle alte vie urinarie, la terapia deve essere quanto più tempestiva, per evitare che i reni subiscano danni.

Perciò è importante iniziare il trattamento per via orale appena subito dopo aver raccolto le urine, dalle quali diversamente non si riuscirebbe a identificare il germe responsabile dell'infezione.

In alcuni casi, soprattutto quando si tratta di bambini molto piccoli la terapia antibiotica va somministrata per via endovenosa o intramuscolare.

A seconda della gravità del caso si consiglia il ricovero in ospedale, soprattutto quando si tratta di neonati o di bambini nei primi anni di vita, che presentano febbre alta, vomito frequente e segni di disidradazione.

Infezioni delle vie urinarie nei bambini

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo infezioni delle vie urinarie nei bambini

Mio figlio di 11 mesi ha avuto 3 o 4 giorni che non voleva mangiare,per sicurezza il pediatra ha consigliato per stare tranquilli,esami del sangue,urine e urinocoltura.quelli del sangue sono uscite buone,nelle urine presenza di batteri,ma il pediatra non convinto perchè riteneva che ci fosse stata contaminazione,li ha fatti ripetere,ma non ci siamo riusciti per contaminazione,questo dpo vari tentativi,tuttavia subito gli è stato prescritto un antibiotico,Neoduplamox.Il bambino non ha avuto mai febbre,ha solo vomitato una volta e fatto delle scariche diarroiche,mangia regolarmente.Ho da fare una eco-renale per questo lunedì 23 luglio.Se il risultato di questo esame è negativo,posso stare tranquillo?E l'antibiotico prescritto può bastare?Grazie

Mio figlio è risultato positivo all'enterococco

mio figlio di circa 3 mesi ha avuto febbre alta superiore a 38.Siamo andati in ospedale e lo hanno ricoverato in quanto a seguito degli esami aveva i globuli bianchi alti. l'orinocultura è risultata positiva all'Enterococco. Ma trattato immediatamente con antibiotici per 5 giorni la situazione si è risolta.

Può essere una infenzione urinaria ?

mia figlia ha 4 anni e mezzo ha fatto una cura x 7 giorni con antibiotico e bentalan per una broncopolmonite ora tutto bene solo che ho notato che ogni ora fa la pipi ma non gli brucia e non ha febbre volevo sapere se poteva essere un infezione urinaria grazie

A mia figlia spesso ha infezione alle vie urinarie

mia figlia ha 4 anni e almeno 2 o 3 volte l'anno prende infezione alle vie urinarie adesso le ha e urina molto ho maniera normale mi devo preoccupare?

Infezioni delle vie urinarie nei bambini

Il mio bimbo ha quattro mesi e oggi ha finiti la 3a terapia antibiotica di 10gg per IVU da escherichia coli. La prima é arrivata quando aveva 2 mesi e mezzo, dopo dieci giorni la seconda e poi dopo altri dieci giorni la terza. Il nefrologo mi ha detto che nel caso si tratti del reflusso non serve più operare e nemmeno fare la profilassi con gli antibiotici ogni giorno. Però ora, dopo la terza infezione, mi ha detto che se gli torna faremo la profilassi... Tra due mesi farà la cistouretrografia (dev'essere fatta almeno a due mesi dalle infezioni). Vorrei sentire anche altri pareri...

Lascia il tuo commento: