Integratori senza glutine

Integratori senza glutine: Una dieta senza glutine può portare a diverse carenze, per questo molte persone prendono gli integratori. Sebbene sia comune che prodotti di grano, come i cereali o la farina, siano fortificati o arricchiti con vitamine e minerali, la maggior parte di quelli senza glutine non lo è. 

Perchè utilizzare integratori senza glutinePer chi soffre di celiachia, il glutine danneggia l’intestino tenue che impedisce così l’assorbimento dei nutrienti. Un consumo inadeguato di vitamine e minerali può aumentare il rischio di osteoporosi, cardiopatia, cancro, declino neurologico e altre malattie croniche. Perciò, per evitare queste carenze, spesso è opportuno prendere integratori, che però ovviamente devono essere senza glutine.

integratori senza glutine

Integratori alimentari senza glutine


Cos’è il glutine?

Il glutine è una proteina che si trova nel grano, nell’orzo e nella segale. È importante per la cottura di pane, pasta e altri perché il glutine aiuta a fornire la consistenza e l’elasticità dell’impasto. Così si solleva intrappolando le bolle di anidride carbonica create dal lievito e dallo zucchero. Il glutine è presente comunque anche in altri cibi. Alimenti e bevande fatte con grano, orzo e segale contengono glutine. Nessun cibo fatto con questi grani è permesso in una dieta senza glutine.

A optare per questa dieta senza glutine sono:

  • i celiaci o
  • le persone che lo fanno per scelta personale.


Celiachia

La celiachia è una risposta autoimmune al glutine che danneggia il rivestimento dell’intestino tenue e rende difficile assorbire alcuni nutrienti. I sintomi della celiachia variano da persona a persona e includono diverse cose come:

Il medico può prescrivervi esami di laboratorio per determinare se siete celiaci. L’unico trattamento per la celiachia è evitare il glutine e permettere così al tratto digestivo di guarire, ma non è a breve termine: i celiaci non devono assumere il glutine per tutta la vita.


Senza glutine Per scelta

Alcune persone non celiache pensano che sia meglio seguire una dieta senza glutine, quindi questo genere di prodotti è diventato sempre più disponibile nei negozi alimentari e nei ristoranti. Ma perché persone apparentemente sane si sentono meglio con una dieta senza glutine?

  • Magari sono sensibili al glutine, ma gli esami non possono verificare questa sensibilità oppure
  • perché evitando il glutine, non si mangiano tantissimi cibi trattati, in quanto il grano è un ingrediente molto comune. Senza il grano poco sano contenuto in questi alimenti, aumenta la possibilità di ingerire cibi meno trattati e più nutrienti come frutta e verdura
  • Alcuni esperti suggeriscono anche alle persone autistiche di evitare proteine del latte e glutine.

Dieta senza glutine

Una dieta senza glutine non contiene:

  • grano, orzo, segale
  • farro, kamut, amido di grano e triticale
  • avena e farina d’avena
  • cibi fatti con questi ingredienti.

Avvertenze

Non è facile come sembra, ma mentre alimenti come pane e pasta contengono molto glutine, altri come salsa di soia, nachos, carne in scatola trattata, salsicce, wurstel e legumi ne hanno una piccola quantità. Carne, pesce, frutta, verdura, noci e legumi sono tutti senza glutine se non sono preparati o serviti con ingredienti contenenti glutine. Per esempio, un filetto di pesce è senza glutine, ma non se è stato fritto immerso in una pastella di farina di grano. E una patata cotta al forno o bollita è senza glutine se non la cospargete con una salsa fatta con la farina. Molti alimenti senza glutine hanno farina di riso o di mais invece di quella di grano. Se seguite questo tipo di dieta, state attenti ad alcuni nuovi cibi senza glutine come dolci, biscotti e miscele per torte. Certo è bello potersi concedere di nuovo questi sfizi ma sono ricchi di zuccheri e grassi raffinati. Leggete le etichette e contate le calorie per tenere sotto controllo il vostro peso.


Possibili carenze

Se seguite una dieta senza glutine, potreste avere carenze di:

  • vitamina A
  • tiamina (vitamina B1)
  • riboflavina (vitamina B2)
  • niacina (vitamina B3)
  • acido folico (vitamina B9)
  • cobalamina (vitamina B12)
  • vitamina D
  • vitamina E
  • vitamina K
  • calcio
  • ferro
  • magnesio
  • fosforo
  • zinco.

Conoscete i vostri bisogni

  • Consultate un medico che può aiutarvi a capire se avete carenze e quali nutrienti vi mancano
  • Esiste un apporto raccomandato di nutrienti dai 4 anni in su. Questi valori sono basati su una dieta da 2000 calorie. Potete verificare le quantità giornaliere consigliate qui sotto.
  • Per raccomandazioni specifiche legate a età, sesso e per donne incinte o in allattamento, consultate il medico o un nutrizionista.
  • Fate vedere ogni integratore che assumete al medico di famiglia o al nutrizionista.

Fabbisogno giornaliero

  • Vitamina A: 1500 μg
  • Tiamina (vitamina B1): 1,5 mg
  • Riboflavina (vitamina B2): 1,7 mg
  • Niacina (vitamina B3): 20 mg
  • Acido folico (vitamina B9): 400 μg
  • Cobalamina (vitamina B12): 6 μg
  • Vitamina D: 10 μg
  • Vitamina E: 20 mg
  • Vitamina K: 80 μg
  • Calcio: 1000 mg
  • Ferro: 18 mg
  • Magnesio: 400 mg
  • Fosforo: 1000 mg
  • Zinco: 15 mg


Imparate a riconoscere gli integratori

Molti integratori usano eccipienti che possono contenere glutine. La fonte di questi può essere il grano o una senza glutine come il mais. Leggete gli ingredienti sull’etichetta e, se avete dubbi, consultate il farmacista o il produttore dell’integratore per sapere se è senza glutine. Ricordate che se è un prodotto è senza grano non significa che non contiene glutine.


Alcuni ingredienti che potrebbero contenere glutine

  • Amido
  • Destrina
  • Maltodestrina
  • Maltosio
  • Colorante caramello
  • Sodio amido glicolato

Effetti collaterali della dieta senza glutine

Se siete celiaci, seguire una dieta senza glutine v’impedisce di avere complicazioni gravi e pericolose per la vita. Ma evitare semplicemente il glutine non garantisce una dieta del tutto sana. Tenete a mente quanto segue quando pianificate i pasti:

  • probabilmente ingrasserete
  • rischiate di avere poche vitamine
  • c’è la possibilità che il livello di colesterolo aumenti
  • potreste sperimentare costipazione o diarrea
  • forse dimagrirete.

Aumento di peso

Molte persone erano magre e cagionevoli prima di sapere di avere la celiachia. I Danni all’intestino tenue fanno sì che il cibo (e le calorie) non possano essere assorbite. Dopo un po’ che si segue la dieta senza glutine, quando l’intestino inizia a guarire, i nutrienti (e le calorie) negli alimenti possono essere assorbite. Anche se non state consumando più calorie adesso di quando stavate assumendo glutine, è probabile che ingrasserete. Infatti, per quanto strano possa sembrare, studi hanno dimostrato che chi segue una dieta del genere corre un rischio maggiore di diventare obeso. è quindi importante che cominciate a contare le calorie.

Poche vitamine

Spesso le persone cui è appena diagnosticata la celiachia hanno carenze nutrizionali. i prodotti senza glutine hanno un basso contenuto di vitamine del gruppo B, calcio, vitamina D, ferro, zinco, magnesio e fibre. Pochi alimenti senza glutine sono arricchiti o fortificati con questi nutrienti. In uno studio dei ricercatori hanno osservato pazienti celiaci adulti in dieta senza glutine da 10 anni. Metà dei pazienti aveva carenze vitaminiche, inclusi bassi livelli di vitamina B6 o acido folico, o entrambi, e alti livelli di omocisteina (fattore di rischio per infarti, disturbi vascolari e ictus). Prima dello studio, tutti i pazienti erano stati sottoposti a biopsia per provare che l’intestino era stato guarito, così queste carenze non potevano essere spiegate da un malassorbimento. Altri ricercatori hanno trovato carenze simili in adolescenti che non assumono glutine. Quando dovete fare la visita di controllo annuale, chiedete al medico se è necessario controllare il livello delle vitamine e se dovete assumere integratori di acido folico e di vitamine.

Colesterolo più alto

È importante scegliere cibi con pochi grassi e con un basso livello di colesterolo. I prodotti confezionati senza glutine sono spesso più ricchi di grassi di quelli che invece lo contengono. Di solito è così soprattutto per i biscotti, i cracker e le torte confezionate senza glutine. Gli alimenti ricchi di fibre solubili aiutano ad abbassare il colesterolo, quindi optate per fagioli, piselli, crusca di riso, agrumi, fragole, polpa di mela e avena senza glutine.

Costipazione o diarrea

  • Se sostituite pasta e pane con solo il riso bianco trattato, questa dieta povera di fibre può causare costipazione.
  • Se invece consumate anche fagioli e grani ricchi di fibre in grandi quantità, potreste sperimentare aria e diarrea.

Perdere peso

In alcune persone, i cambiamenti dietetici per eliminare i cibi contenenti glutine possono anche diminuire l’apporto calorico e far dimagrire.

Concludendo, gli integratori senza glutine sono l’unica opzione possibile per i celiaci o per chi vuole seguire una dieta differente. L’unico problema è che, esattamente come per i cibi, dovete stare attenti agli ingredienti e di conseguenza anche agli effetti collaterali che una dieta del genere può provocare.

Scegliere gli integratori senza glutine in caso di intolleranza.

Integratori alimentari

Lascia il tuo commento: