Ingorgo mammario: sintomi cause rimedi e cure

L’ingorgo mammario è molto comune per le neo mamme, ma questo non significa che non riuscirete a trovare una soluzione. Si verifica quando il corpo produce più latte di quello che state spremendo. Fate subito qualcosa per ridurre l'ingorgo o il dolore diventerà insopportabile. Non siate imbarazzate da questo problema: non vuol dire che siete un fallimento, che non sapete allattare il vostro bambino. Sono cose che succedono. L’importante è che alimentiate vostro figlio regolarmente.

ingorgo mammario cause e rimedi

Ingorgo mammario

Ingorgo mammario cause:

Circa 2-6 giorni dopo il parto, il primo latte materno di una donna (il colostro) si trasforma in latte maturo. Sentite i seni pieni per 1 o 2 giorni: è un processo naturale. Se l'allattamento o il tiralatte non svuota il seno a sufficienza, diventa troppo pieno o gonfio. L’ingorgo si verifica anche se per qualche ragione non allattate il bambino o non svuotate il seno, come ad esempio:

  • Siete lontane dal bambino per diverse ore senza allattarlo o usare il tiralatte
  • Vostro figlio improvvisamente inizia a dormire tutta la notte
  • Il bambino rifiuta il seno
  • Svezzate il vostro bambino di punto in bianco.

Sintomi principali dell'ingorgo mammario:

  • seno gonfio, duro e dolorante. Se la situazione è grave, è molto gonfio, duro, lucido, caldo e leggermente grumoso al tatto.
  • Capezzoli appiattiti. L'area scura intorno al capezzolo, chiamata areola, può essere molto rigida. Per il bambino è quindi difficile attaccarsi al seno.
  • Linfonodi un po’ gonfi e doloranti nelle ascelle.

Trattamento per la cura dell'ingorgo mammario:

La chiave è il trattamento tempestivo, a prescindere dal fatto che state decidendo se allattare al seno o usare il biberon. In questo modo eviterete possibili complicazioni.


Risolvere l’ingorgo mammario durante l'allattamento:

Iniziate il trattamento prima possibile. Allattate di frequente il bambino e cercate di svuotare il seno completamente a ogni poppata. Massaggiare la zona può aiutare il bambino ad attaccarsi meglio al seno perché lo rende più morbido. Ecco qui di seguito quattro modi collaudati e per lenire l’ingorgo. Se seguirete tutti i consigli per un giorno o due, dovreste provare sollievo:

  • Panno caldo
  • Tiralatte o poppata
  • Allattamento frequente
  • Impacco freddo.

Panno caldo:

Prima di allattare al seno applicate un caldo panno bagnato per 5-10 minuti. Massaggiate delicatamente il seno iniziando dalla parte posteriore e andando verso il capezzolo. Questo vi aiuterà a far uscire il latte e alleviare il dolore. Potete farlo anche dentro la doccia: lasciate fluire l’acqua calda sui seni e vedrete che il latte uscirà. L’areola e il capezzolo diventeranno più morbidi. Non esagerate però con il calore, altrimenti il gonfiore aumenta. 

Tiralatte o poppata:

Mentre il vostro seno è ancora caldo, usate il tiralatte o allattate il bambino. Se il capezzolo è piatto, spremete con le mani o svuotate il seno con il tiralatte fino a far diventare l’areola morbida e a distinguere il capezzolo. Il bambino così si attaccherà correttamente, drenando il seno e riducendo la sensazione di pienezza. Non spremete a mano o con il tiralatte per più di due-cinque minuti prima di allattare il bambino, altrimenti stimolate ancora di più la produzione di latte.

Allattamento frequente:

Allattate vostro figlio almeno una volta ogni una o due ore, otto volte al giorno. Usate il tiralatte o alimentate il bambino per rimuovere il latte. Più spesso allatterete, prima l'ingorgo mammario sparirà.

Impacco freddo:

Applicate un impacco freddo dopo ogni poppata. Il freddo aiuterà a diminuire il gonfiore e il dolore. Prendete un pannolino in tessuto o un panno da cucina bagnato con acqua e mettetelo nel congelatore per circa 15 minuti. Il tessuto si modellerà intorno al seno e raffredderà equamente tutta la zona.


Come trattare l'ingorgo se usate il biberon:

Se non avete intenzione di allattare, non dovreste spremere una grande quantità di latte. Più latte spremete, più il vostro corpo pensa che ne abbiate bisogno e ne produrrà di più. L'idea è di spremere quel tanto che basta per alleviare la pressione, ma una piccola quantità sufficiente a far capire al corpo che deve smettere di produrne.  Fate del vostro meglio per mantenere il seno fresco e ben sostenuto. Applicate impacchi freddi e / o foglie di cavolo pulite: riducono al minimo la produzione di latte e alleviano il dolore. Questo vi aiuterà in caso d’ingorgo mammario. La pressione e il fastidio andranno via in due-cinque giorni. 

Antidolorifici:

Potete prendere:

Entrambi i farmaci sembrano essere sicuri durante l'allattamento e contribuiscono a ridurre il disagio. Attenzione però: assumeteli 20-30 minuti prima della poppata.  Potete prendere l’antidolorifico finché non passa l’ingorgo (fino a 48 ore).


Prevenzione dell'ingorgo mammario:

  • state il più possibile insieme al bambino in modo da alimentarlo spesso
  • Lasciate che il bambino si attacchi al seno ogni volta che vuole
  • Se il bambino non può bere il latte per ragioni mediche, usate un tiralatte per spremere regolarmente il seno


Diagnosi:

L’ingorgo mammario è diagnosticato solo sulla base dei sintomi. Non sono necessari esami o test.

Rimedi casalinghi per l'ingorgo mammario:

Qui di seguito sono raggruppati i rimedi casalinghi per l’ingorgo mammario:

  • Reggiseno
  • Allattamento notturno
  • Posizioni di poppata
  • Foglie di cavolo
  • Massaggio quotidiano
  • Non date al bambino altri liquidi
  • Salvia secca
  • menta piperita
  • Capezzoli piatti

Reggiseno

Uno dei rimedi più semplici per l’ingorgo mammario è quello di indossare un reggiseno ben aderente. Non troppo largo né troppo stretto.

Allattamento notturno

Non saltate la poppata durante la notte.

Posizioni di allattamento

Uno dei rimedi naturali per l’ingorgo mammario è quello di cambiare posizione quando allattate, così svuotate entrambi i seni.

Foglie di cavolo

Prendete alcune foglie di cavolo e lavatele in acqua. Praticate dei fori per i capezzoli al fine di consentire il libero passaggio dell'aria e poi mettete le foglie sul seno e indossate sopra un reggiseno.

Massaggio quotidiano

Massaggiate ogni giorno i seni per renderli morbidi.

Non date al bambino altri liquidi

Non fate assumere a vostro figlio liquidi supplementari negli alimenti per bambini per le prime quattro settimane, altrimenti c’è il rischio che beva meno latte.

Salvia secca

Quest’erba è utile per trattare l'ingorgo. È risaputo che contiene cineolo, borneolo e tujone, oli organici volatili. Questi oli agiscono direttamente sui recettori ormonali e aiutano a ridurre la produzione di latte materno.

Menta piperita

Anche la menta piperita aiuta anche a diminuire l’ingorgo mammario e la produzione di latte materno. Contiene oli attivi efficaci per risolvere questa condizione.

Capezzoli piatti

Se i vostri capezzoli sono piatti, stimolateli in questo modo: massaggiate l’areola e i capezzoli delicatamente. Una volta che i capezzoli sono eretti, utilizzate il pollice per tenere delicatamente i seni e nutrire il vostro bambino. Questi sono alcuni dei rimedi domestici efficaci per l'ingorgo. Come avrete sicuramente notato, sono semplici, sicuri e facili da usare. Poiché è sempre meglio non usare medicinali durante l’allattamento, puntate su una cura naturale. È meno rischioso per il vostro bambino e anche per voi. I farmaci antidolorifici non curano l’ingorgo, vi danno un sollievo temporaneo. Con questi metodi invece il vostro corpo produrrà meno latte. 

Complicazioni a cui può portare l'ingorgo mammario:

  • dotto bloccato
  • Infezione al seno, chiamata mastite

Quando chiamare il medico:

  • il dolore peggiora
  • il seno è arrossato
  • escrezione di pus
  • Febbre a 38,5°C o più alta.

L'ingorgo mammario fastidioso e doloroso:

In breve, l’ingorgo mammario non è di certo piacevole. Anzi, può essere parecchio fastidioso e doloroso. Seguite i consigli elencati per avere sollievo dal dolore e per produrre meno latte. Riuscirete così ad alimentare correttamente vostro figlio e ad alleggerire il carico sul seno. In caso di complicazioni chiamate subito il medico.

Ingorgo mammario che cosa fare?

Gravidanza on line

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo ingorgo mammario: sintomi cause rimedi e cure

Ingorgo mammario: sintomi, cause, rimedi e cure

Salve, sono un ostetrica, condivido tutto quello che avete scritto..ma vorrei correggere un paio di cose:
Assolutamente non usare l'ibuprofene, é stato dimostrato che da problemi al bambino e che passa nel latte!
Altra cosa la febbre va presa inguinale, il seno é caldo gia di suo..e se prendete la febbre sotto l'ascella sarà per forza alta.
Grazie, cosi ogni mamma sarà ben informata :)

Lascia il tuo commento: