Inula helenium

La pianta inula helenium chiamata anche enula campana, in omeopatia viene utilizzata per le sue proprietà utili in grado di calmare la tosse, disinfettare le vie respiratorie, e di svolgere un'efficace azione colagogo-coleretica oltre ad aumentare la diuresi.

I lattoni sesquiterpenici, in particolare alantolattone e isoalantolattone, mostrano proprietà antifungine.

Nome comune: Inula; Enula; Enula campana; Elenio
Francese: Aunée
Inglese: Scabwort

Famiglia: Asteraceae

Parte utilizzata: radice e rizoma.

Inula helenium

Inula helenium

Costituenti principali Inula helenium:

  • o l i o essenziale (1-3%) contenente principalmente: lattoni sesquiterpenici (sostanze amare): la miscela di alantolattoni viene chiamata elenina o canfora di Elenio. Presenti anche idrocarburi sesquiterpenici.
  • sterolo: beta-sitosterolo e stigmasterolo.
  • inulina (44%); mucillagine, pectine, acido ascorbico.

Attività principali: espettoranti; antisettiche; diuretiche; stomachiche.

Impiego terapeutico: trattamento sintomaL'olio essenziale si caratterizza, oltre che per l'azione espettorante e antisettica, per le proprietà bronco-rilassanti, ciò che rende utile la pianta nel trattamento di bronchiti croniche, nelle forme enfisematose ed asmatiche e nella tosse cronica dei fumatori.

Secondo Brigo, nelle affezioni delle vie aeree dominate dalla tosse è utile procedere alla somministrazione mediante aerosolterapia (Brigo B., ibidem).

L'azione amaro-tonica, migliorando i processi digestivi, esercita un effetto corroborante.

L'azione diuretica, alla quale si accompagna l'escrezione di urea e cloruri, giustifica
le indicazioni della medicina popolare, che vedevano nell'Inula, una pianta depurativa, utile nel trattamento della gotta e delle forme reumatiche.

Brigo segnala,infine, un'azione normalizzatrice sul ciclo mestruale e indica la pianta utile in caso di amenorrea e irregolarità mestruali.

Decotti e unguenti sono tradizionalmente impiegati a scopo antipruriginoso in svariate dermatosi, caratterizzate, appunto, da pruritotico della tosse, affezioni apparato respiratorio.

Curiosità:

  • Usata fin dall'antichità nella produzione di liquori, in Alsazia si prepara, ancora oggi, il Reps, bevanda ottenuta facendo macerare la radice nel mosto: risulta utile nell'atonia gastrica (Luzzi).
  • L'Inula contiene un'elevata quantità di inulina (fino al 44%), isolata per la prima volta da Rose nel 1804. L'inulina è un polisaccaride di riserva nelle Asteraceae, nelle Borraginaceae e nelle Gentianaceae diverso dall'amido in quanto consta di catene di fruttosio.
  • «Dioscoride e Galeno avevano già segnalato l'influenza di questa radice sull'utero, sulle vie urinarie, e sull'apparecchio respiratorio: i romani ne mangiavano; e la si mangia tuttora confettata collo zuccaro in Oriente, come roborante e cordiale. Enula campana, reddit praecordia sana» (Scotti, 1872).

La inula helenium...

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: