Insufficienza aortica: sintomi e cause

Insufficienza aortica è caratterizzata dall'incapacità dell'apparato valvolare a richiudersi durante la diastole, per cui una quantità di sangue più o meno importante ritorna dalla aorta nel ventricolo sinistro. Le lesioni valvolari aortiche, causa di insufficienza, sono raramente congenite (fenestrature dei lembi valvolari, valvola bicuspide), quasi sempre sono di natura acquisita: endocardite reumatica e batterica, arteriosclerosi.

Insufficienza aortica: sintomi e cause

Insufficienza aortica

La fisiopatologia del vizio è caratterizzata dal ritorno di una quantità più o meno notevole dall'aorta al ventricolo sinistro durante la diastole ventricolare.

Ne consegue una dilataziione sempre assai cospicua della cavità ventricolare sinistra, cui può seguire, con il tempo, un'insufficienza cardiaca sinistra con insufficienza secondaria della mitrale e con le ben note ripercussioni sul piccolo circolo (stasi polmonare, dispnea, edemi polmonari etc.). Queste ultime manifestazioni sono però caratteristiche degli stadi terminali della malattia.

Fra i sintomi accusati dai pazienti ricordiamo la dispnea da sforzo, le algie precordiali, le vertigini, le lipotimie. Tra i sintomi obiettivi risulta caratteristico il pallore del volto; ricordiamo la presenza del polso celere, di una pressione diastolica bassa (inferiore a 50mm Hg), di un'elevata pressione differenziale, superiore spesso a 100 mm Hg.

All'ascoltazione è caratteristica la presenza di un soffio diastolico aspirato sul focolaio aortico e sull'area mesocardica. L'esame elettrocardiografo mostra segni netti di sovraccarico ventricolare sinistro, frequentemente blocco di branca sinistra.

L'angiocardiografia dimostra una dilatazione spesso imponente della cavità ventricolare sinistra, un ritardo di svuotamento della cavità stessa e un'ectasia dell'aorta ascendente e dell'arco aortico.

L'aortografia per cateterismo arterioso omerale sinistro fornisce utili elementi di valutazione.

Le tecniche operatorie e chirurgiche da optare a livello terapeutico sono principalmente due:

  • la plastica della valvola aortica, quando le cuspidi aortiche sono indenni da lesioni;
  • La sostituzione della valvola aortica "originale" con una protesi artificiale (o con un "homograft", cioè una valvola aortica umana donata).

Informazioni utili sulla insufficienza aortica...

Malattie

Lascia il tuo commento: