Influenza di tipo a: influenza suina A/H1N1

L’influenza A è una malattia respiratoria molto contagiosa causata da un ceppo di virus influenzale. I sintomi dell’influenza A includono febbre (temperatura superiore a 38 ° C), tosse, mal di gola, dolori e stanchezza. L'influenza A è conosciuta anche con il nome d’influenza suina, che deriva da un ceppo dell’influenza A che colpisce l'uomo. I casi d’influenza A sono stati confermati nei paesi in tutto il mondo. Nonostante alcuni morti, la maggior parte dei casi d’influenza A sono stati finora leggeri e possono essere paragonati alla normale influenza stagionale. La maggior parte delle persone guarisce senza alcun trattamento medico. Tuttavia, come quella stagionale, l'influenza A può far peggiorare disturbi medici cronici sottostanti se siete vulnerabili. I sintomi dell'influenza A sono sostanzialmente gli stessi di quelli della comune influenza, ma possono essere più gravi e causare complicazioni piuttosto serie.


Sintomi tipici della influenza a

È importante che abbiate un termometro a casa, perché l’aumento della temperatura è uno dei sintomi principali. 

I sintomi nei bambini che richiedono cure mediche urgenti sono:

  • Respirazione veloce o problemi respiratori
  • Pelle di colore bluastro o grigio
  • Non beve liquidi a sufficienza
  • Vomito grave o persistente
  • Non si sveglia o non interagisce
  • Il bambino è così irritabile che non vuole che lo prendiate in braccio
  • I sintomi simil-influenzali migliorano, ma poi tornano con la febbre e la tosse peggiora.

Sintomi gravi adulti

Se notate i sintomi seguenti, correte dal medico:

  • Difficoltà respiratorie o respiro corto
  • Dolore o pressione nel torace o all'addome
  • Capogiro improvviso
  • Confusione
  • Vomito grave


Come si diffonde il virus dell'influenza A (contagio)

I modi in cui l’influenza suina  può diffondersi includono:

  • Contagio durante i sintomi
  • Contatto diretto
  • Oggetto contaminato
  • Contatto indiretto
  • Contagio asintomatico
  • Suini infetti

Contagio durante i sintomi

se siete affetti da influenza A siete contagiosi fintanto che sono presenti i sintomi e fino a tre giorni dall'inizio del trattamento antivirale. I bambini possono essere contagiosi più a lungo.

Contatto diretto

Se vi prendete cura di un malato con l'influenza A, potete essere contagiati inalando starnuti infetti o con le goccioline della tosse. Questo è chiamato contatto diretto.

Oggetto contaminato

Il virus dell’influenza A può vivere per circa due ore al di fuori del corpo. L'infezione può verificarsi quando toccate un oggetto contaminato (come un fazzoletto sporco) e poi toccate il naso, gli occhi o la bocca. Questo è noto come contatto indiretto.

Contagio asintomatico

In alcuni casi, l’influenza A è asintomatica, il che significa che, anche se infetti, vi sentite bene e non avete sintomi. Tuttavia, potete contagiare comunque altre persone.

Suini infetti

se siete allevatori di maiali, potete essere contagiati direttamente dai suini infetti: per esempio, dopo che avete avuto a che fare con maiali malati, non vi lavate le mani.

L'influenza A non si trasmette mangiando carne di maiale

Il virus dell'influenza A non si diffonde attraverso i prodotti alimentari. È sicuro mangiare carne di maiale, pancetta e prosciutto. L'Organizzazione mondiale della sanità afferma che non è stato dimostrato che l'influenza A si trasmetta alle persone mangiando carne di maiale e prodotti a base di carne di suino, anche nei paesi in cui c'è stata una grande epidemia d’influenza A. Mangiare quindi carne di maiale e altri prodotti manipolati e cucinati correttamente è sicuro.

Gruppi ad alto rischio 

Appartenete ai gruppi di persone ad alto rischio, cioè quelle che rischiano maggiormente gravi infezioni pericolose per la vita se:

  • Siete donne in gravidanza
  • Avete problemi cronici di salute, come malattie polmonari persistenti, asma, disturbi cardiovascolari, diabete e immunosoppressione
  • Siete affetti da obesità (questo vale anche per i bambini).

Come evitare il contagio da l'influenza A

L'attuale vaccino contro l'influenza non protegge contro l'infezione A, ma difende contro l'influenza stagionale. Tuttavia, alcuni farmaci antivirali (come il Tamiflu) si sono dimostrati efficaci nel trattamento dell’influenza A. Il modo migliore per evitare di contrarre l'influenza è di seguire un’adeguata igiene personale, tra cui:

  • Lavarvi le mani correttamente e regolarmente per almeno 15 secondi con acqua e sapone
  • Coprirvi la bocca quando tossite o starnutite
  • Smaltire i fazzolettini di carta in un contenitore chiuso
  • Evitare la folla, se possibile (tenetevi a 1 m di distanza dalle persone.)


Prospettiva

Per la maggior parte delle persone, la malattia sembra essere lieve ma a una minoranza di persone, il virus può causare malattie gravi. In molti di questi casi, altri fattori contribuiscono alla gravità della malattia. Quando si verificano complicazioni, di solito sono causate dal virus che colpisce i polmoni quindi possono svilupparsi infezioni come la polmonite.

Diagnosi della influenza suina 

Consultate il vostro medico non appena iniziate a stare male per via dei sintomi simil-influenzali. Se il medico sospetta che potrebbe trattarsi d’influenza A, indosserà guanti e maschere e v’isolerà dagli altri pazienti per ridurre il rischio di trasmettere il virus ad altre persone. Metodi di diagnosi possono includere:

  • Storia medica
  • Viaggi
  • visita medica
  • Tamponi del naso e della gola (per le analisi di laboratorio).

Prendervi cura di voi stessi

Ecco le istruzioni per auto-curarvi se soffrite d’influenza A (sono le stesse di quella stagionale):

  • Bevete molti liquidi.
  • State a casa e riposate tanto.


Trattamento – farmaci

Non esistono medicinali specifici per l’influenza A ma un farmaco antivirale come oseltamivir (Tamiflu) può evitare che il virus dell'influenza si diffonda all'interno del vostro corpo, se iniziate il trattamento entro 48 ore dai primi sintomi. Questo può ridurre la gravità dei sintomi e il tempo necessario per riprendervi dalla malattia. Potete prendere Tamiflu anche come misura preventiva, se siete stati a stretto contatto con qualcuno che soffre d’influenza A (ad esempio, se convivete con questa persona).

Rimedi naturali

Vitamina C

Prendete vitamina C per rafforzare il sistema immunitario e aumentare il numero di globuli bianchi.

Zinco

Assumete pastiglie di zinco, che potenzia il sistema immunitario non appena si manifestano i sintomi.

Argento colloidale

L'argento colloidale uccide il virus.

Aglio

Prendete aglio in capsule per diminuire la crescita del virus.

Infuso

Preparate una miscela con:

  • 1 cucchiaino di corteccia di mirica 
  • 1 cucchiaino di radice di zingiber grattugiato
  • ½ cucchiaino di caienna in polvere
  • 1 tazza di acqua bollente.

Lasciate riposare per 20 minuti e poi bevete la tisana.

Compresse omeopatiche

Assumete compresse omeopatiche che curano sia il raffreddore sia l'influenza perché questo preparato omeopatico aiuta a evitare di essere infettati con il virus dell'influenza prendendo una compressa al giorno per tutta la stagione influenzale.

Bryonia

Assumete bryonia in caso di:

  • Tosse, mal di gola e dolore toracico
  • Bocca e labbra secche
  • Sete eccessiva.

Aceto e miele

Mescolate due cucchiai di aceto, uno di miele e una tazza di acqua tiepida ogni mattina: questa bevanda può prevenire e uccidere I microbi.

Concludendo, I sintomi dell’influenza A possono essere scambiati spesso per influenza stagionale. Se sono gravi però, dovete subito andare dal medico, anche se sarebbe meglio intervenire immediatamente in ogni caso per evitare che la situazione peggiori. Provate i rimedi suggeriti e seguite il trattamento consigliatovi dal medico per una guarigione veloce.

influenza suina A/H1N1 - Sintomi trattamento e contagio.

Malattie

Lascia il tuo commento: